Chiarato

Dopo il successo della prima domenica, continuano gli appuntamenti di Giovani per Giovani, la nuova rassegna della Fondazione Luigi Bon, che vede sul palcoscenico giovani talenti alle prese con una brillante carriera da musicisti professionisti.
Domenica 21 novembre, alle ore 17.30, il Teatro Luigi Bon a Colugna di Tavagnacco ospiterà il Duo Molaro-Chiarato e il Bow&Mallet, ensemble formati dalla violoncellista Anna Molaro insieme alla pianista Elisabetta Chiarato e il percussionista Michele Montagner.
Il concerto vedrà protagonista un nobile strumento, come il violoncello, declinato in una versione più classica, con il I Movimento dalla Sonata per violoncello e pianoforte n. 1 in fa magg. Op. 5 n. 1 di L. Van Beethoven e l’Elegia per violoncello e pianoforte Op. 24 di G. Fauré, e dedito ad una musica di contaminazione, con gli arrangiamenti per l’insolito duo violoncello-vibrafono: Inventio BWV 780 e Duetto BWV 803 di J. S. Bach; Jazz Sketches, Livin’ in the City, Blues Lament e Street Walkin’ di D. Jarvis; Ave Maria (Tanti anni prima) di A. Piazzolla.
Ad arricchire l’appuntamento, l’introduzione a cura della prof.ssa Federica Repini, esperta didatta, che avrà modo di calare i brani e i loro compositori nel contesto storico di riferimento, spiegando poi quali siano le fasi che portano giovani e giovanissimi artisti dallo studio al mondo professionale
Gli ensemble sono formati da allievi diplomati ai Conservatori di Padova, Udine e Trieste, che attualmente frequentano la Masterclass di Musica da Camera della Fondazione Luigi Bon, rivolta a studenti post-diplomati; un percorso formativo ad alto livello con l’obiettivo di avviare i giovani musicisti alla professione artistica.
Elisabetta Chiarato inizia gli studi musicali sotto la guida di G. Pressato, L. Ruffin e L. Palmieri, proseguendo con A. Lucchesini e S. Redaelli. È vincitrice di numerosi concorsi nazionali e internazionali e ha frequentato masterclass con artisti di chiara fama, come B. Petrushanskiy ed E. Pace. 
Anna Molaro intraprende lo studio strumentale con E. Francescato, per approfondirlo con C. Teodoro, perfezionandosi con illustri Maestri sia nel repertorio solistico che nella musica da camera, oltre che nel repertorio barocco. Svolge attività orchestrale con l’Orchestra Giovanile Cherubini e con la FVG Orchestra.
Michele Montagner sotto la guida di G. Ziraldo e F. Pérez Tedesco inizia la propria formazione, collaborando poi con enti lirici e istituzioni sinfoniche quali il Teatro del Maggio Musicale Fiorentino, l’Oulu Symphony Orchestra, la FVG Orchestra, esibendosi sotto la direzione di Maestri del calibro di Z. Mehta.

Tutti gli appuntamenti sono ad ingresso libero, con prenotazione sul sito www.fondazionebon.com.
Per informazioni è possibile contattare la biglietteria a biglietteria@fondazionebon.com

Comunicato Stampa

Share This