Una irresistibile, energetica band con un repertorio tutto dedicato alla musica degli anni ’20 e ’30. Da New Orleans a Chicago approdano a Udine le grandi composizioni di Jelly Roll Morton,William Christopher Handy, Fats Waller e Duke Ellington e Louis Armstrong.
More Than Jazz, la rassegna organizzata da SimulArte che trasforma i giovedì d’estate in vere e proprie feste all’insegna del jazz e non solo, inanella un altro sold out per l’appuntamento del 23 luglio, come sempre alle 21.30 sul plateatico di piazza Libertà.

Protagonisti di questo viaggio attraverso i colori, le emozioni e le suggestioni di questo genere musicale saranno The Dixieland Stumblers, poliedrica formazione composta da Daniele D’Agàro al clarinetto, Luigi Vitale al vibrafono, Denis Biason al banjo e chitarra elettrica, Marzio Tomada al contrabbasso e Maurizio Pagnutti alla batteria.

Nel 2016, il cd “The Dixieland Stumblers” edito da Artesuono, ha avuto la menzione d’onore dalla prestigiosa rivista Nyc Jazz Record di New York.

Daniele D’Agaro, ha svolto la sua carriera musicale professionale in Olanda dove si è esibito con i gruppi più rappresentativi internazionali, registrando più di 90 cd, esibendosi in Europa e Stati Uniti. Da dodici anni si esibisce con il trio di Franco D’Andrea, fa parte della prestigiosa orchestra berlinese Globe Unity e dirige diverse proprie formazioni. Nel 2007 e 2008 ha vinto il referendum della critica nazionale “Top Jazz” come migliore sax e clarinetto e nel 2010 ha vinto il Jazzit Award nella categoria clarinetto ed Orchestra con la sua Adriatics Orchestra. Ultimamente si esibisce con la pianista giapponese Aki Takase.
Denis Biason vanta una ricca carriera musicale nel campo della musica classica, flamenco e jazz con diverse tournée in Russia,Cina e Giappone, mentre Marzio Tomada è un giovane talento udinese con un’intensa attività concertistica nazionale. Maurizio Pagnutti, infine, colleziona una lunga attività musicale come leader di riconosciuti gruppi musicali ed è uno dei più apprezzati batteristi del Friuli Venezia Giulia.

Quello di giovedì 23 giugno, così come tutti gli altri concerti, sono a ingresso gratuito, ma con prenotazione obbligatoria o sul sito di SimulArte o telefonando allo 0432 1482124 (dal lunedì al sabato 16 alle 19) o, ancora, inviando una email a biglietteria@simularte.it. Lo spettacolo rispetterà tutte le norme per garantire il distanziamento interpersonale tra i presenti e per evitare assembramenti all’arrivo si consiglia di presentarsi con congruo anticipo.

More Than Jazz 2020, lo ricordiamo, sostiene la campagna #artistitaliani ideata dalla Fondazione Bon, e successivamente promossa da Agis eAiam, con l’obiettivo di sostenere gli artisti italiani in questa difficile congiuntura causata dall’epidemia.

Comunicato Stampa

Share This