FVG: TERRA DI SCAMBIO
A Palmanova il progetto regionale
Arte&Musica di Monfalcone presenta i risultati nell’ambito dei progetti storici etnografici legati al Friuli Venezia Giulia: pronti un libro, un catalogo e un podcast audio video.
Realizzato in collaborazione con Regione Friuli Venezia Giulia

Sarà il Salone d’onore di Palmanova, giovedì 23 maggio, alle ore 18, ad ospitare la presentazione dei risultati legati al progetto storico etnografico “Fvg Terra di scambio” realizzato dall’associazione Arte&Musica di Monfalcone con il contributo della Regione Friuli Venezia Giulia e la collaborazione dei partner Irsrec Fvg, Museo etnografico di Lusevera e quello delle genti della Val Resia, i Comuni di Palmanova, Monfalcone, Grado, l’Unione dei Circoli Culturali Sloveni, l’ISIS Buonarroti di Monfalcone, l’Università di Trieste.

Il coordinatore del progetto, maestro Gabriele Medeot, ha diretto un ampio lavoro di ricerca che ha permesso di raccogliere testi inediti e documenti fotografici dando vita a tre diversi format: una pubblicazione dal titolo ” FVG terra di transito”, un libro fotografico dal titolo “FVG I luoghi dello scambio” e un podcast, sia audio, caricato su Spotify, sia video, caricato su YouTube, identificato proprio dal titolo del progetto: “FVG Terra di scambio”.

“Che il Friuli Venezia Giulia sia una regione di contaminazione – racconta Medeot – è una sorta di paradigma. Da parte nostra, in realtà abbiamo voluto indagare sul senso di questa affermazione, sulle concrete contaminazioni di cui tanto si parla, e per farlo abbiamo fatto incursione nel mondo della tradizione, ma anche dell’economia, del lavoro, della musica e, più in generale, della società”.

Ecco perché nel progetto sono stati coinvolti storici come Loredana Panariti e  Anna di Gianantonio antropologi come Valter Colle e musicisti come Lino Straulino, oltre a fotografi come Luca d’Agostino e ad artisti come Dj Tubet. I contributi sono stati forniti anche dalla direttrice del Museo etnografico di Lusevera Luisa Cher e da Luigia Negro, direttrice del Museo delle Genti della Val Resia. La raccolta fotografica è stata coordinata proprio dal fotografo Luca d’Agostino che con i suoi 30 anni di esperienza rappresenta oggi in Italia  una firma autorevole in campo artistico e culturale.

Nel volume, sono riprodotte immagini di Andrea Scalone, Ilaria Petrussa, Patrizia De Cecco, Giulia Violin, Sofia Medeot, Sabrina Pellizzon, Isabella Alice Rossi, Ingrid Wight e Beatrice Vecchio, oltre a una selezione di scatti dello stesso d’Agostino.

La realizzazione dei contenuti multimediali è stata invece curata da un gruppo di giovani professionisti under 30 che ha registrato i contenuti extra, letti e individuati da un team di studenti del liceo Buonarroti oltre che del Marconi. I giovani si sono occupati infatti della ricerca dei testi dei più noti autori del ‘900, naturalmente provenienti dalla nostra regione, per inserirli nei nei podcast che contengono le testimonianze degli esperti intervistati da Medeot.

“Questo lavoro – continua Medeot – rappresenta una nuova incursione in un territorio estremamente carico di stimoli per  Arte&Musica, una nuova frontiera che stiamo esplorando e che vogliamo continuare a scoprire con la consapevolezza che il passato ci permetterà di vivere sempre più coscientemente il difficile presente e con una particolare attenzione ad un futuro incerto ma carico di speranze”.

comunicato stampa

Share This