Prosegue online la manifestazione La Scena delle Donne della Compagnia di Arti e Mestieri, sospesa a causa dell’emergenza sanitaria. Abbiamo pensato di utilizzare ogni mezzo di comunicazione web, dai social ai canali Youtube, per restare connessi e cercare comunque di intrattenere il pubblico in questo momento di crisi ed è per questo che gli appuntamenti previsti in calendario in questo mese di novembre saranno anticipati con interviste, incontri e conversazioni online sulle pagine Facebook della Scena delle donne, Compagnia di arti e mestieri e su Youtube digitando “La scena delle donne 2020”.

Dopo l’appuntamento del 4 novembre con l’attrice Paola Giglio, sarà GIOVEDÌ 12 NOVEMBRE ore 18.00 la giornata dedicata all’intervista ai protagonisti di “COSÌ VICINO AL FONDO”: la regista Bruna Braidotti, gli attori Arianna Addonizio, Filippo Fossa, Paolo Mutti e l’autrice in collegamento da Lione (Francia) Camille Davin. Lo spettacolo, che affronta in modo inusuale il controverso tema dell’immigrazione clandestina mescolando nel testo fantasia, magia e realtà, verrà raccontato sotto forma di incontro virtuale per spiegare le motivazioni che hanno spinto l’autrice a sviluppare i vari aspetti del fenomeno e capire i diversi punti di vista dei tre personaggi, un ex marinaio francese, ligio alle regole contro i clandestini che cercano di varcare il mediterraneo, la divinità del mare Yemanja e un naufrago clandestino.

La programmazione proseguirà poi MERCOLEDÌ 18 NOVEMBRE alle ore 18.00 con l’evento online “DONNE E TEATRO una storia di esclusione” di e con Bruna Braidotti. Conferenza che scorre la storia del teatro attraverso il contributo femminile sommerso e nascosto fra racconti, immagini e reading di brani teatrali. Si materializza un percorso insolito e affascinante che dimostra senza ombra di ragionevole dubbio che le donne hanno scritto, detto e fatto anche nelle condizioni più avverse. Un viaggio tenero e coraggioso in cui la tenacia congiunta alla generosità delle donne che non hanno rinunciato a se stesse, commuove, oltre a ridare fiato, desiderio e determinazione a chi prende il testimone per una partita ancora in corso; MERCOLEDÌ 25 NOVEMBRE con la conversazione/provocazione sulla violenza maschile sulle donne “DA UOMO A UOMO” con Filippo Fossa e Paolo Mutti regia Bruna Braidotti dove si indaga la cultura patriarcale che sta alla base della disparità di genere e della violenza maschile sulle donne attraverso riflessioni sulla cultura degli uomini, sugli atteggiamenti, sui comportamenti banali e sul linguaggio che contengono già le tracce della sopraffazione.

GIOVEDÌ 26 NOVEMBRE l’intervista a Sabrina Morena regista dello spettacolo “IO NON SONO UN NUMERO” per la drammaturgia di Laura Bussani approfondirà lo spettacolo che esplora cosa si nasconde dietro ai numeri delle statistiche, in particolare quelle riguardanti la violenza sulle donne e le ricadute sulle famiglie e sulla società.

Infine SABATO 28 NOVEMBRE la regista ed interprete Bruna Braidotti parlerà di LUISA, spettacolo selezionato al Women Playwrights International di Cape Town 2015 e al Festival di teatro italiano di New York Inscena! nel 2020. Luisa una donna che si guarda allo specchio e indietro nel tempo, con frammenti di vita che sbucano fuori dagli angoli bui. L’infanzia stranita, le voci di una madre distratta, quelle di un padre dalle premure sospette. Un ritratto scheggiato di una bambina difficile, dai comportamenti bizzarri che nessuno sa capire.

Tutti gli appuntamenti saranno disponibili sulle pagine Facebook della Scena delle donne, Compagnia di arti e mestieri e su Youtube digitando “La scena delle donne 2020”.

La manifestazione ha il sostegno della Regione Friuli Venezia Giulia, della Fondazione Friuli, dell’EDR di Pordenone, fa parte del protocollo dei Comuni per le Pari Opportunità di Pordenone ed ha la collaborazione dell’associazione Voce donna.

comunicato stampa

Share This