Presentata lunedì 24 ottobre alle ore 11.30, presso la sede della Regione FVG a Udine, la stagione di spettacoli del Teatro Luigi Bon alla presenza dell’Assessore Regionale alla Cultura Tiziana Gibelli, del Sindaco di Tavagnacco Moreno Lirutti, del Direttore dell’ERT FVG Renato Manzoni e del Presidente della Fondazione Luigi Bon Andrea Giavon.
L’Assessore Regionale, la quale teneva alla sua presenza durante la presentazione di questa nuova stagione della Fondazione Luigi Bon, ha evidenziato che <<È un’altra delle importanti tappe sul territorio regionale in cui presentiamo i tanti calendari culturali che segnano il ritorno alla normalità quello della Fondazione Bon ha una valenza maggiore con la sua grande capacità di far crescere il pubblico partendo dai bambini per accompagnarli lungo tutte le fasi della loro vita>>.
Il Sindaco di Tavagnacco Moreno Lirutti ha annunciato, nel suo intervento, la riapertura dell’Auditorium di Feletto Umberto con il 2023, che con una splendida nuova veste accoglierà alcuni degli appuntamenti della Stagione del Tetro Luigi Bon.
Durante la conferenza sono intervenute anche l’Assessore alla Cultura del Comune di Tavagnacco, Ornella Comuzzo – che ha sottolineato la ricchezza di proposte che la Fondazione in sinergia con il Comune riescono a dare al territorio comunale nell’arco dell’anno – e Claudia Leonarduzzi, Assessore alla Cultura del Comune di Pagnacco, che ha voluto precisare l’importanza della formazione delle nuove generazioni alla musica e all’arte, che la Fondazione sta curando con la sua filiera.
Il Teatro Luigi Bon, sostenuto dalla Regione FVG e dal Mic oltre che da diversi comuni, dalla Fondazione Friuli e da diversi sostenitori privati, è riuscito a creare una rete culturale veramente interattiva che ha come scopo principale la diffusione della musica e dell’arte a tutti i livelli. Mai come quest’anno infatti, oltre a presentare un ricco cartellone con famosi artisti, la Fondazione mette in evidenza alcune produzioni nate proprio al suo interno, che lanciano e promuovono giovani artisti di altissimo valore.

Hanno preso poi la parola la referente artistica per il settore produzioni prof.ssa Federica Repini, che ha presentato le produzioni della Fondazione, che vedono protagonisti anche alcuni allievi delle Masterclass di Musica da Camera, e la giovane direttrice Anna Molaro, a cui è stato affidato addirittura il debutto della stagione, proprio una produzione firmata Fondazione Luigi Bon in collaborazione con vicino/lontano e Mittelfest.
L’altra caratteristica saliente della stagione sarà che i programmi musicali verranno raccontati dalla stessa Repini in alcuni appuntamenti o quando verranno presentate le dinamiche di un’orchestra dai direttori Mansutti e Paroni. Infine, ci sarà una settimana interamente dedicata al grande pianista e direttore Alexander Lonquich, che sarà presente sia in qualità di didatta con i migliori gruppi cameristici della Fondazione, sia con una lezione/conferenza e per finire nella veste di direttore e solista con la FVG Orchestra, co-protagonista della stagione del Bon. L’idea fondante è quella di avvicinare nuovo e giovane pubblico togliendo la patina di “difficile” alla parola musica, trasformando l’aggettivo in “magica e indispensabile”. Si partirà con un ciclo di concerti le prime tre domeniche pomeriggio di novembre per l’inaugurazione di Annelies, un progetto di Fondazione Luigi Bon, vicino/lontano e Mittelfest 2022, che dopo il debutto presso la Chiesa di San Francesco vedrà risuonare le musiche di James Whitbourn su testi di Anna Frank, grazie ad un ensemble strumentale e all’accademia del Coro del Fvg, diretti da Anna Molaro. Il secondo appuntamento vedrà l’esibizione di due formazioni cameristiche impegnate nel repertorio beethoveniano e anticipate dalla presentazione e spiegazione di Federica Repini. A concludere il ciclo, il concerto dal titolo ‘900 per 3, dove il Trio Gaubert e il Trio Eris eseguiranno musiche di autori del secolo scorso come Martinů, Gaubert, Rachmaninov e Shostakovich. L’8 dicembre sarà la volta di Pier Paolo Suite di Glauco Venier, omaggio alla figura di Pier Paolo Pasolini in cui alle note eseguite da Glauco Venier e Alba Nacinovich, la Compagnia Arearea dedicherà una coreografia di danza contemporanea, a cui si aggiungeranno letture e drammaturgie. L’ultimo appuntamento dell’anno 2022 vedrà protagonista la FVG Orchestra, l’11 dicembre, in L’ORCHESTRA – Il Maestro di Cappella di Domenico Cimarosa, in cui momenti di bella musica e ilarità ci sveleranno i segreti del suonare in orchestra, grazie alla partecipazione del baritono Johnny Bombino, per la direzione di Paolo Paroni e i dialoghi condotti da Claudio Mansutti.

L’anno 2023 si aprirà con il duo Huelshoff-Mazzocante, violoncello e pianoforte, il 29 gennaio impegnato in un programma variegato che parte dalle architetture immortali della musica di Beethoven per approdare al periodo romantico con Franck e Schumann.
A distanza di un anno esatto dalla sua ultima esibizione, torna a calcare il palcoscenico del Teatro Luigi Bon, il Maestro Grigory Sokolov, l’8 febbraio regalerà ancora una volta un concerto che si preannuncia indimenticabile.
Il progetto Il Carnevale degli Animali e la Musica Francese, presentato dal Cantiere dell’Arte della Fondazione Luigi Bon il 16 febbraio, vedrà l’esibizione di musicisti affermati e talentuosissimi giovani frequentanti le masterclass della Fondazione, in formazione variabile.
Il programma musicale prevede dall’esilarante e famosissimo Carnevale di Saint-Saëns, all’Introduzione e Allegro di Ravel in formazione di settimino per poi divagare in altre formazioni variabili per ascoltare brani di raro ascolto e bellezza.
La stagione fa poi tappa al rinnovato auditorium di Feletto Umberto, il 13 marzo, dove il violoncellista di fama internazionale Luigi Piovano, sarà impegnato con la Fvg Orchestra, nella doppia veste di solista e direttore. In programma, il celebre concerto n. 1 di Shostakovich e Pulcinella di Stravinskij, suite orchestrale tratta dal balletto che il compositore russo scrisse su musiche di autori italiani come Pergolesi, con protagonista la maschera napoletana.

La settimana dal 15 al 21 aprile vedrà protagonista il Maestro Alexander Lonquich, che incontrerà le classi della Masterclass di musica da camera della Fondazione, terrà una conferenza/concerto il 16 aprile presso il Teatro Luigi Bon, dal titolo Sguardi oltre la Frontiera, con musiche di Schumann, Liszt, Schönberg e Busoni. Al termine dell’intensa settimana ci sarà l’esibizione del pianista tedesco, presso l’Auditorium di Feletto, con la FVG Orchestra, sia come solista nel concerto n. 25 di Mozart che come direttore nell’immortale Sinfonia n. 7 di Beethoven.
A conclusione della stagione, sempre a Feletto, potremmo ascoltare l’esilarante Duo comico-classico Igudesman & Joo, violino e pianoforte, protagonisti dello spettacolo “And Now Rachmaninov”. L’autore russo è infatti la colonna sonora principale degli sketch più famosi del duo russo – anglo/coreano formatosi alla Yehudi Menuhin School in Gran Bretagna.
Il programma del cartellone dedicato alla prosa è come sempre gestito in collaborazione con l’ERT FVG e vedrà il debutto il 23 novembre presso il Teatro Luigi Bon con lo spettacolo Instant Theatre 2022-23 Aggiornato, Riveduto e Scorretto con Enrico Bertolino, uno spettacolo in cui narrazione, attualità, umorismo, storia, costume, cronaca, comicità, politica e satira si incontrano sulle assi di un palcoscenico. A seguire, il 14 gennaio L’Anello Forte, con Laura Curino e Lucia Vasini. In febbraio vedremo sul palcoscenico del Teatro Luigi Bon Nota stonata, una produzione Golden Show, per la regia di Moni Ovadia. Giorgio Lupano, il 18 febbraio, sarà impegnato nella nuova produzione di ArtistiAssociati La vita al contrario, Il curioso Caso di Benjamin Button, tratto dal libro di Francis Scott Fitzgerald, che ha anche ispirato un celebre film.
A chiudere la stagione, questa volta presso l’Auditorium di Feletto Umberto il 7 marzo, sarà Michele Serra, celebre giornalista di Repubblica, impegnato in L’amaca di Domani, Considerazioni in pubblico alla presenza di una mucca.

Durante la conferenza stampa è stata data la parola anche a Federico Mansutti che con la cooperativa SimulArte, i comuni e le scuole di musica di Fagagna, Codroipo e Mortegliano senza dimenticare ovviamente la Fondazione Luigi Bon, ha curato il progetto “La Musica per tutti” facente parte del bando regionale Ripartenza Cultura e Sport, che sta coinvolgendo circa 100 ragazzi in un primo apprendimento della musica in maniera gratuita e numerosi artisti in una serie di concerti. Le attività si articoleranno tra novembre e gennaio nei vari comuni dando la possibilità ai musicisti di esibirsi e ai giovani di riavvicinarsi tramite la musica ad una socialità che a causa della pandemia si è notevolmente ridotta.

Info su www.fondazionebon.com, biglietteria@fondazionebon.com tel 0432543049.

Comunicato Stampa

Share This