Ritorna nel Circuito ERT l’intenso monologo Perlasca, il coraggio di dire no, dedicato alla figura di Giorgio Perlasca, commerciante di carni italiano che nell’Ungheria del 1943 contribuì a salvare dalla morte oltre 5’000 persone. Perlasca, interpretato da Alessandro Albertin, anche autore del testo, andrà in scena mercoledì 26 gennaio alle 21.00 al Teatro Adelaide Ristori di Cividale del Friuli.
A Budapest nel 1943 Giorgio Perlasca è ricercato dalle SS. La sua colpa è quella di non aver aderito alla Repubblica di Salò. Per i tedeschi è un traditore. In una tasca della sua giacca c’è una lettera firmata dal generale spagnolo Francisco Franco che lo invita, in caso di bisogno, a presentarsi presso una qualunque ambasciata spagnola.
In pochi minuti diventa Jorge Perlasca e si mette al servizio dell’ambasciatore Ángel Sanz Briz per salvare dalla deportazione quanti più ebrei possibile. Quando Sanz Briz, per questioni politiche, è costretto a lasciare Budapest, Perlasca assume indebitamente il ruolo di ambasciatore di Spagna. In soli 45 giorni, sfruttando straordinarie doti diplomatiche e un coraggio da eroe, evita la morte ad almeno 5’200 persone.
A guerra conclusa torna in Italia e conduce una vita normalissima, non sentendo mai la necessità di raccontare la sua storia, se non a pochi intimi. Vive nell’ombra fino al 1988, quando viene rintracciato da una coppia di ebrei ungheresi che gli deve la vita…

Alessandro Albertin ha scritto questo spettacolo nel quale interpreta ben otto personaggi per raccontare una vicenda che fino a pochi anni fa nessuno conosceva perché – sono le parole del figlio di Giorgio Perlasca, Franco – “mio padre non ha raccontato a nessuno la sua storia, nemmeno in famiglia, semplicemente perché riteneva d’aver fatto il proprio dovere”.

Domani, lunedì 24 gennaio, l’autore e interprete dello spettacolo sarà ospite di Angela Caporale nella videorubrica web del Circuito ERT Il Teatro a Casa Tua. A partire dalle ore 18.30 sui canali Facebook e YouTube ERTFVG.
Maggiori informazioni al sito www.ertfvg.it e contattando il Teatro Ristori (t. 3884969684 | teatroristori@cividale.net)

Comunicato Stampa

Share This