È proposto in sinergia con il Conservatorio di Milano il concerto conclusivo di Musicainsieme 2022 e ci farà spaziare in un florilegio caleidoscopico di arie del melodramma, sul filo rosso “Pazzie dell’Opera”. Appuntamento domenica 13 marzo, alle 11, nell’Auditorium della Casa dello Studente Zanussi di Pordenone, per il concerto che vedrà protagonisti il giovane e talentuoso soprano Federica Cervasio, vincitrice del Premio Conservatorio di Milano 2021 nella sezione canto, accompagnata al pianoforte dal Maestro Eddi De Nadai, co-direttore artistico di Musicainsieme. In programma autori e aria che ci faranno viaggiare nel tempo e nel repertorio lirico, da Leo Delibes (Lakmè, Air de clochettes) ad Ambroise Thomas (Hamlet, A vos jeux mes amis), passando dalla “Traviata” di Giuseppe Verdi (E’ strano…Sempre libera degg’io), attraversando “Il Pirata” di Vincenzo Bellini (Col sorriso d’innocenza), per culminare nella “Lucia di Lammermoor” di Gaetano Donizetti, con la Scena della pazzia. Un repertorio che si preannuncia dunque brillante, virtuosistico, di notevole difficoltà tecnica e di piacevole ascolto. L’ingresso è aperto gratuitamente a tutti i possessori di super green pass, info e dettagli di programma sul sito musicapordenone.it Il cartellone 2022 di Musicainsieme, 45^ edizione della vetrina cameristica ideata e promossa dal CICP – Centro Iniziative Culturali di Pordenone a cura dei Maestri Franco Calabretto e Eddi De Nadai, per il coordinamento della Presidente CICP Maria Francesca Vassallo.

Federica Cervasio si sta specializzando presso il Conservatorio di Milano. Nell’ottobre 2020 ha vinto il Concorso per la VI rassegna Internazionale di Giovani Voci Liriche “Un Talento per Giuditta Pasta”, nel 2021 si è aggiudicata il Concorso Internazionale “New Opera Talent” e il Primo Premio della Prima

Rassegna Internazionale “Adotta un Cantante Lirico” è stata inoltre finalista al Concorso Internazionale Canto Lirico “Ponte” a Milano. Sempre nel 2021 ha vinto il PRIMO PREMIO “Giuseppe Zecchillo” del Conservatorio di Milano e ha debuttato nel ruolo di Gilda in Rigoletto a Saronno per l’Associazione “Giuditta Pasta”. Ha conseguito il Diploma di maturità musicale al Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano come violinista, e si è dedicata allo studio del canto e si diploma al Conservatorio Donizetti di Bergamo (2018) con il massimo dei voti e la lode. Eddi De Nadai è docente al Conservatorio di Milano, ed è stato Pianista Collaboratore alla Fenice di Venezia, Staatsoper di Hannover, “Verdi” di Trieste, e direttore ospite al Teatro dell’Opera di Izmir e in seguito primo direttore ospite al Bolshoi Theater di Tashkent. Svolge una intensa attività collaborando con prestigiose compagini, come l’Orchestra di Padova, Mitteleuropa Orchestra, la Radiotelevisione Slovena, la Sinfonica di Cordoba, la Filarmonica di Bacau, la Filarmonica di Kharkov, Kiev String’s Orchestra, la Radiotelevisione Albanese, l’Opera di Belgrado e Lubiana, Astana Opera. E con importanti solisti quali Bruno Canino, Rocco Filippini, Ferruccio Furlanetto, Luciana D’Intino, Katia Ricciarelli. Ha diretto un vasto repertorio operistico in Italia e all’estero. Recentemente ha diretto Madama Butterfly al Festival Pucciniano di Torre del Lago, The little sweep di Britten al Teatro Verdi di Pisa e Trieste, Maria de Buenos Aires al Comunale di Treviso e ha inaugurato MittelFest 2016 di Cividale con la prima assoluta di Menocchio di R. Miani. Collaboratore di
cantanti di fama internazionale, ha tenuto concerti per prestigiose istituzioni e importanti festivals in tutta Europa, Asia Centrale, Medio Oriente, Argentina, Messico, Stati Uniti.

Comunicato Stampa

Share This