Paesaggi, nature morte e figure come pure forme mentali d’astrazione: Afro (Afro Basaldella), è stato uno dei più grandi artisti del Dopoguerra ed esponente dell’Informale Italiano.

Villa Fleurent (1952), Premio-Acquisto Campari alla XXVI Biennale di Venezia, rappresenta una delle opere di riferimento della pittura di Afro dei primi anni Cinquanta e arriva ora alla Galleria Comunale d’Arte Contemporanea di Monfalcone, andando ad arricchire di valore artistico la già apprezzatissima mostra Punto, linea e superficie. Kandinsky e le avanguardie allestita grazie alla collaborazione tra il Comune di Monfalcone e la Fondazione Musei Civici di Venezia.

“A due mesi dall’inaugurazione – ha commentato l’assessore alla Cultura, Luca Fasan – la mostra ha dimostrato tutto il suo valore, con già 5.000 visitatori che ne hanno potuto apprezzarne la bellezza. Una mostra che avvalora ulteriormente Monfalcone anche sotto l’aspetto culturale e che con l’arrivo di quest’opera avrà un ulteriore elemento di richiamo e di attrattività per la nostra Città”.

Il dipinto, che fu presentato in occasione della personale alla Biennale di Venezia del 1952, rappresenta una delle opere di riferimento della nuova fase di maturazione della pittura di Afro dei primi anni Cinquanta, convergente in un linguaggio astratto di raffinata modulazione cromatica.
«Scartato ogni compassato stilismo – scrive Umbro Apollonio nel testo di presentazione – attua la sua fantasia con una libertà che attinge forza in un contrastarsi, drammatico oppure musicale, del colore e della luce, dove le forme si svelano quasi spuntando come apparizioni magiche».
Afro ha ormai sciolto le ultime tracce neocubiste, verso «un arricchimento spaziale della struttura dell’immagine››; l’impianto totemico si allenta, le linee e le griglie a sostegno della figurazione si assottigliano sino quasi a essere assorbite da una stesura cromatica più fluida e sciolta, rispondente alle esigenze di una «dimensione di filtrata memoria emotiva›› (E. Crispolti).

La mostra Punto, linea e superficie. Kandinsky e le avanguardie è promossa dal Comune di Monfalcone in collaborazione con la Fondazione Musei Civici di Venezia, con il contributo della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia e con il supporto di diverse importanti realtà del territorio, quali la Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia, PromoTurismoFVG, Banca di Credito Cooperativo di Staranzano e Villesse (main sponsor), Il Piccolo e Messaggero Veneto (media partner), Nord Composites Italia e Pragotecna (sponsor).

Galleria Comunale d’Arte Contemporanea di Monfalcone
Piazza Cavour, 44
Telefono: 0481.494177 / 371 / 358
Email: galleria@comune.monfalcone.go.it
www.galleriacomunaleartemonfalcone.it
www.comune.monfalcone.go.it

Orari di apertura
lunedì, mercoledì, giovedì dalle 15.00 alle 19.00;
venerdì, sabato e domenica dalle 10.00 alle 19.00;
sabato e domenica solo su prenotazione con visita guidata (durata 45’) nei seguenti orari: 10.00, 11.30, 13.00, 14.30, 16.00, 17.30

Aperture straordinarie
domenica 17 aprile dalle 15.00 alle 19.00
lunedì 18 aprile dalle 10.00 alle 19.00

Visite guidate
venerdì, sabato e domenica (durata 45’) nei seguenti orari:
venerdì ore 14.30, 16.00, 17.30
sabato e domenica ore 10.00, 11.30, 13.00, 14.30, 16.00, 17.30
Per prenotazione: galleria.didattica@comune.monfalcone.go.it – 0481 494177 / 371

Comunicato Stampa

Share This