VISITA PRESTIGIOSA OGGI A MITTELFEST DIRETTAMENTE DALLA MOSTRA DEL CINEMA DI VENEZIA LA REGISTA DI SARAJEVO JASMILA ZBANICH, IL CUI FILM “QUO VADIS, AIDA?” INCENTRATO SULL’ECCIDIO DI SREBRENICA E’ INDICATO DA MOLTI COME FRA I FAVORITI ALLA VITTORIA DI UN PREMIO ACCOLTA DAL SUO AMICO E MENTORE HARIS PASOVIC DIRETTORE ARTISTICO DI MITTELFEST, HA INCONTRATO ANCHE IL PRESIDENTE ROBERTO CORCIULO, L’ASSESSORA REGIONALE TIZIANA GIBELLI E IL SINDACO DI CIVIDALE STEFANO BALLOCH

Visite prestigiose – fuori programma – oggi, a Mittelfest, dove direttamente dalla Mostra del cinema di Venezia è arrivata Jasmila Zbanich, registasceneggiatrice e produttrice cinematografica bosniaca, vincitrice nel 2006 dell’Orso d’oro al Festival di Berlino per il suo film d’esordio “Il segreto di Esma” . L’artista di Sarajevo ha voluto incontrare il suo amico e mentore Haris Pasovic, direttore del festival, il presidente di Mittelfest Roberto Corciulo con i consiglieri d’amministrazione Mauro De Marco e Livio Semolic l’assessora regionale alla cultura Tiziana Gibelli, il sindaco di Cividale Stefano Balloch.
Zbanic, il cui film “Quo vadis, Aida?”, dedicato all’eccidio di Srebrenica è stato accolto a Venezia da applausi travolgenti alla proiezione per la stampa ed è da molti indicato come uno dei favoriti alla vittoria di un premio, era stata ospite in qualità di artista di Mittelfest 2018, con l’installazione “Razor Wire”, progetto multimediale sul nostro mondo drammaticamente avvolto nel filo spinato.

comunicato stampa

 

 

Share This