Un concerto per dire il nostro grazie a tutti gli operatori della sanità e dell’assistenza
che sono stati e continuano ad essere eroici nella carità.

È da lodare l’impegno di tante persone che in questi mesi stanno dando prova dell’amore umano e cristiano verso il prossimo, dedicandosi ai malati anche a rischio della propria salute. Sono degli eroi! Papa Francesco

Il Concerto per la Speranza vuole essere un messaggio di fiducia e speranza per la ripresa della normalità della vita dopo la fase acuta della grave pandemia che è costata lutti e sofferenze.
È dedicato ai medici, agli infermieri, a tutti gli operatori sanitari, al personale delle strutture dedicate agli anziani, ai legislatori, ai religiosi e a tutte le persone che hanno contribuito e lottato per vincere questa dura e difficile battaglia e che, con fatica e impegno, vogliono riconquistare il loro lavoro, l’indipendenza e la libertà dopo le privazioni e costrizioni subite in questo terribile periodo. Questo concerto vuole anche essere un augurio e un incentivo per impegnarsi nella lotta per ritornare alle nostre abitudini e alla nostra vita con fede, dignità e coraggio, grazie alla forza e alla bellezza della grande Musica.

Il concerto è organizzato dalla Diocesi di Trieste e dalla Nuova orchestra Ferruccio Busoni con il sostegno della Regione Friuli Venezia Giulia, Turismo FVG, Comune di Trieste, Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e Fondazione benefica Kathleen Foreman Casali.

Il programma inizierà con la Sinfonia di Haydn denominata “La Passione” per l’intensità e drammaticità della sua scrittura e proseguirà con il “Nigun di solitudine e abbandono” del compositore triestino Marco Sofianopulo. Ancora per violino e archi “Fratres“, brano meditativo di rara bellezza e suggestione del compositore estone Arvo Part e per concludere con una esplosione di gioia e vitalità l’ “Exultate Jubilate” di Mozart per soprano e orchestra.

* In ottemperanza alle normative vigenti l’accesso alla Cattedrale sarà consentito solo su prenotazione nominativa da effettuarsi tramite l’Ufficio stampa della Diocesi. Le prenotazioni saranno accettate fino alla concorrenza dei posti disponibili in Cattedrale, determinati dalle norme sul distanziamento.

Il concerto sarà trasmesso in diretta televisiva da Telequattro e sulle frequenze di Radio Nuova Trieste

Share This