Contemporanea Agorà non si ferma”, dichiarano gli organizzatori della rassegna musicale che da quasi un quarto di secolo porta nelle nostre terre linguaggi musicali sperimentali e non convenzionali di caratura internazionale. Basti pensare a Stefano Gervasoni (attualmente docente di composizione presso il Conservatorio di Parigi) che, nell’ambito del format “Dialoghi e Suoni”, racconterà la sua storia musicale in un’intervista con il prof. Michele Biasutti. Sarà un’occasione per conoscere l’excursus del maestro, nonché le sue testimonianze su figure fondamentali della musica contemporanea come Luigi Nono e György Ligeti. Seguirà l’esecuzione di alcuni suoi recenti lavori a cura della soprano tedesca Sophie Klussmann e del pianista Aldo Orvieto, mentre la regia del suono sarà curata da Alvise Vidolin, uno dei pionieri italiani della musica elettroacustica.

Il compito di aprire la rassegna è stato affidato a Sergio Sorrentino, musicista sperimentale, improvvisatore, sound artist e compositore che, con la sua chitarra presenterà Electric, un viaggio musicale che va da Steve Reich a John King e da Azio Corghi ai National, e che ribadisce un raro eclettismo.

Non meno interessante la figura di Simone Beneventi, Il percussionista e performer classe 1982, ma con un cospicuo curriculum di collaborazioni e opere (è stato premiato con il Leone d’argento alla Biennale musica di Venezia 2010), in cui ha manifestato una continua ricerca di suoni attraverso percussioni spesso insolite:  gong antichi, meccaniche e il mistico semantron. Una gioia per le orecchie e per gli occhi. Con questo set di marchingegni ci proporrà la performance Cantico Eterno, dove eseguirà composizioni di altri esploratori di suoni contemporanei: Mario Bertoncini, Luigi Ceccarelli, Alexander Knaifel, Thomas Meadowcroft

Altro percussionista è Roberto Dani con la performance Solo per batteria preparata, unico evento che non si svolgerà al Teatro San Giorgio di Udine, ma, grazie alla collaborazione con “Il salotto musicale FVG”, a  Palazzo Pico di Fagagna. Il batterista veneto è nato col progressive rock per poi passare ad una ricerca, che   portandolo a collaborare con teatro e danza, lo ha condotto ad un approccio più fisico alle percussioni. Ha detto di lui il musicologo Carlo Boccadoro; “A cavallo tra composizione pura ed improvvisazione, Dani si è da tempo distinto nel panorama internazionale come uno dei più straordinari musicisti in attività, autore di performance che coinvolgono mente, corpo e suono in un tutt’uno di grande potenza espressiva”.

Non meno interessante sarà Acusmatica, performance proposta in streaming, a cura del direttore artistico Vittorio Vella, incentrata sull’ascolto di materiale musicale elettroacustico proveniente soprattutto dai diversi call for works internazionali, organizzati nel recente passato, che hanno coinvolto migliaia di compositori da tutto il mondo.

Non solo musica in SONUS, un’installazione sonora quadrifonica ispirata dal libro liturgico di antifone di Ludovico di Teck. La ricerca sonora, accompagnata dalle immagini del codice quattrocentesco, è frutto del lavoro del gruppo di ricerca musicale “Suono – Spazio”, una realtà artistica di recente formazione nata con lo scopo di approfondire lo studio delle interazioni tra il suono e gli spazi architettonici all’interno dei quali frequenze e silenzi possano diventare “architettura” parallela. Seguirà, grazie alla collaborazione con Kinoatelje, la proposta di video d’autore selezionati nell’ambito del progetto “Omaggio a una visione”. Saranno presentati dei cortometraggi della sezione Primi Voli / Prvi Poleti / First Crossings dedicata allo sviluppo di nuovi linguaggi cinematografici, quest’anno concentrata principalmente sul suono e sulla musica nei film.

Da ricordare inoltre l’esecuzione delle composizioni vincitrici del tredicesimo concorso internazionale di composizione “Città di Udine” da parte dell’ensemble strumentale Mikrokosmos. L’iniziativa, che ha ottenuto grandi risultati di partecipazione con 455 composizioni da 49 nazioni, gode di prestigiosi patrocini da parte di importanti istituzioni pubbliche e private ed annovera Rai Radio3 in qualità di media partner.

Concludiamo, last but not least, con la professoressa Susanne Kogler, docente presso la Karl Franzens Universität di Graz terrà una conferenza sul tema “L’ascolto e le arti nel XX secolo / Das hören und die Kunst im 20. Jahrhundert“. L’appuntamento è organizzato in collaborazione con l’Università di Graz.

Come si vede un programma corposo che abbraccia musica, installazioni, storia, spesso ibridate tra di loro,  organizzata dall’Associazione Culturale Delta Produzioni, che dà lustro a musiche di non facile fruibilità, ma che hanno uno zoccolo duro di estimatori e possono attirare anche la curiosità di chi si occupa (o si interessa) di nuove forme d’arte. La qualità delle proposte è alta e per goderne basta armarsi di un po’ di attenzione e concentrazione, perché, come diceva Roberto Antoni “ L’avanguardia è alternativa / non fa sconti comitiva

Programma e date:

Venerdì 9 ottobre 2020, ore 21.00 – Teatro San Giorgio – Udine

ELECTRIC

Sergio Sorrentino, chitarra elettrica

Sabato 10 ottobre 2020, ore 21.00 – Teatro San Giorgio – Udine

DIALOGHI E SUONI

Incontro con Stefano Gervasoni e Michele Biasutti

Sophie Klussmann, soprano

Aldo Orvieto, pianoforte

Alvise Vidolin, regia sonora e live electronics

Domenica 11 ottobre 2020, ore 18.00 – Teatro San Giorgio – Udine

L’ASCOLTO E LE ARTI NEL XX SECOLO

Das Hören und die Kunst im 20. Jahrhundert

a cura della prof. Susanne Kogler

Domenica 11 ottobre 2020, dalle ore 20.00 – Teatro San Giorgio – Udine

SONUS

A cura del gruppo di ricerca musicale “Suono – Spazio”

Installazione sonora quadrifonica

OMAGGIO A UNA VISIONE

Primi Voli / Prvi Poleti / First Crossings

a cura di Kinoatelje

Martedì 13 ottobre 2020, dalle ore 21.00 – Streaming su www.taukay.it

ACUSMATICA

Performance di opere elettroacustiche

a cura di Vittorio Vella

Sabato 17 ottobre 2020, ore 21.00 – Teatro San Giorgio – Udine

MIKROKOSMOS

Esecuzione delle opere vincitrici della tredicesima edizione

del concorso internazionale di composizione “Città di Udine”

Domenica 18 ottobre 2020, ore 21.00 – Teatro San Giorgio – Udine

CANTICO ETERNO

Simone Beneventi, percussioni

Sabato 24 ottobre 2020, ore 21.00 – Palazzo Pico – Fagagna

SOLO

Roberto Dani, percussioni

© Daniele Paolitti per instArt

Share This