Regina delle operette, La vedova allegra porta con sé ad ogni messinscena una ventata di fresca felicità grazie alle sue splendide melodie e alla trama ricca di coup de théâtre che non conoscono – anzi! – i segni del tempo. Il capolavoro di Franz Lehár andrà in scena giovedì 10 marzo alle ore 20.45 al Teatro Nuovo Giovanni da Udine in un nuovo allestimento proposto dalla storica Compagnia Corrado Abbati. Ritroveremo così i gloriosi protagonisti di questa meravigliosa operetta – la bella vedova Anna Glavari, l’aitante diplomatico Danilo e molti altri straordinari personaggi – coinvolti in un vorticoso e divertente scambio di coppie, di promesse, di sospetti e di rivelazioni. Ma su tutto, risuoneranno le note indimenticabili dei valzer, dei cancan, delle marce viennesi e delle celebri arie che hanno reso La vedova allegra uno degli spettacoli più amati e rappresentati in tutto il mondo.

Andata in scena per la prima volta a Vienna il 30 dicembre 1904, quando l’operetta era il genere teatrale di punta e la concorrenza spietata, La vedova allegra era quel che si dice uno spettacolo atteso. Il giovane autore delle musiche, l’ungherese Franz Lehár, era pressoché sconosciuto e pochi erano pronti a scommettere su di lui, prima fra tutti la direzione del Theater an der Wien. Il debutto avvenne fra mille impedimenti, con scene e costumi riciclati da altri spettacoli e un direttore assai contrariato per il linguaggio musicale che riecheggiava quello dei “grandi” Puccini, Debussy e Richard Strauss e una partitura troppo complessa. In più la storia era a tratti assai sensuale, soprattutto nei travolgenti valzer del terzo atto. La prima rappresentazione dunque scivolò via in una sala riempita quasi esclusivamente con biglietti omaggio ma, attraverso il passaparola, le serate successive furono un vero trionfo.

Lo scintillante allestimento in scena al Teatro Nuovo Giovanni da Udine ripropone rinnovato il capolavoro di Franz Lehár non senza strizzare l’occhio ai giorni nostri.  A firmarlo è la storica Compagnia Corrado Abbati forte di oltre trent’anni di attività durante i quali ha realizzato oltre una cinquantina di allestimenti. Il suo repertorio spazia dai titoli più noti e “popolari” – come appunto La vedova allegra, Il pipistrello di Johann Strauss su libretto di Carl Haffner e Richard Genée, Cin-ci-là e Il paese dei campanelli della coppia artistica Carlo Lombardo/Virgilio Ranzato – alle operette meno famose ma sempre ricche di fascino come Al Cavallino Bianco di Ralph Benatzky su libretto di Hans Müller-Einigen e Erik Charel, fino alle commedie musicali. Dalla grande tradizione musicale viennese alla “piccola lirica” italiana, la Compagnia Abbati continua a distinguersi per la varietà e le qualità degli allestimenti, svolgendo con entusiasmo un ruolo primario e fondamentale per la crescita e l’affermazione del teatro d’operetta in Italia. Ospite più volte del nostro Teatro, la Compagnia ha calcato per l’ultima volta il nostro palcoscenico nel febbraio 2020 con Il pipistrello.

Biglietteria
Gli sportelli di via Trento saranno aperti dal martedì al sabato (escluso festivi) dalle 16.00 alle 19.00. Giovedì 10 marzo la biglietteria del Teatro sarà aperta dalle 16.00 fino all’inizio dello spettacolo. Gli acquisti come di consueto potranno essere gestiti anche online sul sito www.teatroudine.it o www.vivaticket.it.

Accesso in sala
In ottemperanza alle più recenti disposizioni, per l’accesso in sala rimangono obbligatori il green pass rafforzato e l’utilizzo della mascherina ffp2.
Ricordiamo che tutti gli spazi del Teatro sono igienizzati e sanificati nel pieno rispetto delle linee guida della Normativa vigente anti Covid-19. Un impianto di nuova generazione preleva continuamente aria dall’esterno garantendone il ricambio completo in sala ogni 15 minuti. Il flusso verticale dell’aria dalla base di ogni poltrona verso il soffitto impedisce ad ogni spettatore di entrare in contatto con l’aria respirata dal proprio vicino. L’efficacia contro SARS-COV-2 della tecnologia utilizzata è stata certificata dall’Ospedale Sacco di Milano.

 

giovedì 10 marzo 2022 – ore 20.45
Teatro Nuovo Giovanni da Udine
Via Trento, 4 – 33100 Udine
LA VEDOVA ALLEGRA
libretto di Victor Léon e Leo Stein
da un soggetto di Henri Meilhac
musica di Franz Lehár

con Corrado Abbati, Antonella Degasperi, Fabrizio Macciantelli,
Giovanna Icaobellis, Domenico Menini, Mariska Bordoni, Davide Zaccherini,
Federico Bonghi, Lorenzo Marchi, Cristina Calisi, Matteo Bartoli

Corpo di ballo Balletto di Parma
coreografie Francesco Frola

Orchestra Cantieri d’Arte
Stefano Giaroli direttore

adattamento e regia Corrado Abbati
produzione: InScena Compagnia Corrado Abbati

Comunicato Stampa

 

Share This