La danza contemporanea travolge il confine fra Gorizia e Nova Gorica: un successo, per questa terza edizione di Visavì Gorizia Dance Festival, che ha coinvolto   pubblico e critica in un’atmosfera entusiasta e carica di energia e vivacità. La danza contemporanea ha dimostrato ancora una volta di essere un idioma universale e adatto al pubblico più vario. I molti operatori provenienti da Slovenia, Croazia, Serbia, Austria, Francia, Germania, e da tutta Italia, i danzatori ed gli amanti dell’arte coreutica hanno potuto apprezzare una cinque giorni dedicata a questa straordinaria declinazione della danza, spaziando fra Gorizia e Nova Gorica, con una quindicina di proposte artistiche di alto livello in un clima di festa culturale. L’intento è quello di fare diventare questo spazio un punto di riferimento per la danza italiana e internazionale. L’ultimo giorno di lavoro ha visto Valerio Longo del Balletto di Roma condurre un workshop che ha registrato il sold out nelle registrazioni, mentre nel pomeriggio è andato in scena l’incredibile Visavì Experimental Contest all’SNG di Nova Gorica dove guest d’eccezione è stata MN Dance Company: un momento di creatività ed improvvisazione guidato da Massi da Massa che ha rapito gli spettatori per la sfida ‘fino all’ultimo passo’. Un’occasione per giovani 16 talenti della danza iscritti di mettersi alla prova e confrontarsi attraverso diversi linguaggi fisici. E’ stata una sfida aperta a qualsiasi tipologia e tecnica di danza, in cui i partecipanti hanno messo la propria danza a servizio del messaggio, del concetto o del racconto ricevuto dalla giuria. Alla fine i vincitori di quest’edizione, decretati sia dai giurati Istok Kovač, Valerio Longo e Shorty, sia dal pubblico, sono stati la francese Mawii e Vladimir Gruev dalla Bulgaria che hanno sbaragliato gli avversari Mogli e Tik. A onor del vero bisogna riconoscere che il livello dei partecipanti era altissimo. ‘Questa terza edizione del festival che si chiude in un clima entusiastico e con un successo e un gradimento altissimi – ha aggiunto il direttore artistico Walter Mramor – ci proietta nel futuro con uno slancio particolare a Go2025!, cercando nuovi spunti e nuove proposte artistiche per soddisfare sempre più spettatori e critica. In questi giorni abbiamo avuto modo di tessere nuovi rapporti ed approfondirne altri ed abbiamo avviato interessanti trattative per la prossima edizione. Devo dire che tanto calore e tanta partecipazione danno la carica giusta per progettare il lavoro con entusiasmo’.

comunicato stampa

Share This