Conto alla rovescia per la 25. edizione del festival Jazz & Wine of Peace di Circolo Controtempo che da mercoledì 19 a domenica 23 ottobre porterà fra Cormòns, varie località del Collio italiano e sloveno, Gorizia, Nova Gorica e Gradisca d’isonzo 25 concerti con i grandi nomi internazionali e italiani del jazz.

Con la MINGUS NIGHT “Happy 100th Birthday Charles!” l’apertura sarà sotto il segno della visionaria genialità di Charles Mingus, artista che ha contraddistinto la storia della musica jazz – contrabbassista, pianista, compositore, scrittore, fumettista e molto molto altro – mercoledì alle 20.30 nel teatro di Cormòns. Jazz & Wine of Peace ha voluto celebrare Minugus nel centenario della nascita chiamando sul palco artisti del Friuli Venezia Giulia, per sottolineare anche affettivamente l’appartenenza di Controtempo alla regione: si alterneranno sul palco musicisti dalla fama internazionale a giovani studenti della Scuola di jazz del Conservatorio “Giuseppe Tartini” di Trieste “perché non ci può essere futuro senza ricordare, e omaggiare, il passato”. Partiranno per primi Daniele D’Agaro & Alessandro Turchet con “Mingus Fingers”, repertorio che consiste in una selezione delle composizioni di Charles Mingus in forma di suite dove il colore di tutti i sassofoni e clarinetti (ben otto strumenti) daranno vita ad uno spettacolo unico per questa importante celebrazione della storia del jazz.

Alle 22 sarà la volta di “Viceversa – The Music of Charles Mingus”, il progetto del contrabbassista bisiaco Giovanni Maier (prendendo spunto dalla composizione “Monk, Bunk and Viceversa”) condiviso assieme ad alcuni studenti della scuola di jazz del Tartini di Trieste e al trombettista Flavio Davanzo, sul palco con Riccardo Pitacco al trombone, Gabriele De Leporini alla chitarra elettrica e Francesco Vattovaz alla batteria. “Nella mia vita di musicista molto ho preso dalla musica di Charles Mingus: il suono del suo contrabbasso – così Maier – il suo interesse per le forme estese e le strutture musicali narrative, il voler gettare dei ponti tra la tradizione e l’avanguardia. Ora ho l’occasione di restituirgli il favore cercando invece di far fluire le mie idee personali all’interno della sua musica, in occasione del suo centesimo compleanno. Questo progetto è un viaggio di andata e ritorno da Mingus all’attualità.” Ricordiamo che “Viceversa – The Music of Charles Mingus”è anche uno splendido cd prodotto da Circolo Controtempo e Slou Società Cooperativa.

E per celebrare i suoi 25 anni sabato 22 ottobre alle 11, nella sala conferenze della Cantina Produttori di Cormòns, si terrà un evento speciale intitolato “Jazz & Wine Festival 25. Storia e storie di un festival senza confini”, incontro che chiamerà a raccolta molti di coloro che hanno “fatto” il festival lungo questi venticinque anni e per il quale stanno arrivando contributi in video da grandi musicisti che negli anni hanno preso parte al festival da Ralph Towner a John Scofield, Enrico Rava, ecc… A condurlo, e a raccogliere quello che vuol essere un racconto corale, sarà Luca Vitali, giornalista bolognese, collaboratore di Angelica festival e autore del libro Il suono del Nord (Auditorium edizioni, 2014).

Comunicato Stampa

Share This