La VII edizione della rassegna Fila a Teatro organizzata da Molino Rosenkranz volge al termine riservando un altro appuntamento importante, da vivere insieme.
Iniziata nell’estate del 2021 con le escursioni teatrali dedicate a Dante in location alternative e suggestive del territorio regionale, la rassegna è entrata dall’ottobre scorso nei teatri di Casarsa, Maniago e Zoppola con le proposte dedicate ai ragazzi e alle famiglie. E’ stato un percorso impegnativo e bellissimo allo stesso tempo, un progetto che si è concretizzato con successo e soddisfazione nonostante le difficoltà imposte dalla pandemia. Per Molino Rosenkranz il risultato più importante è la soddisfazione del pubblico, l’interesse generato, la partecipazione e le emozioni suscitate negli adulti e nei più piccoli con spettacoli che hanno portato in scena prime regionali e nazionali, compagnie locali e di altre regioni italiane con un caleidoscopio dei diversi linguaggi teatrali.

Non sarà da meno quest’ultimo appuntamento in programma per domenica 20 febbraio al Verdi di Maniago, alle 16.30, con la compagnia Piccoli Idilli, diretta da Filippo Ughi, e il loro “KANU”, spettacolo vincitore nel 2019 di In Box dal Vivo, una rete di teatri, festival e soggetti istituzionali che seleziona e promuove alcune delle esperienze produttive più interessanti della scena emergente italiana.

Con Bintou Ouattara, accompagnamento musicale a cura di Kady Coulibaly (voce, bara e calebasse) e Ousmane Coulibaly (voce, kora, gangan), “KANU” è un’esortazione all’armonia, alla vita autentica. Un invito ad amare e ammirare tutto ciò che la vita ci offre. In qualche modo, Kanu è la risposta. La risposta a quello di cui il teatro, oggi, ha davvero bisogno.

In lingua bambarà (chiamata anche bamanankan, letteralmente lingua dei Bamanan, è una lingua mandingo parlata in Mali) kanu  significa amore. La narrazione, accompagnata da musica dal vivo, affonda le radici in un racconto africano: il ricordo dei cantastorie d’africa, custodi delle tradizioni orali e depositari della memoria di intere civiltà, diventa uno spettacolo originale, brillante, con tratti di fine umorismo e comicità paradossale.

KANU è la trasposizione teatrale di un racconto, di un immaginario simbolico e di una sensibilità poetica legata a una cultura antica e misteriosa, dove il destino dell’uomo si compie in simbiosi con le forze della natura e il potere occulto della parola. Una cultura di cui sappiamo poco, che oggi bussa alle nostre porte con la sua straripante vitalità, la sua voglia di raccontarsi, il suo orgoglio e la sua eleganza.

“La protagonista racconta una storia, una favola emblematica nei suoi contenuti sociali, affidando il suo evento ad una gestualità ammaliatrice, a movimenti sinuosi, a ritmi incalzanti, alla creatività fantastica di trasformarsi nei diversi personaggi del racconto, al canto, alla danza tipica della cultura africana”.

Attrice e danzatrice, Bintou Ouattara è nota in tutta l’africa francofona per aver interpretato il ruolo di Penda nella serie “Les Bobodiouf”. In Italia ha partecipato a diversi spettacoli di Virgilio Sieni e ha recitato in diverse produzioni cinematografiche e televisive. Nel 2006 ha partecipato al progetto “Terra di Mezzanotte” diretto da Sonia Antinori. Diplomata all’Arsenale di Milano con Ida Kuniaki e Marina Spreafico, collabora con la compagnia svizzera “Progetto Brockenhaus” e con le compagnie di teatro ragazzi “Teatrimperfetti” e “Quanto Basta” con cui ha messo in scena lo spettacolo di teatrodanza “Bianca e Nera”.

Ingresso intero € 6,00
Ingresso ridotto € 5,00 (per le famiglie di 4 o più persone)
Ingresso gratuito per i bambini fino ai 3 anni

Info su www.filaateatro.it
La prenotazione è vivamente consigliata. Inoltre, con la piattaforma vivaticket puoi acquistare subito i biglietti ed evitare il passaggio alla biglietteria
https://www.vivaticket.com/it/acquista-biglietti/associazione-culturale-molino-rosenkranz

Sarà sempre garantito il rispetto delle norme di sicurezza per il contenimento del Covid-19. Verrà richiesto il green pass rafforzato a partire dai dodici anni e l’utilizzo della mascherina fpp2 a partire dai sei anni per tutta la durata dello spettacolo. Si raccomanda l’arrivo anticipato di almeno 15 minuti per garantire il fluido svolgimento delle procedure.

La seconda parte della rassegna è organizzata da Molino Rosenkranz con il sostegno della Regione Friuli Venezia Giulia e della Fondazione Friuli. Partner: Comuni di Maniago, Zoppola, Casarsa della Delizia e Compagnia degli Asinelli.

Comunicato Stampa

Share This