JUDY COLLINS GRANDE ATTESA PER LA LEGGENDA DELLA FOLK MUSIC A FOLKEST DI SPILIMBERGO SABATO 2 LUGLIO 2022 UNICA DATA IN ITALIA L’ICONA DEL FOLK, OLTRE AD ESIBIRSI IN CONCERTO, RICEVERÀ IL PREMIO FOLKEST, UNA VITA PER LA MUSICA LA MATTINA L’ARTISTA SARÀ DISPONIBILE PER UN INCONTRO/APERITIVO AL TEATRO MIOTTO

Judy Collins, un vero pezzo di storia della musica folk internazionale, sarà protagonista di una serata unica per i cultori del genere durante la quale presenterà il suo ultimo lavoro Spellbound, uscito lo scorso febbraio. Sabato 2 luglio 2022 la cantautrice salirà sul palco del festival Folkest di Spilimbergo (PN), una delle più note rassegne di musica folk nel nostro paese. Il festival consegnerà  il Premio Folkest una vita per la musica a questa leggendaria figura artistica, molto attiva anche politicamente e nel campo sociale. I biglietti saranno disponibili sul circuito TicketOne e dal sito folkest.com.
Per chi volesse un incontro più ravvicinato e desidera fare qualche domanda a questa icona della musica, Judy Collins sarà disponibile durante la mattinata di sabato 2 luglio al Teatro Miotto di Spilimbergo, alle 12, per un incontro aperto al pubblico, un evento in collaborazione con l’azienda vitivinicola Ronco Margherita di Pinzano al Tagliamento. Un momento conviviale con l’artista vincitore del Premio Folkest – una vita per la musica “Un aperitivo con…”, che da quest’anno diventerà un appuntamento fisso del festival.
Nel corso della sua lunga carriera, Judy Collins ha sempre mostrato un gusto impeccabile. Nel suo storico album del 1967 Wildflowers ha presentato una straordinaria collezione di pezzi originali insieme a quelli di nomi non ancora noti al pubblico dell’epoca come Joni Mitchell e Leonard Cohen, oltre a una coraggiosa selezione di canzoni di Jacques Brel e Francesco Landini. La sua ricca tavolozza sonora e il dono per la scrittura le hanno consentito di evolversi in una cantautrice poetica e votata alla narrazione. Adesso, nel suo sesto decennio come cantante e compositrice, Judy sta sperimentando un profondo livello di crescita e una rinnovata creatività.Il suo ventinovesimo album in studio, Spellbound, vede Judy godersi una rinascita artistica. I 13 pezzi che compongono il lavoro meritano una menzione speciale nella sua carriera. Per la prima volta in assoluto Judy è autrice di tutti i pezzi, 12 canzoni folk moderne e uno dei suoi evergreen, The Blizzard, come bonus track. Spellbound è un album introspettivo e impressionista, e si dispiega come se Judy fosse la curatrice di una mostra museale sulla sua vita, dandoci il benvenuto in una retrospettiva sui suoi momenti più formativi, alcuni noti e pubblici, altri intensamente personali ed intimi.
Oltre a essere una delle interpreti e autrici più significative della scena statunitense, ha assunto il ruolo di rappresentante dell’UNICEF e ha combattuto per la soppressione dell’uso delle mine terrestri o navali, impegnandosi nell’arco degli anni per significative campagne nel campo del sociale.
È dal 1996 che Folkest assegna il Premio Folkest – una vita per musica, rappresentato da un gioiello creato da Leo Orafo di Spilimbergo, a chi abbia lasciato – nel corso della propria carriera artistica – un segno indelebile nella musica e nella società. Negli anni è stato attribuito, a partire da Ian Anderson dei Jethro Tull, ad artisti di grande calibro come Joan Baez, Noa, Branduardi, Alice, The Chieftains, Valter Sivilotti, Steve Winwood, Luigi Lai, Riccardo Tesi, Enzo Avitabile.
A Spilimbergo il 2 luglio sarà una giornata ricca di appuntamenti. Oltre ai concerti di alcuni dei finalisti del Premio Alberto Cesa e agli appuntamenti Folkclinic,  suoneranno, alle 20.45, in Piazza Garibaldi, i Corte de Lunas, uno dei più significativi gruppi della scena “Fantasy” degli ultimi anni, una band Renaissance Folk Rock made in FVG molto attenta nelle sue composizioni alle origini e alle tradizioni della terra friulana, ritrovando nelle proprie radici territoriali un ulteriore significato di ricerca compositiva e narrativa.
Alle 21.15 in Piazza Duomo spazio al vincitore del Premio Andrea Parodi 2021, il Matteo Leone Quintet.  Da non perdere anche l’inaugurazione della mostra al Palazzo della Loggia alle 10 dell’esposizione dedicata alle chitarre di Wandrè e visitabile fino al 3 luglio.

ÏNFORMAZIONI BIGLIETTI CONCERTO 2 LUGLIO 2022
Luogo: Piazza Duomo – Spilimbergo (PN)
Inizio concerto:  ore 21:15
Costo biglietti in prevendita
Posto unico a sedere: €13,00 (€10 + €3 ddp)
Costo biglietto in serata
Posto unico a sedere: €10,00
Prevendite disponibili presso:
www.folkest.com
www.ticketone.it
Rivendite autorizzate:
Teatro Miotto Spilimbergo – viale Barbacane, 17 – 0427 5123
Angolo della Musica (UD) – via Leonardo da Vinci, 47 a Udine Telefono 0432 477391
Fioreria Punto Verde Tolmezzo – via Matteotti, 4b a Tolmezzo – Telefono 0433 40114
Rivendite ufficiali Ticketone

comunicato stampa
Share This