Informiamo che il FESTIVAL DELLA CANZONE FUNEBRE previsto per il 2 di novembre viene spostato a domenica 5 novembre ore 20,45 sempre a Rivignano Teor.
Non è facile organizzare l’evento in così pochi giorni, ma per fortuna gli artisti si sono dimostrati disponibili quasi tutti, per cui ci sarà qualche piccola novità che renderà l’attesa più emozionante.

Il Comune di RIVIGNANO TEOR in collaborazione con MUSICISTI TRE VENEZIE – UDINE
presentano:FESTIVAL MONDIALE DELLA CANZONE FUNEBRE 2023
domenica 5 novembre ore 20,45 conduce ROCCO BURTONE
i gruppi in gara: ALL’ULTIMO MOMENTO
“All’ultimo momento” è un gruppo musicale costituitosi appositamente per il Festival Mondiale della Canzone Funebre. Anche se con alcuni avvicendamenti nei componenti del gruppo, ha partecipato a numerose edizioni del festival a partire dal 2012. Per l’edizione 2023 si propone una nuova puntata del musical “TIP: Terra, Inferno e Paradiso” (https://www.montessoro.it/TIP.html) iniziato nel 2013. Nell’ultimo episodio (“Di vita, di morte, d’amore”), proposto per il FCCF 2023, Tommy, Bonnie, Trudy discutono con la Morte sui tre temi del titolo per convincerla a rivedere la sua decisione

FABRIZIO DE POI
è il vincitore dell’edizione passata. Piacquero il suo modo di presentarsi come musicista cabarettista e la sua verve ironica che richiama alla comicità degli anni 70, da Jannacci a Cochi e Renato. Torna quest’anno con l’intenzione di bissare il successo precedente e raccontare nuove storie divertenti e decisamente fuori di testa.

PARCè NO?
Alessio de Franzoni e Sara Rigo iniziano a suonare insieme utilizzando non solo il proprio strumento principale, ma sperimentando di volta in volta nuovi strumenti come la fisarmonica, il clarinetto, il flauto, gli ottoni, le percussioni, la voce, rivisitando musiche d’autore, e creando al contempo musica originale di propria composizione. L’altro tratto che accomuna i due musicisti è il desiderio di affrontare particolari tematiche attraverso la loro arte, ovvero creare spettacoli ‘a tema’. Iniziano così collaborazioni con studiosi e appassionati di letteratura, poesia, teatro, fotografia, ecc. e vedono la luce diversi spettacoli che alternano la musica ai testi, in prosa o in versi, letti, raccontati o recitati, spesso arricchiti da immagini accuratamente scelte per l’occasione. Alessio de Franzoni  musiche, fisarmonica e tastiera, Sara Rigo testi, fisarmonica e voce, Alessandro Meroi voce.

FA MEDIO
Il Famedio è un tempio funerario, per lo più con caratteristiche di piccola chiesa o cappella, che nei cimiteri e negli ossarî moderni o in altri luoghi dedicati alla memoria dei defunti ha funzione celebrativa ed è destinato a luogo di sepoltura spec. di personaggi di rilievo (cit. Treccani). Ci sembrava consono alla situazione e a noi ricordava un curioso gioco di parole con un confuso e ambiguo senso musicale.
PIETRO DE GREGORI alla batteria; GIANLUCA NONINO (anche detto “il Nonno”) al basso: MARCO PECCHIARI alla chitarra; ALESSANDRO MASCIA alla voce.
SOGNO INFERNALE: Il testo parla di un immaginario aldilà in cui ci si ritrova tutti indistintamente dopo la morte: un ambiente più equo e solidale in cui soldi, potere e gloria non hanno più l’importanza che avevano, in molti casi, nella vita terrena. L’affilata ironia del testo, sottolineando decisamente questo aspetto, fa comunque riflettere profondamente sul comportamento degli uomini in questa società.

Ospite del festival: CORO CITTA’ DI TRIESTE
Il Coro CITTA’ DI TRIESTE inizia l’attivita’ sotto la guida di Maria Susovsky nel 1989; festeggera’ dunque 35 anni nel 2024, anni nei quali ha studiato ed eseguito, in Italia ed all’estero (Ljubljana, Isola, Weiz, Vienna, Salisburgo, Budapest, Praga, Parigi) composizioni sinfonico-corali di grandi Autori italiani (Puccini, Rossini, Pergolesi, Smareglia, Viozzi, Sinico, Bugamelli) e stranieri come Haendel (Messiah) Beethoven (Nona Sinfonia e Fantasia op. 80) Saint Saens (Oratorio di Natale) Bruckner (Te Deum, Ecce Sacerdos Magnus) Haydn (Theresienmesse) Gruber (Messa Pastorale).

Negli ultimi due anni il Coro ha eseguito in piu’ occasioni la Missa Brevis di Jacob de Haan ed il concerto “ Music for Queen Mary II “ di Henry Purcell,composizione che sara’ presentata al Festival.
E’ in preparazione per la prossima primavera il Requiem in do minore di Luigi Cherubini.
Il Coro e’ diretto dal 2008 da Stefano Lapel.

comunicato stampa

Share This