IL 25 FEBBRAIO

 AL SAVOIA EXCELSIOR DI TRIESTE

APPUNTAMENTO CON

 “A TOO PERFECT PICTURE” 

UNA RIFLESSIONE SUL POTERE DELL’IMMAGINE A PARTIRE DALLE FOTO DI STEVE MCCURRY

 INSIEME A LETTURE E MUSICA

EVENTO NELL’AMBITO DELL’INIZIATIVA 

 “Il sentiero per il Paradiso inizia dall’ Inferno…Aperitivo con l’Arte” 

TRIESTE –  Appuntamento venerdì 25 febbraio alle 20 nella Library del Savoia Excelsior Savoia di Trieste con l’iniziativa “Il sentiero per il Paradiso inizia dall’Inferno…Aperitivo con l’Arte” organizzata dall’Associazione Culturale Adelinquere, grazie al sostegno della Regione FVG, questa volta dedicata alla fotografia di Steve McCurry. 

L’evento spettacolo dal titolo “A too perfect picture” è un racconto nella parole di Massimo Tommasini, direttore artistico dell’iniziativa e fotografo, insieme alla nota attrice Zita Fusco, accompagnati dalle musiche dal vivo di Marco Steffè, alla chitarra, e Tony Kozina, al violino e la giovane Clara Di Giusto.  

Ad aprire l’evento la lettura di “Tanto gentile e onesta pare la donna mia”  in un omaggio a Dante, testo di partenza per una riflessione sul rapporto tra parola e immagine. Cosa hanno in comune infatti Steve McCurry e il Sommo Poeta? Quante parole contengono un istante catturato dalla lente e quante immagini evocano le parole di Dante su Beatrice? “Le foto di McCurry sono noiose”, si legge in un articolo del New York Time Magazine del 2016. 

 Ma è davvero così?  Attraverso letture, anedotti e immagini, tra cui quelle più note a colori e quelle meno conosciute in bianco e nero del famoso fotografo americano, si ripercorreranno gli oltre 40 anni di carriera di Steve McCurry, che ha girato il mondo con i suoi reportage: la storia della famosa bambina afgana dagli occhi verdi, la guerra in Afganistan, la ricerca anni dopo di quella bambina, ormai donna, che è diventata per tutto il mondo un’icona. Ma anche una riflessione sull’immagine oggi, attraverso l’analisi di fotografie più recenti tratte dai media su come la fotografia ci “parli”, descrivendo molto più di quello che si vede, e ci racconti delle storie.

 Non a caso le fotografie sono d’ispirazione per molti autori e da uno scatto sono nati diversi romanzi. Dalle teorie del semiologo Roland Barthes al chimico francese  Chevreul, si analizzeranno i colori e la struttura narrativa dell’immagine, una forma comunicativa che parla di noi, di chi siamo, della nostra storia. Il tutto condito dall’ironia e dalla simpatia di Zita Fusco e Massimo Tommasini e brani musicali pop e contemporanei a partire da Ennio Morricone, passando per Stevie Wonder, fino ad arrivare a Sting.

 A seguire si terrà la degustazione dei vini dell’Azienda vinicola Ronc Soreli di Prepotto (Ud) in collaborazione con l’ONAV (Organizzazione Nazionale Assaggiatori di Vino) e Sara Martellos, accompagnato da stuzzichini. Data la grande richiesta di partecipazione l’evento replicherà a breve.

L’appuntamento, che prevede un’ora di spettacolo e degustazione, ha il costo di 20€. Prenotazione tramite email a:  ass.culturale.adelinquere@gmail.com

www.aperitivoconlarte.it 

Comunicato Stampa

Share This