Monarchia, Repubblica, libertà, dignità sociale, una galattica conferenza nello spazio con Tamigi, Dora, Remo, Carlotta, e un nostalgico re Vinny. Sono i personaggi della “Guida Galattica alla Costituzione. La Costituzione italiana a fumetti”, un progetto editoriale prodotto dall’Associazione Storica Società Operaia di Mutuo Soccorso e Istruzione di Pordenone e realizzato in collaborazione con PAFF! di Pordenone. Centosessanta pagine costituite dalle tavole a fumetti realizzati da Alessandro Lise e Alberto Talami, autori premiati nel 2019 al Comicon per miglior sceneggiatura, che in questo volume traducono in un universo spaziale e immaginario la scrittura della Carta Costituente. Alla Costituzione a fumetti si aggiunge un’appendice che ripercorre i dodici articoli fondamentali realizzata da Sara Loffredi, giurista e autrice da sempre impegnata nel racconto delle questioni civili divulgate ai più giovani. Le note esplicative che accompagnano i fumetti infatti sono d’aiuto a lettori e lettrici, meglio se accompagnati dal corpo insegnante, nel fare propri i principi di solidarietà, uguaglianza e soprattutto quell’imprescindibile senso civico che sarà il faro che li guiderà nei mari della vita. Ed è proprio alle scuole che si rivolge questa pubblicazione, progettata e pensata per essere distribuita tra i giovani studenti della provincia di Pordenone.

Il volume è il frutto di un lungo percorso di riflessione e di promozione dell’educazione civica che da alcuni anni vede impegnata la Storica Società Operaia di Pordenone, nello sforzo di promuovere specialmente tra i più giovani i principi fondamentali della Repubblica italiana. «La Guida Galattica alla Costituzione è la naturale evoluzione del progetto Di sana e robusta Costituzione che la compianta presidente Rosa Saccotelli Pavan ha fortemente voluto e seguito con l’energia che le era propria» ha ricordato oggi Mario Tomadini, presidente della Storica Somsi durante la conferenza stampa di presentazione del progetto che si è tenuta a Palazzo Gregoris. «Oggi la speranza di mantenere inalterati gli ideali che nel 1947 hanno ispirato i Padri Costituenti nel perseguire l’obiettivo di rendere l’Italia giusta, aperta e solidale è affidata alle nuove generazioni che saranno i cittadini e le cittadine di un domani che è sempre più vicino» ha aggiunto Tomadini.

«Il fumetto diventa un “gancio” culturale divertente, semplice e trasversale che permette di incuriosire, di diffondere la cultura e i valori sociali di comunità e fratellanza; di sensibilizzare i lettori, affiancando, senza sostituire, le tradizionali e fondamentali fonti di informazione e conoscenza già esistenti; un passepartout che apre porte di interesse verso argomenti e tematiche fondanti» ha aggiunto in conferenza stampa Giulio De Vita, direttore artistico di PAFF!.

Questo racconto per immagini, con la leggerezza propria dell’arte del fumetto, si addentra tra i principi ispiratori della Carta Costituente e nella storia che portò alla sua scrittura. È un progetto molto ampio, che integra scrittura, disegno e approfondimento storico, realizzato con la supervisione e direzione editoriale di Sara Pavan, referente per la didattica di PAFF!.

«I primi 12 articoli della Costituzione, principi fondamentali che tutto il mondo ci invidia, sono un manifesto di diritti per la realizzazione del singolo: diritto al lavoro, diritto all’uguaglianza, formale e sostanziale, diritto alla pari dignità, alla non discriminazione, diritto al pieno sviluppo della persona e all’effettiva partecipazione all’organizzazione e alla vita del Paese. Questi principi sono anche un impegno solenne della Repubblica che, nel riconoscere e garantire questi diritti inviolabili, ha il compito di rimuovere gli ostacoli sociali ed economici che ne impediscono il pieno esercizio e, conseguentemente, si frappongono al libero sviluppo della persona in quanto tale» ha commentato Domenico Lione, prefetto di Pordenone che in occasione della conferenza stampa ha anche consegnato alcune copie del volume a una delegazione di allievi e studenti delle scuole primarie e delle scuole secondarie di primo grado.

«Durante questi ultimi due anni i principi fondamentali della nostra Carta Costituzionale sono stati più volte invocati da chi si occupa di politica, da chi fa informazione, ma anche da comuni cittadini e cittadine, molte volte sbagliandone il contesto o interpretando le diverse norme, volontariamente o involontariamente, a proprio piacimento. Per questo è importante che vi sia un lavoro educativo rivolto ai ragazzi e alle ragazze delle scuole, capace di sottolineare la portata generale, oggettiva e uniformatrice della Costituzione che è stata scritta in modo semplice proprio per essere comprensibile a tutti, indipendentemente dall’età o dal livello di istruzione. Attraverso il progetto, ma soprattutto con la presente originale pubblicazione realizzata in collaborazione con PAFF!, si intende assolvere proprio a questa azione pedagogica, illustrando la cultura della nostra Costituzione alle nuove generazioni in modo semplice e innovativo» così Tiziana Gibelli, assessore alla Cultura della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, istituzione che da anni accompagna la Società Operaia in questo percorso di promozione della Costituzione e dei suoi principi ispiratori.

Un progetto dunque di lungo corso che al proprio fianco ha sempre visto anche il Comune di Pordenone «l’Operaia ha creato il tessuto sociale stesso di Pordenone, con progetti dedicati alla cittadinanza e diretti soprattutto alle nuove generazioni, come era nell’intendimento della Presidente Saccotelli – ha commentato l’assessore alla Cultura Alberto Parigi – Un lascito che si traduce ancora oggi in idee coraggiose e di alto livello educativo, che contribuiscono al futuro della città in chiave costruttiva e collaborativa. La “Costituzione a fumetti” è anche la migliore dimostrazione di come possa essere utile il fumetto e il ruolo del PAFF!, su cui Regione e Comune hanno puntato, come chiave per raggiungere i giovani, parlando la loro lingua. Del resto i Padri Costituenti usarono il linguaggio eterno e universale della dignità, della libertà, della solidarietà, dell’uguaglianza, princìpi fondamentali che non è mai troppo presto apprendere e mettere in pratica».

Un viaggio dentro la Costituzione italiana «attraverso personaggi fantasiosi che con le loro riflessioni ci fanno capire anche i principi più difficili facendo sì che un argomento pur così complicato sia compreso in maniera chiara e semplice, argomenti che è indispensabile imparare a conoscere fin dall’infanzia per poter diventare in futuro cittadini e cittadine maturi e responsabili, capaci di interpretare i diritti e i doveri individuali e collettivi» ha espresso Giuseppe Morandini, presidente della Fondazione Friuli, che pur non potendo partecipare alla conferenza stampa ha voluto esprimere questo messaggio. La Guida infatti è stata realizzata con il sostegno di Regione Fvg, Comune di Pordenone, Fondazione Friuli, Costam, Itas Assicurazioni, Coop Alleanza 3.0, Marcolin Covering.

I fumetti sono realizzati da Alessandro Lise e Alberto Talami, appendice di Sara Loffredi, direzione editoriale di Sara Pavan, progetto grafico di Luca Tonin, impaginazione di Alessia Agostinis.

GLI AUTORI
Alessandro Lise e Alberto Talami fanno fumetti dal 2001. I loro libri principali sono Quasi quasi mi sbattezzo (BeccoGiallo, 2009), Saluti e bici (BeccoGiallo, 2014), Morte ai cavalli di Bladder Town! (autoproduzione, 2010, premio Nuove Strade del Napoli Comicon), Il Futuro è un morbo oscuro, dottor Zurich! (BeccoGiallo, 2018), Rosa Ananas (Coconino Press, 2020) e le serie autoprodotte Eschaton e Listalamise. Diverse loro storie sono uscite in antologie e riviste; hanno collaborato con Edizioni Zero, Linus, Smemoranda e molti altri.

Sara Loffredi (Milano, 1978) ha pubblicato romanzi per Einaudi (Fronte di scavo), Piemme e Rizzoli. Si occupa delle connessioni tra le norme e la narrazione con il progetto “Sana e robusta Costituzione” che porta in classe il racconto del diritto. È autrice de La Costituzione degli animali, un testo per la scuola primaria sull’Assemblea Costituente (Il Battello a vapore) e de La Casa di Paolo, sulla figura di Paolo Borsellino (Paper First, in uscita illustrato per Rizzoli).

Comunicato Stampa

Share This