Gran Premio Povoletto
Da venerdì 11 a domenica 13 novembre lezioni speciali con Steven Mead e Rocco Rescigno
Sabato il gran finale alla presenza di una giuria internazionale
Concorso internazionale per i giovani talenti degli ottoni

Masterclass con il re dell’eufonio, venerdì 11 novembre a Povoletto, ovvero con Steven Mead ad anticipare il concerto che si terrà all’Auditorium Comunale alle ore 20.45 con lui protagonista insieme alla promessa friulana dello strumento, Giacomo Marcorig, accompagnati dal pianista Matteo Andri. Un appuntamento unico nel suo genere con protagonista la star Mead nell’unica data italiana di questo didatta e solista straordinario, ambasciatore dell’eufonio nel mondo, acclamato dalla critica internazionale, richiesto dalle principali orchestre come virtuoso, con all’attivo oltre settanta produzioni discografiche e innumerevoli concerti.
Un’occasione unica per gli appassionati dello strumento ad ottone, studenti, professionisti e provetti amatori, che avranno così la possibilità di seguire una sua lezione speciale, venerdì 11 novembre dalle ore 9.30 alle ore 17.30 presso la scuola di musica dell’associazione (tutte le informazioni sul sito www.euritmia.it/week-end-gpp).
Sono questi gli eventi preparatori, tra didattica e spettacolo, della nuova edizione del Gran Premio Povoletto, concorso internazionale organizzato dall’associazione Euritmia accompagnata da sostenitori quali la Fondazione Friuli e la Regione FVG tramite l’Anbima regionale e da diversi partner, tra cui la rete European Union of Music Competitions for Youth. Un contest di rilievo che quest’anno si dedica agli strumenti tuba, trombone ed eufonio, con la finale aperta al pubblico sabato 12 novembre a partire dalle ore 14,30 in Auditorium a Povoletto, che prevede l’esibizione dei sei finalisti, under 18 e under 21, provenienti da Italia, Austria, Slovenia, Ucraina, Belgio e Stati Uniti.
Musicisti giovani e di indubbio talento, valutati da una giuria internazionale composta dal re dell’eufonio Steven Mead, dall’Inghilterra, Dušan Kranjc, trombonista solista della Camerata Academica Salzburg, Paul Halwax, primo solista di tuba dei Wiener Philharmoniker e dell’orchestra dell’Opera di stato di Vienna, Rocco Rescigno, trombonista friulano, primo trombone solo dei Duisburger Philharmoniker, primo strumento nelle orchestre delle Radio e dell’Opera di Colonia e Berlino, oltre che docente alla prestigiosa Folkwang Universität der Künste di Essen, e Giacomo Marcocig, eufonista, anche lui friulano, che tra i vari titoli detiene il primo premio al rinomato concorso “Claudio Abbado”.
La cerimonia di premiazione sarà preceduta alle ore 20 dal concerto di chiusura del “Gruppo di ottoni del Conservatorio di Udine”, ad inaugurare l’attesa premiazione dei vincitori del Gran Premio che si dimostra sempre più una vetrina per le giovani promesse, considerato che i vincitori delle scorse edizioni sono ora musicisti acclamati.
Il finale di rassegna firmata Euritmia è domenica 13 novembre, con una nuova masterclass, stavolta dedicata al trombone, con Rocco Rescigno che propone un avvincente workshop dalle ore 9 alle ore 13 per studenti, professionisti ed amatori avanzati. Tutte le informazioni su www.euritmia.it.

comunicato stampa

Share This