Gran finale per il Festival del Giornalismo di Ronchi dei Legionari che, domenica 16, conclude il suo ricco programma di appuntamenti. Nell’ultima giornata si parlerà di caso Saguto e della ‘notte dell’Antimafia’, della Caserma Levante e della strage degli Yazidi, ma anche di elezioni americane, verità e propaganda e dei rischi della professione giornalistica. Da non perdere il monologo di Marta Cuscunà su Andrea ‘Andy’ Rocchelli.

Il momento clou sarà la cerimonia di consegna della VII edizione del Premio Leali delle Notizie, in memoria di Daphne Caruana Galizia, alle 21, al Palatenda. Alla presenza di Matthew Caruana Galizia, figlio della giornalista maltese e direttore della Fondazione a lei dedicata, il riconoscimento sarà consegnato a Sigfrido Ranucci, giornalista d’inchiesta che, da dicembre 2016, è autore e conduttore di Report; a premiarlo Vittorio Di Trapani (presidente Fnsi); presenta Barbara Schiavulli.

Il ricco calendario, però, si aprirà alle 9.30, nell’auditorium, con la masterclass Mobile Journalism, tenuta da Lorella Lombardo (giornalista e direttrice SniperWebTV), Fabio Papalia (cronista di nera e giudiziaria) e Antonio Piemontese (giornalista di economia, clima, esteri).

Alle 10.30, nel giardino di piazzetta Dell’Emigrante, si parlerà de La strage degli yazidi, un genocidio dimenticato, partendo dal libro La luce di Şingal. Viaggio nel genocidio degli yazidi (People, 2024) di Sara Lucaroni; con l’autrice dialogherà Vittorio Di Trapani, presidente Fnsi.

Il focus si sposterà sullo sport con Il Curling bisiac: una storia di successo, con Michele Poloni, presidente ASD Curling bisiac, il sindaco di Claut Gionata Sturam e Paolo Tavian, presidente nazionale Federazione italiana sport invernali paralimpici, moderati dal giornalista Roberto Covaz(alle 11.30, sempre nel giardino di piazzetta Dell’Emigrante). La mattinata si concluderà con un aperitivo con i vini dell’Azienda dei Mastri Vinai Bressan di Farra d’Isonzo, alle 12.30.

Nel pomeriggio sarà ancora disponibile l’intrattenimento per bambini e ragazzi dai sei anni a cura di Valentino Spanghero, collezionista e divulgatore di giochi da tavolo.

Alle 17, al Palatenda, si terrà l’incontro L’America vota: di nuovo Trump vs Biden tenuto dall’analista politico Eric Gad, da Alessia Gasparini, comunicatrice digitale, e da Simona Maggiorelli, direttrice responsabile di Left, moderati dall’inviata Lucia Goracci.

Seguirà la presentazione di Vorrei chiederti di quel giorno. Vita e morte di un ragazzo che era mio padre (Rizzoli, 2024) di Lorenzo Tosa; con il giornalista e scrittore dialogherà Oscar D’Agostino(alle 17.30, nel giardino di piazzetta Dell’Emigrante).

Secondo libro presentato durante la giornata sarà Boomers contro millennials: 7 bugie sul futuro e come iniziare a cambiare (HarperCollins Italia, 2023) di Beniamino Pagliaro, caporedattore di La Repubblica e CEO di Good Morning Italia; dialogherà con lui il vicedirettore dell’Ansa Stefano Polli (ore 18.30, nel giardino di piazzetta Dell’Emigrante).

In piazzetta Francesco Giuseppe I, alle 18, Alex Orlowski (esperto di propaganda online) e Matteo Pugliese (analista di sicurezza internazionale) spiegheranno come Conoscere la verità. Propaganda, intelligenza artificiale e consenso: le nuove guerre ibride; modera Alessio Lasta, inviato di Piazza Pulita LA7.

A seguire, alle 19, Video operatori sugli scenari europei: storie e avventure; sul palco l’inviata Lucia Goracci, il video operatore Micky Stojcic e il fotografo Goran Tomasevic, moderati dal presidente Fnsi Vittorio Di Trapani.

Al Palatenda, alle 19.30, si parlerà de Il caso Saguto e ‘la notte dell’Antimafia’, partendo dal libro La notte dell’Antimafia. Una storia italiana di potere, corruzione e giustizia negata (Compagnia Editoriale Aliberti, 2024) di Lucio Luca; con l’autore, vicecapo redattore di La Repubblica, dialogheranno Enrico Bellavia, direttore de L’Espresso e il giornalista Attilio Bolzoni, moderati da Luana De Francisco.

Caserma Levante, una storia sporca, sarà il tema dell’incontro alle 20, nel giardino di piazzetta Dell’Emigrante, a partire dal libro Gli orrori della caserma Levante. Quando l’ossessione per il risultato favorisce il crimine (Baldini + Castoldi, 2023) di Federica Angeli; assieme all’autrice, giornalista d’inchiesta e prima vincitrice del Premio Daphne Caruana Galizia, dialogherà Timothy Dissegna, direttore de Il Goriziano.

Alle 21.45, sempre al Palatenda, spazio al monologo di Marta Cuscunà su Andrea ‘Andy’ Rocchelli, con accompagnamento musicale di Alessio e Giuliano Velliscig. A seguire, l’appuntamento conclusivo della decima edizione del Festival: In nome della verità: storie di giornalisti che diventano vittime; interverranno la giornalista Federica Angeli, i genitori di Andy Rino Rocchelli ed Elisa Signori, Darline Cothière e Marie Torti, rispettivamente direttrice e membro del Consiglio di amministrazione della Maison des journalistes a Parigi, e Domenico Rubio, moderati dal presidente dell’Ordine dei Giornalisti Fvg Cristiano Degano.

IL PROGRAMMA DI DOMENICA 16 GIUGNO

L’ultima giornata del Festival del Giornalismo si apre, alle 9.30, nell’auditorium Casa della Cultura, con la masterclass Mobile Journalism con Lorella Lombardo (giornalista e direttrice SniperWebTV), Fabio Papalia (cronista di nera e giudiziaria) e Antonio Piemontese (giornalista di economia, clima, esteri).

Alle 10.30, nel giardino di piazzetta Dell’Emigrante, si parlerà de La strage degli yazidi, un genocidio dimenticato, partendo dal libro La luce di Şingal. Viaggio nel genocidio degli yazidi (People, 2024) di Sara Lucaroni; con l’autrice dialogherà Vittorio Di Trapani, presidente della Federazione Nazionale della Stampa Italiana.

Alle 11.30, sempre nel giardino di piazzetta Dell’Emigrante, Il Curling bisiac: una storia di successo, con Michele Poloni, presidente ASD Curling bisiac, il sindaco di Claut, Gionata Sturam, e Paolo Tavian, presidente nazionale Federazione italiana sport invernali paralimpici, moderati dal giornalista Roberto Covaz.

Alle 12.30, ancora nel giardino di piazzetta Dell’Emigrante, aperitivo con i vini dell’Azienda dei Mastri Vinai Bressan di Farra d’Isonzo.

Nel pomeriggio Live @ Festival a cura di Radio Bullets con la direttrice Barbara Schiavulli e, nell’area accanto al Palatenda, intrattenimento per bambini e ragazzi a cura di Valentino Spanghero, collezionista e divulgatore di giochi da tavolo.

Alle 17, al Palatenda, L’America vota: di nuovo Trump vs Biden con l’analista politico Eric Gad, la comunicatrice digitale Alessia Gasparini e Simona Maggiorelli, direttrice responsabile di Left, moderati dall’inviata Lucia Goracci.

Alle 17.30, nel giardino di piazzetta Dell’Emigrante, la presentazione del libro Vorrei chiederti di quel giorno. Vita e morte di un ragazzo che era mio padre (Rizzoli, 2024) di Lorenzo Tosa; con il giornalista e scrittore dialogherà Oscar D’Agostino, responsabile Cultura e spettacoli Messaggero Veneto.

In piazzetta Francesco Giuseppe I, alle 18, Conoscere la verità. Propaganda, intelligenza artificiale e consenso: le nuove guerre ibride con Alex Orlowski, esperto di propaganda online, e Matteo Pugliese, analista di sicurezza internazionale, moderati da Alessio Lasta, inviato di Piazza Pulita LA7.

Alle 18.30, nel giardino di piazzetta Dell’Emigrante, la presentazione del libro Boomers contro millennials: 7 bugie sul futuro e come iniziare a cambiare (HarperCollins Italia, 2023) di Beniamino Pagliaro, caporedattore di La Repubblica e CEO di Good Morning Italia; dialogherà con lui il vicedirettore dell’Ansa Stefano Polli.

Alle 19, in piazzetta Francesco Giuseppe I, l’incontro Video operatori sugli scenari europei: storie e avventure con l’inviata Lucia Goracci, il video operatore Micky Stojcic e il fotografo GoranTomasevic, moderati da Vittorio Di Trapani, presidente della Federazione Nazionale Stampa Italiana.

Al Palatenda, alle 19.30, si parlerà de Il caso Saguto e ‘la notte dell’Antimafia’, partendo dal libro La notte dell’Antimafia. Una storia italiana di potere, corruzione e giustizia negata (Compagnia Editoriale Aliberti, 2024) di Lucio Luca; con l’autore, vicecapo redattore di La Repubblica, dialogheranno Enrico Bellavia, direttore de L’Espresso e il giornalista Attilio Bolzoni, moderati dalla giornalista Luana De Francisco.

Alle 20, nel giardino di piazzetta Dell’Emigrante, Caserma Levante, una storia sporca, a partire dal libro Gli orrori della caserma Levante. Quando l’ossessione per il risultato favorisce il crimine (Baldini + Castoldi, 2023) di Federica Angeli; assieme all’autrice, giornalista d’inchiesta e prima vincitrice del Premio Leali delle Notizie, in memoria di Daphne Caruana Galizia, dialogherà Timothy Dissegna, direttore de Il Goriziano.

Al Palatenda, alle 21, l’attesa cerimonia di consegna della VII edizione del Premio Leali delle Notizie, in memoria di Daphne Caruana Galizia. Alla presenza di Matthew Caruana Galizia, Sigfrido Ranucci, giornalista d’inchiesta che, da dicembre del 2016, è autore e conduttore di Report, sarà premiato da Vittorio Di Trapani (presidente Federazione Nazionale Stampa Italiana) e Giuseppe Giulietti, coordinatore nazionale Articolo 21; presenta Barbara Schiavulli, inviata di guerra e direttrice di Radio Bullets.

Alle 21.45, sempre al Palatenda, spazio al monologo di Marta Cuscunà su Andrea “Andy” Rocchelli, con accompagnamento musicale di Alessio e Giuliano Velliscig. A seguire, l’appuntamento conclusivo della decima edizione del Festival: In nome della verità: storie di giornalisti che diventano vittime; interverranno la giornalista Federica Angeli, Rino Rocchelli ed Elisa Signori (genitori di Andy Rocchelli), Darline Cothière e Marie Torti, rispettivamente direttrice e membro del Consiglio di amministrazione della Maison des journalistes a Parigi, e il gionalista Domenico Rubio, moderati dal presidente dell’Ordine dei Giornalisti Fvg Cristiano Degano.

APERTURA STRAORDINARIA DI VILLA VICENTINI MINIUSSI
In occasione del Festival, il Consorzio Culturale del Monfalconese propone un’apertura straordinaria di Villa Vicentini Miniussi. Domenica 16 giugno, dalle 10 alle 19, la Villa rimarrà aperta al pubblico: si potrà visitare ancora per pochi giorni la mostra Il percorso artistico di Alberto del Bianco, dedicata a Berto Delbianco (1933-1971), artista eclettico di Staranzano, illustratore, disegnatore ironico, collaboratore della RAI, autore di Carosello e di numerose riviste italiane. L’evento è stato promosso all’interno della Settimana del Fumetto.

Le visite guidate, gratuite e condotte da Tiziana Fumis, sono in programma domenica 16 alle 11. Da non perdere anche il corner dedicato alla mostra Macchine volanti 2. Storia ed evoluzione della tecnologia degli aeromobili e pilotaggio remoto, visitabile fino al 7 luglio nella doppia sede di MuCa – Museo della Cantieristica (dal venerdì al lunedì, dalle 10 alle 19) e nell’atrio del Municipio di Monfalcone (dal lunedì al venerdì, dalle 8 alle 14, e il lunedì e il mercoledì dalle 15 alle 18). Nell’atrio di Villa Vicentini Miniussi è presente una scheda tecnica del drone P0 che è esposto nell’atrio del Comune di Monfalcone, gentilmente prestato dal Comune di Ronchi dei Legionari. Maggiori informazioni consultare: www.mucamonfalcone.it  / www.ccm.it

Il Festival del Giornalismo continua a essere un importante momento di formazione: alcuni appuntamenti daranno diritto all’ottenimento di crediti formativi e deontologici da parte dell’Ordine dei Giornalisti. Sarà possibile registrarsi sul sito www.formazionegiornalisti.it o in loco.

Il Festival del Giornalismo ha ricevuto anche quest’anno il patrocinio del Ministero della Cultura. Non va dimenticato, inoltre, il grande sostegno da parte della Regione Friuli Venezia Giulia, dell’amministrazione comunale di Ronchi dei Legionari, della Cassa Rurale del Friuli Venezia Giulia, della Fondazione Cassa di risparmio di Gorizia e della Fondazione benefica Kathleen Foreman Casali di Trieste, senza i quali questa manifestazione culturale sarebbe impossibile da realizzare. Con la X edizione si è, inoltre, insediato un comitato scientifico che aiuta l’associazione a portare avanti un Festival sempre più corposo e di qualità.

L’edizione 2024 del Festival del Giornalismo gode del patrocinio del Salone Internazionale del Libro di Torino. Un’attestazione di apprezzamento e di sostegno a un’iniziativa che il Salone riconosce come meritevole. Il Festival di Leali delle Notizie è stato anche selezionato tra i festival letterari all’interno del progetto “Luci sui festival”. Il patrocinio è stato concesso anche dalle Università degli Studi di Udine e di Trieste.

Nel 2024 si è rinnovata la collaborazione con le associazioni Thesis del Dedica Festival di Pordenone, Vicino/Lontano di Udine, Heraldo Ets del Festival del Giornalismo di Verona, Articolo 21, Treviso Giallo, Fondazione Luchetta, Ota, D’Angelo e Hrovatin di Trieste, Premio Roberto Morrione per il giornalismo investigativo, Associazione Italiana Giornalismo Costruttivo, Forum italo-sloveno di Lubiana per regalare al pubblico un Festival ancora più ricco di incontri. Importanti anche le collaborazioni con il Fake News Festival di Udine, il teatro Miela-Bonawentura di Trieste, l’associazione culturale Apertamente di Monfalcone, l’associazione Illustra di Monfalcone, il Festival dell’Acqua di Staranzano, 24 Onlus, Circolo del tango argentino di Trieste, Libera Presidio di Gorizia, Lettori in cantiere della biblioteca comunale di Monfalcone e l’Associazione editori del Friuli Venezia Giulia. Leali delle Notizie ha anche rinnovato la collaborazione con Google News, servizio online di aggregazione di notizie che gioca un ruolo sempre maggiore nella divulgazione dell’informazione.

INFORMAZIONI

INFOPOINT
Situato in piazzetta dell’Emigrante, durante gli orari del Festival, dove si potrà ritirare il materiale informativo e/o sostenere la nostra associazione, diventando soci. Sarà anche attiva un’area ristoro.

BOOK CORNER
Gestito da Libreria Mondadori Bookstore di Monfalcone e situato accanto al palatenda in Piazzale Martiri delle Foibe

INGRESSO LIBERO

Tutti gli appuntamenti sono a ingresso libero fino a esaurimento dei posti disponibili

Il programma può subire variazioni indipendenti dalla volontà dell’organizzazione
Il caso di maltempo alcuni appuntamenti potrebbero subire delle modifiche di location
Si consiglia di controllare il programma online aggiornato in tempo reale

Il Festival del Giornalismo chiede #VeritàeGiustiziaperGiulioRegeni
All’interno dell’Infopoint si potranno trovare i braccialetti e le spille gialle a offerta libera, per aiutare la famiglia a sostenere i costi delle spese legali.

Il Festival del Giornalismo chiede #GiustiziaperMarioPaciolla
All’interno dell’Infopoint si potranno trovare i braccialetti e le spille arancioni a offerta libera

INFOPOINT TURISMO FVG

Turismo FVG è presente nell’area del Festival, con materiale informativo [www.turismofvg.it]

CONCORSO VETRINE FESTIVAL

Anche quest’anno ogni angolo di Ronchi dei Legionari diventerà parte integrante del Festival del Giornalismo grazie ai numerosi commercianti, esercenti e artigiani che, con entusiasmo, hanno aderito al concorso vetrine. Ognuno di loro ha deciso di dedicare al Festival dall’11 al 16 giugno una vetrina o parte di essa o un’area interna del locale. Durante la manifestazione pubblico e ospiti saranno invitati a passeggiare per le vie cittadine e a votare la vetrina più bella.

Comunicato stampa

Share This