Sono 16 i candidati ammessi al Piccolo Violino Magico 2024 e altri 11 giovani interpreti saranno accolti alla live selection: 4 di loro completeranno la lista dei 20 partecipanti al concorso. Provenienze sempre più variegate e vaste, dalle più diverse parti del mondo.

Il previsto concerto d’apertura del violoncellista Mischa Maisky (1 luglio) è stato annullato per problemi di salute dell’artista.

IL CONCORSO: MISSION
Saranno 20 anche quest’anno i violinisti fino a 13 anni che si contenderanno i premi dell’ottavo “Piccolo Violino Magico”, uno dei più ambìti e prestigiosi concorsi internazionali per giovanissimi talenti dell’archetto, eccellenza del Friuli Venezia Giulia ormai conosciuta e apprezzata in tutto il mondo. La competizione, senza vincoli di provenienza e di nazionalità, si terrà dal primo al 7 luglio 2024 a San Vito al Tagliamento (PN).
La competizione, organizzata dall’Accademia d’Archi Arrigoni di San Vito al Tagliamento, ideata dal grande violinista e docente Pavel Vernikov, anche Presidente di giuria, e da sempre sotto la guida del direttore organizzativo Domenico Mason, vanta partner istituzionali di grande importanza e costituisce un perfetto trampolino di lancio per la carriera dei violinisti, in un ambiente non solo stimolante dal punto di vista professionale e tecnico, ma anche dai rigorosi riferimenti etici.
La competizione, infatti, mira a creare occasioni perché i ragazzi possano conoscersi e relazionarsi tra loro, possano imparare nuovi aspetti della musica, possano esibire il loro talento davanti a un pubblico, insieme a orchestre conosciute: inoltre il concorso fornisce loro i mezzi economici per accedere a una formazione che li aiuti a dare il meglio di sé con la loro musica, alimentando condivisione, sano confronto e nuove relazioni.

PROTAGONISTI E SVOLGIMENTO
I giovanissimi interpreti selezionati per il concorso giungeranno, oltre che dall’Italia, dai più lontani Paesi: Cina, Germania, Corea, Singapore, Taiwan, Stati Uniti, Regno Unito, Canada, Australia, Francia, Giappone, Nuova Zelanda, Ucraina, Svizzera, Bosnia Erzegovina.
Come ogni anno i candidati si dovranno misurare in più fasi di selezione che sfoceranno in due round e la finale, che si terranno tra il 2 e il 7 luglio , durante i quali si cimenteranno in un repertorio d’obbligo, che comprende impegnativi brani dei repertori più svariati, dai cataloghi – tra gli altri – di Pergolesi, Tartini, Vivaldi, de Sarasate, Saint Saëns, Wieniawski, Mozart. Anche per l’edizione 2024 è mantenuta la consuetudine di proporre come brano obbligatorio una pagina espressamente composta per il “Piccolo Violino Magico”, affidata quest’anno a Zoltan Almashi.
Nel corso dei primi due round, i piccoli violinisti saranno accompagnati dall’Accademia d’Archi Arrigoni, mentre per la finale, a cui saranno ammessi ad accedere al massimo quattro talenti, salirà sul palco la FVG Orchestra. Entrambe le orchestre saranno dirette da Giancarlo Guarino.
A testimonianza dell’enorme risonanza internazionale del concorso, le fasi finali del “Piccolo Violino Magico” saranno trasmesse in mondovisione dall’emittente “The Violin Channel” di New York, punto di riferimento globale per gli amanti della musica classica, che ha già seguito le edizioni passate del contest.
Per i premi in palio, come di consueto, il pensiero va alla formazione e alla crescita dei giovani talenti: il primo classificato riceverà una scholarship del valore di 5.000 euro e un pregiato violino del liutaio Fabio Piagentini di Lucca; i premiati a seguire avranno altre borse di studio e diversi premi speciali, oltre che la possibilità di esibirsi con solisti e orchestre di fama in uno o più concerti della stagione 2024/2025 dell’Accademia d’Archi Arrigoni.

L’EVENTO SPECIALE
In occasione della presentazione (21 giugno) sarà annunciato anche un incontro speciale che quest’anno arricchirà il palinsesto degli eventi del concorso: tra le novità dell’ottava edizione c’è, infatti, anche una nuova collaborazione del Piccolo Violino Magico con Fondazione Pordenonelegge.it che incrocerà musica e letteratura, portando a San Vito al Tagliamento un autore e artista molto noto a livello nazionale.
LA GIURIA La Giuria, presieduta come sempre da Pavel Vernikov violinista ucraino, fondatore del Concorso, affiancato dal direttore artistico di Accademia d’Archi Arrigoni, Domenico Mason, annovera la violinista francese Sophie Besançon, multipremiata ed eclettica camerista, oggi docente a Lione; Anna-Liisa Bezrodny, violinista finlandese/estone, già bambina prodigio, che ha suonato e suona nei più prestigiosi contesti mondiali ed è direttrice artistica del Festival di Tallin, oltre che dedita allo sviluppo delle tecniche di educazione musicale dei più piccoli; Nazzareno Carusi, pianista notissimo in Europa e docente alla celebre Accademia Pianistica Internazionale di Imola, fondata da Franco Scala e diretta da Vladimir Ashkenazy, da cui sono usciti, tra gli altri, i migliori pianisti cameristi e accompagnatori del mondo; Maja Jokanovic, nata a Belgrado, formatasi in Russia, violinista che sin da piccola dimostra grande versatilità d’approccio e suona in tutto lo scenario internazionale con i più diversi organic. Chiudono il novero dei giurati la violinista coreana Sunny Lee, che oltre che rinomata interprete, è docente apprezzata e chiamata nelle più grandi Scuole del mondo (in Giappone, negli USA, in Bulgaria,…) ed è direttrice artistica di diversi festival, tra tutti il Seoul International Music Festival; infine il violinista e pedagogo cinese, Dr. Yuan Tian che alterna ottime performance internazionali da solista al fondamentale ruolo di docente: la sua reputazione è nota in Cina, in America e diversi paesi europei, dove forma violinisti che si avviano a brillanti carriere.
Tutte le informazioni, il programma e gli aggiornamenti riguardo al concorso sono pubblicati sul sito internet www.ilpiccoloviolinomagico.it

Comunicato stampa

Share This