Tre giornate appassionanti tra concerti, visite guidate ed escursioni con il Festival Darte, che
mette in rete secondo una formula di cultura inclusiva i comuni di Arta Terme, Zuglio, Paularo
e Cercivento. Sono infatti gli stessi residenti ad essere parte integrante dei programmi musicali
e delle esperienze sensoriali, tra storia locale e paesaggi da riscoprire, in empatia con artisti
riconosciuti, ospiti della rassegna diretta dalla flautista Luisa Sello.
Giovedì 29 luglio alle ore 19 nel sagrato della chiesa settecentesca di San Rocco a Fielis di
Zuglio, luogo incantevole che ospiterà per la prima volta un concerto, il duo composto dalla
violinista Elisa Papandrea e dalla violista Mimma Pugliese, daranno suono ad un programma
“mistico” tra Bach e Haendel incentrato sul “Sentiero delle Agane”.
Venerdì 30 luglio nel giardino di Palazzo Savoia di Arta Terme, il noto attore Gianni Nistri e il raffinato quartetto
Artemisia Classsica, saranno protagonisti di un programma tutto “dantesco”, con letture dalla
Divina Commedia, brani rinascimentali e quartetti di Mozart e Beethoven, in occasione delle
celebrazioni del sommo poeta.
Sabato 31 luglio il programma di chiusura, ricco di iniziative, per cui a Trelli di Paularo, alle
ore 10 prima del concerto sul sagrato della chiesa parrocchiale con i fisarmonicisti Enzo Teon,
stella locale del mantice, e il giovane brillante Antonio Petterin, ci sarà l’incontro con la
tradizione alla scoperta degli scarpez, con le maestre della calzatura carnica Dina e Chiara
Banelli. Alle ore 16.45, nella pieve madre di
San Pietro in Zuglio, ci sarà la visita antecedente il concerto con il duo Antonio Petterin e Luisa
Sello, a cura di Carnia Greeters, per chiudere alle ore 19 nel giardino di Palazzo Savoia ad Arta
Terme con il rinomato quartetto di chitarre Athanor Guitar Quartet, per trame sonore tra
corde, fate e spiriti danteschi.
comunicato stampa
Share This