Un festival diffuso nel tempo e nello spazio, per coinvolgere l’intera comunità dei lettori: bambini e famiglie, operatori, insegnanti e genitori. È Diecimillanta, il Festival della Letteratura per l’Infanzia che nasce in Friuli Venezia Giulia per iniziativa della Associazione Culturale 0432 e per la Direzione artistica dell’autrice Chiara Carminati: l’occasione per festeggiare i primi 10 anni di Crescere Leggendo, storica iniziativa di promozione della lettura a cura di Damatrà Onlus.

Diecimillanta Festival, in programma dal 18 giugno al 3 settembre 2021 in tutto il territorio regionale, è realizzato con il contributo della Regione Autonoma Friuli Venezia-Giulia – Assessorato alla Cultura e si articolerà, attraverso appuntamenti di educazione alla lettura e approfondimento, in dieci tappe, da Spilimbergo a Grado, da San Daniele del Friuli a Udine passando attraverso Tolmezzo, Cordovado, Pasian di Prato, Cervignano, San Giovanni al Natisone e il Centro Balducci di Zugliano, con incontri, letture, dialoghi, eventi scenici e animazioni. A Udine Diecimillanta Festival culminerà, venerdì 3 settembre, nell’incontro speciale con l’autore francese Bernard Friot, in presenza, per un festoso incontro con i suoi lettori. Il festival schiuderà un appassionante viaggio nella letteratura per l’infanzia, lungo tutta la “filiera” del libro: dagli autori alle case editrici, dagli illustratori agli organizzatori di eventi e festival. «La lettura – ha rilevato l’Assessore Regionale alla Cultura Tiziana Gibelli, nel corso della presentazione – rappresenta un’occasione di crescita e di arricchimento personale e culturale, ma anche una delle conquiste più importanti che facciamo da bambini. Imparare a leggere e a scrivere, infatti, ci apre verso l’esterno e ci fa avvicinare al mondo degli adulti. Anche per questo ritengo che iniziative come il festival Diecimillanta, ma anche come l’intero progetto Crescere Leggendo, siano significative per far avvicinare ancora di più i ragazzi alla lettura, affinché quest’ultima diventi una vera e propria passione. Grazie anche a manifestazioni come queste il Friuli Venezia Giulia è una delle regioni italiane in cui si legge di più: un dato che non può che renderci orgogliosi, perché più siamo curiosi, più stiamo bene».
Diecimillanta si propone come un festival a misura di lettore – di qualsiasi eta’, con un’attenzione speciale a bambini e famiglie – animato da molti protagonisti: ci saranno, fra gli altri, l’accademico Giuseppe Patota, la musicista e compositrice Giovanna Pezzetta, l’illustratrice Federica Pagnucco, gli attori/lettori Livio Vianello e Michele Polo, i polistrumentisti Leo Virgili ed Evaristo Casonato, i ricercatori Alice Galletti, Fabrizio Bertolino e Chiara Malpezzi, case editrici come Salani e Editoriale Scienza, riferimento nazionale di settore. «Diecimillanta – osserva Martina Monetti, presidente della Associazione Culturale 0432 – è come una vera festa: un tempo disteso e tanti luoghi dove incontrare adulti, bambini e bambine per parlare di libri e piacere della lettura, ritrovando la rete di collaborazioni che da 10 anni è l’anima di Crescere Leggendo, accanto ad ospiti provenienti da tutta Italia. Diecimillanta per mettere l’infanzia al centro delle proposte culturali, perchè, come scriveva Gianni Rodari “i bambini vengono dal futuro” e il futuro è un bene di tutti e tutte». «Diecimillanta – aggiunge la Direttrice artistica Chiara Carminati –  dimostra come la letteratura per l’infanzia sia una risorsa per tutti, grandi e bambini. Le narrazioni ad alta voce offrono una possibilità unica di stimolo alla lettura individuale e di piacere condiviso. Il programma di Diecimillanta, così equilibrato tra mostre, interventi di approfondimento culturale e narrazioni per bambini e famiglie, dipanandosi per tutta l’estate e su tutto il territorio regionale, unirà le realtà del territorio in un tempo comune, e permetterà di festeggiare i tanti lettori cresciuti in questi dieci anni grazie al progetto Crescere Leggendo».
DIECIMILLANTA: DIECI TAPPE PER IL FESTIVAL DI LETTERATURA PER L’INFANZIA IN FRIULI VENEZIA GIULIA.
Diecimillanta Festival riprende il filo del decennale  con altrettante tappe nei luoghi che sono stati teatro di Crescere leggendo: dieci gli anni festeggiati, dieci i temi approfonditi, dieci le giornate d’estate per trovarsi a parlare di libri e ad ascoltarli, dieci i luoghi della regione scelti per ospitare gli eventi, valorizzando il loro legame con il tema proposto: si partirà, venerdì 18 e sabato 19 giugno, sulle strade delle fiabe a Spilimbergo, città natale di Novella Cantarutti, con un’incursione dell’attore Michele Polo, del Teatro della Sete, attraverso una storica pubblicazione ARLeF di storie illustrate, raccolte dai bambini e raccontate in lingua friulana. Si prosegue venerdì 25 giugno a Tolmezzo, già sede della mostra di Sarmede, con l’illustratrice Federica Pagnucco che dimostrerà “La forza delle figure”, mentre gli attori e lettori Livio Vianello e Oreste Sabadini guideranno il pubblico “Dietro l’orologio”, in una suggestiva cinelettura tratta da “La straordinaria invenzione di Hugo Cabret”, di Brian Selznick. Venerdì 2 luglio il set si sposterà a San Daniele del Friuli, con la sua prestigiosa antica biblioteca, location ideale per un focus sulla poesia dantesca affidato all’accademico e saggista Giuseppe Patota, Professore ordinario di Storia della Lingua italiana all’Università di Siena. “Tendere la lingua come un elastico” titola la lezione che terrà su “Il viaggio delle parole di Dante dalla Commedia al nostro italiano comune“. E sempre a San Daniele del Friuli Diecimillanta proporrà in anteprima la Lettura concerto dantesca “In viaggio con Beatrice”, una produzione allestita per il Festival, firmata dalla compositrice e musicista Giovanna Pezzetta, con i polistrumentisti Leo Virgili e Evaristo Casonato. Tra confusione di parole e musiche infernali, Dante, Beatrice e Virgilio cercano un cammino per riveder le stelle. Si prosegue, venerdì 9 luglio nel bellissimo borgo di Cordovado, dove la divulgazione scientifica sarà cuore pulsante degli incontri con la ricercatrice Alice Galletti, vincitrice nel 2021 della terza edizione del Premio Carlo Poesio di Bologna Children’s Book Fair per la più innovativa e originale Tesi di Laurea italiana in Letteratura per l’infanzia; e con Fabrizio Bertolino, ricercatore in pedagogia all’Università della Valle d’Aosta: due appuntamenti nei quali la promozione del pensiero scientifico viene veicolata attraverso la lettura. Venerdì 16 luglio a Pasian di Prato riflettori sulla casa editrice Salani, motore nazionale delle pubblicazioni di letteratura per l’infanzia. Interverranno inoltre Barbara Schiaffino, Mara Pace e Martina Russo di Andersen, il noto mensile di letteratura e illustrazione per l’infanzia, promotore annuale del prestigioso Premio Andersen. Venerdì 23 luglio, al Centro Balducci di Zugliano il testimone passerà alla scrittrice e interprete Chiara Carminati, Direttrice artistica di Diecimillanta, per “Vita da favola”, lettura e narrazione con proiezione di immagini sulla forza del sogno nella vita e nelle storie di Hans Christian Andersen. A Cervignano del Friuli, venerdì 30 luglio focus sulla pluripremiata Casa editrice Camelozampa con Francesca Segato e le “Letture coraggiose per lettori liberi”, coordinata alle Letture in cuffia “Sulla soglia del bosco” per bambini e bambine coraggiosi a cura di Damatrà onlus. Venerdì 7 agosto a Grado una festa nella festa: quella per Editoriale Scienza, che celebra i 20 anni di due collane molto fortunate ed apprezzate da generazioni di lettori. Di “Lampi di genio e donne nella scienza” converserà Sabrina Stavro. Venerdì 27 agosto a San Giovanni al Natisone ritroveremo insieme, in scena, Chiara Carminati e Giovanna Pezzetta protagoniste del fortunato “In viaggio con Mozart”, La storia di un piccolo grande bambino e della sua musica. Con loro una operatrice culturale, Silvia Colle dell’Ente Regionale Teatrale del Friuli Venezia Giulia, e una ricercatrice in letteratura per l’infanzia, Chiara Malpezzi, per parlare di progetti legati alla promozione della letteratura per l’infanzia.
Gran finale a Udine, venerdì 3 settembre: protagonista sarà Bernard Friot, il grande scrittore francese che in presenza converserà con Damatrà nel corso di un incontro spensierato per salutare lettrici e lettori. In Italia Bernard Friot ha da poco dato alle stampe “Storie di calzini e altri oggetti chiacchieroni” (2020, ed. Il Castoro) e “Un anno di poesia” (2019, ed. Lapis) con traduzione e adattamento testi a cura di Chiara Carminati e con illustrazioni di Hervè Tullet. Bernard Friot è uno dei più originali e amati scrittori per ragazzi. Prima di approdare alla scrittura ha insegnato in una scuola di Lile e poi per quattro anni è stato responsabile del “Bureau du livre de jeunesse” a Francoforte. Friot si autodefinisce uno “scrittore pubblico”, in virtù della necessità che ha di fare spesso incontri con il suo pubblico di giovani lettori per ricaricarsi di emozioni. I suoi racconti nascono per venire incontro a quei bambini e adolescenti con grandi difficoltà nella lettura di cui si è spesso occupato personalmente e il suo obiettivo è trasmettere un’emozione o far nascere un sorriso con storie brevi ma intense. Il suo primo libro di racconti Il mio mondo a testa in giù ha vinto il Premio Andersen 2009 come migliore libro 9/12 anni. Vive e lavora a Besancon in Francia.
Valore aggiunto, per ciascuna tappa, saranno i momenti di narrazione e festa di compleanno del decennale nel segno delle due Mascotte di Diecimillanta, Gigetto e Gigetta, oltre alla mostra digitale itinerante “Leggevo che ero. Ritratti con libro d’infanzia”, un progetto di Andersen in collaborazione con Bologna Children’s Book Fair con fotografie e interviste a cura di Mara Pace, e alla pubblicazione Diecimillanta, curata da Viviana Urban e Erika Milite, che ripercorre le dieci edizioni di Crescere Leggendo con bibliografia ragionata.
DIECIMILLANTA: I LETTORI SI RITROVANO IN PRESENZA, DOPO LA SOSPENSIONE PANDEMICA.
Diecimillante offrirà l’occasione i lettori piccini e adulti, così come agli operatori, di ritrovarsi in presenza dopo la lunga sospensione pandemica. Spiega infatti Paolo Montoneri presidente SBHU – Sistema Bibliotecario del Friuli, che nel corso del 2020 – 2021 si è registrato un calo generalizzato degli accessi presso le biblioteche, in ragione della loro chiusura o limitazione di accesso. Rispetto all’anno 2019 (ultimo confrontabile ante pandemia) il calo per fasce d’età è stato così stimato: anni 0-6 -58%; anni 7-11 -57%; anni 12-18 -50%; adulti-45% Si tratta di dati riferiti a SBHU (Sistema Bibliotecario del Friuli, con Centro sistema Udine) relativi ai prestiti da strutture, ai quali si aggiungono poi i dati dei prestiti digitali attraverso la piattaforma MLOL.
DIECI ANNI DI CRESCERE LEGGENDO: IL PROGETTO, I DATI, IL NETWORKING.
Crescere Leggendo nasceva dieci anni fa, dedicato ai bambini tra i 6 e gli 11 anni, ideato e condotto da Damatrà onlus insieme a una vastissima rete di operatori culturali e biblioteche, con l’intento di rendere la lettura un’abitudine capillare e quotidiana: sviluppando sul territorio regionale presidi strutturati e piani di lavoro pluriennali, creando una rete culturale diffusa, favorendo un ambiente educativo ricco di storie e di libri e per promuovere la lettura condivisa e la narrazione in ambito familiare, scolastico ed extrascolastico. Ogni anno bibliotecari, docenti, librai e professionisti dell’educazione alla lettura, in accordo con i partner istituzionali, hanno identificato un tema guida che ha rappresentato il principale spunto di lavoro poi condiviso, elaborato e declinato negli oltre 170 territori che compongono la rete culturale del progetto. «Damatrà, con l’alleanza dell’Associazione Italiana delle Biblioteche del Friuli Venezia Giulia, è stato il motore di Crescere Leggendo fin dall’inizio – racconta per per la Onlus Mara Fabro – Lo abbiamo subito concepito come un progetto collettivo, capace di dare vita ad un piano strutturato per la promozione della lettura che tenesse insieme tutti: biblioteche, insegnanti, educatori, librai, editori, teatri, mediateche, lettori professionisti, operatori sociali e culturali. Grazie al decisivo appoggio della Regione Friuli Venezia Giulia, delle biblioteche e delle scuole, in questi dieci anni di lavoro Crescere Leggendo ha implementato professionalità e competenze di tutti noi, impegnati quotidianamente nel diffondere la lettura. Un lavoro riconosciuto Dalla Comunità Europea che ha inserito il progetto all’interno delle Buone Pratiche della rete ELINET e dalla stessa Regione, che ne ha promosso l’inserimento all’interno del programma LeggiAMO 0-18». Crescere Leggendo, dall’edizione zero (2010-11) con 60 biblioteche aderenti e 133 attività di educazione alla lettura realizzate coinvolgendo circa 2600 bambine e bambini è arrivata alle due ultime edizioni toccando ben 170 biblioteche di pubblico servizio partecipanti e circa 40 istituti comprensivi coinvolti, con una media di 400 attività di lettura a voce alta realizzate nel corso dell’anno scolastico e circa 9000 fra studentesse e studenti impegnati nelle iniziative proposte. Anche la formazione per docenti, bibliotecari, lettori volontari e genitori ha registrato un aumento significativo, con una media di 15 incontri nelle edizioni 2018-19 e 2019-20 che hanno raggiunto circa 1600 partecipanti. Grande successo di pubblico a libera utenza ha registrato l’edizione dedicata a Rileggere i classici, con 30.000 presenze e più di 100 eventi sparsi su tutto il territorio regionale (anno scolastico 2013-14).
ASSOCIAZIONE CULTURALE 0432
Fin dalla prima edizione di Cresce leggendo ha collaborato al progetto 0432 associazione culturale, promotrice in quest’estate 2021 di Diecimillanta- festival diffuso della letteratura per l’infanzia, evento che celebra  i dieci anni di Crescere Leggendo. L’associazione 0432, nata nel 2000, propone principalmente attività educative rivolte all’infanzia e a chi ne ha cura, realizzando percorsi espressivi tra narrazione, creatività e rapporto con le nature, e corsi di formazione per docenti, educatori, genitori e curiosi di natura. I progetti realizzati uniscono diversi aspetti dell’esperienza del crescere, come la promozione alla lettura, i diritti dell’infanzia, la sostenibilità, la partecipazione, l’intercultura. Le proposte partono dall’idea che l’espressione artistica sia fondamentale per la crescita di ciascun individuo: ogni persona, grande o piccola, si relaziona con gli altri e con l’ambiente che la circonda, in uno scambio continuo aperto all’ascolto e al rispetto. 0432 è fatta di persone che vogliono parlare ad altre persone: bambini, bambine, genitori, insegnanti, educatori, volontari, responsabili di attività istituzionali.

Info: www.crescereleggendo.it pagina  0432/associazione0432 pagina  Damatrà/damatraonlus

comunicato stampa

 

Share This