Continuano al palatenda gli appuntamenti del Festival del Giornalismo a Ronchi dei Legionari.
Migrazioni, femminismo, serial killer e strage di Ustica saranno i temi centrali della terza giornata della manifestazione culturale di Leali delle Notizie.

Si  è avviato  oggi martedì 22 settembre il Festival del Giornalismo di Leali delle Notizie a Ronchi dei Legionari. Stasera alle 20.30 verrà inaugurata la manifestazione culturale che coinvolgerà la popolazione dell’intera zona fino a sabato 26 settembre. Quest’anno il palatenda allestito in Piazzetta dell’Emigrante sarà il luogo principale del Festival, dove si susseguiranno 82 ospiti, presentazioni letterarie e incontri sui temi più scottanti dell’attualità. Stasera si affronterà il tema del Coronavirus e verranno inaugurate due mostre fotografiche: una sui volontari della CRI di Greta Stella nella sede di Leali delle Notizie in Piazzetta Francesco Giuseppe I; l’altra di Paolo Youssef sulle migrazioni al Consorzio Culturale del Monfalconese.
Domani, secondo appuntamento del Festival, si approfondirà il tema delle migrazioni grazie al libro di Angela Caponnetto, ospite al Festival, e si affronteranno altre tematiche quali, l’evoluzione del movimento femminista e la situazione nelle carceri italiane con Ilaria Cucchi.
Nella terza giornata del Festival, giovedì 24 settembre, si continuerà a parlare di donne: alle 18 si terrà un incontro dal titolo “Il sangue matto, la complessità del corpo femminile”. Il panel si ispira al libro della scrittrice Lucrezia Lerro “Il sangue matto”, ospite a Ronchi dei Legionari, la quale dialogherà con il giornalista e scrittore Alessandro Mezzena Lona. Seguirà poi alle 19 l’incontro “22 gradini per l’inferno. Dal mostro di Nerola al Depezzatore di Roma. I serial killer italiani nella scala del Male”. Il panel verrà introdotto e moderato da Gian Paolo Girelli, giornalista Rai Tre FVG, e interverranno: Rita Cavallaro, giornalista e scrittrice, Ilaria Magnanti, profiler, sociologa e criminologa ed Emilio Orlando, giornalista di cronaca nera e giudiziaria, scrittore, docente e opinionista.
Alle 20.30 si terrà la seconda presentazione letteraria di questa edizione del Festival con l’iniziativa Aperitivo Letterario: la giornalista Laura Tangherlini e il musicista Marco Rò presenteranno il libro “Matrimonio Siriano, un nuovo viaggio”. L’incontro verrà moderato da Omar Costantini, giornalista Il Friuli TV sempre al palatenda in Piazzetta dell’Emigrante. Un libro di inchiesta, denuncia e amore che racconta sullo sfondo il peggioramento delle condizioni di vita dei profughi Siriani in Libano e le loro difficoltà in Turchia e Giordania. La presentazione del libro “Fammi parlare. Comunicazione, Fake News, Odio Mediatico e Libertà di Stampa” della scrittrice e giornalista Tiziana Ciavardini invece è stata annullata, a causa dell’impossibilità da parte dei relatori Gioia Meloni e Marino D’Amore e dell’autrice stessa di essere presente a Ronchi dei Legionari.
Si passerà dunque direttamente all’appuntamento delle 21.30 al palatenda con “In quel mare è annegata anche la verità. Ustica: 40 anni di silenzi colpevoli”. L’incontro verrà introdotto e moderato da Luana De Francisco, giornalista del Messaggero Veneto, e interverranno i seguenti relatori: Daria Bonfietti, presidente Associazione Parenti delle Vittime della Strage di Ustica, Antonio Bovolato, Presidente dell’associazione Noi dell’Itavia, Luisa Davanzali, figlia di Aldo Davanzali, proprietario della Compagnia Aerea Itavia, Andrea Foffano, analista di Intelligence, saggista ed editorialista e l’artista Francesco Vieri.
Continueranno gli appuntamenti del Festival anche nelle giornate di venerdì 25 e sabato 26 settembre con ospiti nazionali e internazionali a Ronchi dei Legionari. Ogni pomeriggio inoltre sarà possibile sintonizzarsi su Radio Bullets per ricevere aggiornamenti sulla manifestazione culturale ronchese dalla giornalista di guerra, nonché direttrice dell’emittente radio, Barbara Schiavulli con il programma Live @Festival.
Si ricorda che la realizzazione del Festival del Giornalismo è stata resa possibile quest’anno grazie alla Regione Friuli Venezia Giulia, alla BCC di Staranzano-Villesse, alla Fondazione Carigo, all’amministrazione comunale di Ronchi dei Legionari e ai Comuni di Monfalcone e Sagrado. Non è mancata inoltre la collaborazione da parte di tutte quelle persone e realtà che supportano tutto l’anno le attività di Leali delle Notizie. Non va dimenticato inoltre l’accordo stipulato con l’associazione “Vicino/Lontano” di Udine che, organizzando il festival omonimo nelle stesse giornate, ha condiviso le difficoltà organizzative di quest’anno particolare e con cui Leali ha stretto una collaborazione al fine della buona riuscita di entrambe le manifestazioni.

comunicato stampa

 

Share This