BARBARA BELLONI Band – feat. Pippo Guarnera
Rolling Thunder
a celebration of Bob Dylan

Sabato 9 ottobre 2021
Teatro Aldo Moro | Cordenons | ORE 21:00 | INGRESSO LIBERO (prenotazione obbligatoria)

Barbara Belloni Band presenta il nuovo progetto “Rolling Thunder” un tributo al più grande poeta-cantautore degli USA che ha ispirato e “guidato” intere generazioni di tutto il mondo: Bob Dylan.

Anche in questo caso, come giá per il precedente lavoro su Jim Croce che ha riscosso un ottimo consenso di pubblico e critica anche al di fuori dei confini nazionali, si tratta di una reinterpretazione personale delle sue canzoni.

I brani proposti saranno presi dai vari periodi della vasta discografia del menestrello di Duluth; dal folk degli esordi alla svolta elettrica del festival di Newport e al The Basement Tapes con The Band, dal blues di New Morning al country di Desire e John Wesley Harding fino al rock moderno degli anni 80 e 90 di Infidels e Oh Mercy.

Saranno presentati i grandi pezzi classici, diventati oramai degli standards, proposti dalle più acclamate rock band (Rolling Stones, Guns and Roses, Jimi Hendrix, George Harrison, Norah Jones e non ultimo Francesco de Gregori) unitamente a brani meno conosciuti, ma di sicuro impatto su qualsiasi tipo di pubblico. INFO PRENOTAZIONI SUL SITO WWW.BLUESINVILLA.COM.

LINE UP:

Barbara Belloni (voce)
Pippo Guarnera (organo hammond)
Flamiano Mazzaron (chitarra)
Stefano Sella (chitarra)
Alessandro Arcuri (basso)
Vincenzo Barattin (batteria)

RECENSIONI – QUOTES
“Barbara ha deciso di omaggiare Bob con un ottimo lavoro, prendendo alcune canzoni del Premio Nobel per la Letteratura , farle sue, interpretarle alla sua maniera, personalizzandole, senza mai cadere nell’errore di fare una fotocopia dell’originale”
“Il risultato è sorprendente . “Dylan” è un disco fresco, rivitalizzante, cantato benissimo e suonato meglio….”
Massimo Volpi – Strade Illegali (Luglio 2020)

“La Barbara Belloni Band ha preso per mano dieci celebri pezzi di “His Bobness” e li ha fatti passeggiare nel ventunesimo secolo ringiovanendoli di qualche decennio e regalando loro ulteriore carattere e freschezza.”
Make You Feel My Love è dolce e sinuosa, colma d’amore e meno spigolosa dell’originale. La roughness di Dylan lascia qui il posto alla morbidezza della voce femminile della Belloni che regala al pezzo la consistenza del velluto.”
 Sara Bao – Baoblog – RocknRoll 398 (Giugno 2020)

“Le interpretazioni dylaniane (e non dylaniate come quasi sempre avviene quando si affronta un repertorio talmente delicato) sono davvero meritevoli di un’attenzione di un largo segmento di pubblico – e spero che ciò avvenga.”
“Il gruppo poi è potenziato da quel fuoriclasse che è Pippo Guarnera, che come sempre è esaltante. E poi… in Blind Willie McTeel (una delle mie canzoni preferite) arrivano anche Paul Millns e l’ineguagliabile Roberto Luti (di cui resto sempre un grande fan) e ciao a tutti, ma tutti eh, no qualcuno. TUTTI!”
“Il suono dell’album è notevole, grazie anche al mastering di Gene Paul, figlio del mitico Les!”
Enrico Merlin (Aprile 2020)

“La BBB lo fa attingendo a canzoni che comprendono anche brani non tra i più noti del repertorio di Dylan: tutte le canzoni del disco rivelano però, fin dal primo ascolto, una bellezza adamantina. Ed è proprio la selezione delle canzoni uno dei pregi di questo album”
Fin dalle prime note colpisce il calore del sound impresso dalla BBB, che consente di esaltare le doti vocali della sua leader”
“Un ottimo disco questo della Barbara Belloni Band, con un suono dal grande impatto e con un’alternanza tra brani più lenti e d’atmosfera e altri più grintosi e d’assalto”
 Ricky Barone – L’ISOLA CHE NON C’ERA (Marzo 2020)

Make You Feel My Love con il duetto Barbara Belloni / Pippo Guarnera e Blind Willie McTell valgono l’intero album, tassativamente da non perdere.”
“E’ quasi dissacratorio interpretare Bob Dylan, difficile, un impegno arduo soprattutto se si vuol fare paragoni con gli inarrivabili capolavori del maestro. Ciò nonostante senza alcun pregiudizio, la Barbara Belloni Band ne esce alla grande ed il disco è davvero elettrizzante, benfatto, riuscito.”
“Una scommessa vinta, un disco da ascoltare assolutamente !!!”
 Aldo Pedron – MUSICALMIND (Marzo 2020)

Comunicato stampa

Share This