TurismoFVG ©

Con oltre 6mila e 500 spettatori si conclude ufficialmente la stagione cinematografica organizzata dalla Pro San Vito al Tagliamento in collaborazione con l’amministrazione comunale all’Auditorium Zotti. Uno stop anticipato dettato dalla contingenza dell’emergenza Covid19, nel rispetto delle direttive sanitarie. “Visto che le previsioni parlano di un ritorno alla normalità verso l’estate, è inutile tenere la rassegna “sospesa”  e quindi chiudiamo qui, consci che fino allo stop la rassegna era andata molto bene. La stagione cinematografica sanvitese – ha confermato il direttore artistico della rassegna Alessandro Venier – è infatti sempre molto apprezzata e anche quest’anno probabilmente saremmo riusciti a superare addirittura gli spettatori dello scorso anno. Da ottobre 2019 a febbraio 2020, infatti, gli spettatori sono stati ben oltre 6mila e 500, che hanno apprezzato i film in lingua originale e quelli pensati per famiglie, pellicole d’autore ma anche cartoni animati e proiezioni in collaborazione con le associazioni locali”. “Si tratta di dati assolutamente positivi – ha spiegato Patrizia Martina, presidente della Pro San Vito – che premiano il lavoro dei tanti volontari che si impegnano con costanza ed energie alla riuscita di questi eventi che arricchiscono la proposta culturale sanvitese. Per quest’anno – ha annunciato Martina – la rassegna si conclude qui, uno stop dettato dal momento di emergenza che stiamo vivendo e che speriamo si risolva presto. Ora è fondamentale rispettare gli inviti a rimanere a casa”.

Da ottobre 2019 a fine febbraio 2020 sono stati oltre 45 i titoli entrati nella programmazione cinematografica sanvitese: una proposta ricca e varia, nel segno del cinema di qualità, con diversi titoli che sono stati poi premiati anche agli Oscar, incontri con gli autori, film in lingua originale con sottotitoli in italiano.

La rassegna cinematografica è stata organizzata dalla Pro San Vito al Tagliamento in collaborazione con l’Amministrazione comunale e la Regione autonoma Friuli Venezia Giulia, nonché con Friulovest Banca che ha sostenuto l’acquisto del proiettore digitale.

Comunicato Stampa

Share This