Alpe Adria Puppet Festival 2020: tanti spettacoli per i piccoli… e non solo
Dal 28 al 30 agosto, a Gorizia e Nova Gorica, la Giostra pomeridiana di spettacoli e gli eventi serali

Una grande festa per bambini e famiglie, ma anche per curiosi di teatro e di sperimentazione. La Giostra dell’Alpe Adria Puppet Festival, organizzato dal CTA di Gorizia, dopo il successo riscosso nelle prime tre giornate a Grado (tutte sold out), si sposta fra Gorizia e Nova Gorica, conservando la sua formula e arricchendola di appuntamenti serali con collaborazioni, ospitate e nuove produzioni. In tutto, 122 spettacoli per un Festival che sembra aver trovato la soluzione al problema del sovraffollamento numerico con l’idea combinata del micro, della rotazione e della ripetitività.
I pomeriggi goriziani saranno quindi animati da una serie di mini spettacoli nei giardini e nelle piazze più belle: dal giardino del Municipio, a Piazza S.Antonio; dai Giardini Pubblici, al Castello fino alla Piazza Transalpina di Nova Gorica. In scena, un solo attore e tanti oggetti su un tavolo che funge da palcoscenico; spettacoli già noti, rivisitati e arricchiti in questa occasione dal supporto prezioso degli attori Serena Di Blasio, Elena De Tullio, Alice Melloni, Marta Riservato e Luca Ronga.
Oltre alle recite, un importante convegno è in programma per la giornata di sabato 29 agosto alle 11.00, nella sede della Società Filologica Friulana (Casa Ascoli). L’incontro, a cura di UNIMA Italia, s’intitola Dialogo sul teatro di figura tra generazioni e rigenerazioni e vedrà protagonisti i critici teatrali Alfonso Cipolla e Angela Forti.
Questa seconda parte del Festival, vedrà inoltre tre appuntamenti serali: sabato al Kulturni Center Bratuž alle ore 21.00, Il bacio di una morta, attesissimo, frizzante mix letterario-musicale tratto dall’omonimo romanzo di Carolina Invernizio. È la travolgente storia della contessa Clara che fra amori e gelosie, tormenti e delitti, in uno scanzonato gioco di rimandi e di allusioni, giunge a un epilogo sorprendente. La drammaturgia è di Antonella Caruzzi, i protagonisti sono Paola Roman (voce recitante) e Oliviero Pari (canto e pianoforte). Lo spettacolo si svilupperà sulle note di compositori quali Giuseppe Verdi, Amilcare Ponchielli e Giacomo Puccini; le immagini in proiezione saranno le originali di Francesco Tullio Altan e la regia curata da Alfonso Cipolla. Una coproduzione CTA Gorizia / Istituto per i Beni Marionettistici e il Teatro Popolare di Grugliasco – Torino.
Domenica 30 agosto, sempre al Kulturni Center Bratuž alle 21.00, sarà la volta dello spettacolo Puntindelfarobellavistasulmar con Silvia De Bastiani. È la storia di Lalla che, ormai adulta, racconta una vicenda risalente alla sua infanzia. Nel paese di Puntino la scuola elementare ha solo tre bambini e se non arriveranno nuove adesioni dovrà chiudere entro breve. Lalla ha quindi un’idea: iscriverà a scuola i compagni di giochi fra cui due Barbie, un robot, un tirannosauro, un pinguino di gomma, la gallina di peluche, Pina, e la statuina da collezione del gladiatore Decimo Meridio. Lo spettacolo vuole affrontare, attraverso metafore, i temi della diversità, la paura, il disagio, ma soprattutto l’importanza della dimensione fantastica e giocosa nel percorso di crescita.
Il testo dello spettacolo è di Gigio Brunello e la regia di Gyula Molnár, per una coproduzione Compagnia Alberto De Bastiani / CTA Gorizia.
Infine, venerdì 28 agosto alle 21.00 in Piazza Transalpina (Nova Gorica) andrà in scena uno spettacolo simbolo della collaborazione fra i Teatri di produzione riconosciuti dalla Regione FVG, nata come prima risposta alle gravi difficoltà causate dalla pandemia al settore artistico. Ospite dell’Alpe Adria Puppet Festival, Play with me della compagnia di danza Arearea di Udine. Una danzatrice e un attore scoprono la loro natura giocosa. Che cosa li diverte? Passare da un gioco all’altro senza soluzione di continuità, far lavorare la fantasia, essere nei panni di qualcun altro, diventare ogni cosa, ogni animale. I due protagonisti mettono alla prova la durata del divertimento. Sullo sfondo i loro corpi narrano, senza parole e senza il “c’era una volta”, le infinite possibilità della danza contemporanea. Con Alessandro Maione e Valentina Saggin, su coreografia di Marta Bevilacqua.

La rassegna si svolgerà nel rispetto delle norme anti-Covid e con i dovuti distanziamenti. Punti di riferimento informativo e biglietteria in loco sarà il Box Office nel piazzale del Kulturni Center Bratuž, viale XX settembre 85, Gorizia. Aperto da venerdì 28 a domenica 30 agosto, dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 19.00. Maggiori informazioni al numero + 39 335 1753049.

L’Alpe Adria Puppet Festival è realizzato grazie al sostegno del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, GECT GO / EZTS GO – Gruppo europeo di cooperazione territoriale, Comune di Gorizia, Comune di Grado, Mestna občina Nova Gorica e Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia. In collaborazione con Kulturni Center Bratuž e Società Filologica Friulana.

comunicato stampa

 

 

Share This