Ferri: «Ripartiamo incontrando di nuovo il grande pubblico e le città,
reinventandoci e reinventando il modo di fare teatro, anche al di fuori
delle sale, perché mai come oggi siamo certi che uno dei palcoscenici più
belli sia proprio la nostra regione. Sarà la forza delle idee a farci rialzare»

Al solo sentirne il nome, la memoria corre immediatamente a film come Grease o a serie televisive come Happy Days. Divenuti uno dei simboli degli Stati Uniti anni Cinquanta e sbarcati in Italia nel 1957, i Drive-In hanno realizzato per anni il sogno di godersi il cinema comodamente seduti dentro la propria auto.
In un periodo come questo, segnato dall’emergenza Covid, la compagnia Anà-Thema teatro sfodera dal suo cilindro magico un’assoluta novità in regione, e non solo, per quanto riguarda l’offerta di spettacoli dal vivo. Sta infatti per partire il primo Drive-In teatrale in Friuli Venezia Giulia, un’iniziativa che permetterà di assistere ad uno spettacolo di teatro-musica direttamente dalla propria macchina e, in perfetta sintonia con l’originale Drive-In, anche consumare contemporaneamente la cena.
Ma non è finita qui, perché la stagione estiva di Anà-Thema Teatro, la compagnia di casa al Teatro della Corte di Osoppo e che ha abituato il suo pubblico a spettacoli proposti nei luoghi più insoliti di tutta la regione, ha messo a punto anche un programma di eventi che toccherà molte località del Friuli Venezia Giulia. I dettagli sono stati illustrati oggi, 2 luglio, nel corso di una conferenza stampa organizzata nel parcheggio sotterraneo dell’Hotel Astoria di Udine proprio per richiamare il sapore dei vecchi Drive-In. All’incontro hanno partecipato, tra gli altri, l’assessore regionale alla Cultura e Sport, Tiziana Gibelli, l’assessore alla Cultura del Comune di Udine, Fabrizio Cigolot, il sindaco di Osoppo Luigino Bottoni, oltre che il direttore artistico di Anà-Thema Teatro, l’attore e regista Luca Ferri.

«Anà-Thema Teatro riparte con grande energia e impegno – commenta soddisfatto Ferri –. In questo lungo periodo d’assenza non ci siamo mai spenti, non abbiamo mai lasciato il nostro pubblico e abbiamo mantenuto costante il dialogo attraverso i social e il web. Abbiamo continuato a creare e pensare, perché siamo certi che sarà la forza delle idee a farci rialzare. Ripartiamo quindi – prosegue – incontrando ancora le persone e le città con un grande cartellone di eventi per tutta la famiglia. Lo facciamo reinventandoci e reinventando il modo di fare teatro, anche fuori dalle sale, perché mai come oggi siamo certi che uno dei palcoscenici più belli sia proprio la nostra regione».
Con un simpatico fuori-programma, Gibelli è salita per portare i suoi saluti su una Mini Roadster cabrio, posizionata scenograficamente nel parcheggio. «Tutti – ha dichiarato seduta, microfono in mano, dall’interno dell’autovettura – stiamo cercando di farci venire delle idee alternative in questo periodo, perché la convivenza forzata con il Covid ci sarà ancora per un po’ e fino a quando non avremo un vaccino saremo tutti costretti a prendere delle precauzioni. Questa convivenza forzata, però – ha rimarcato – ci pone dei problemi ai quali dobbiamo anticipare delle soluzioni. Ed è quello che sta facendo Anà-Thema, che mai quanto quest’anno sta ragionando su luoghi diversi dove tradizionalmente c’è un palcoscenico».
L’entusiasmo per l’iniziativa manifestato dall’assessore regionale è stato ripreso anche da quello comunale, Cigolot. «Il cartellone di Anà-Thema arricchisce – ha commentato – il cartellone estivo anche di Udine con vari spettacoli tra cui quello in castello, dove ormai la compagnia è quasi di casa da anni. Come amministrazione ci stiamo dando molto da fare per ristrutturare quello che è il simbolo del Friuli, ma una volta abbellito dobbiamo far vivere questi edifici. Strutture – ha concluso – che vivono grazie anche all’intraprendenza e alla genialità di persone come voi che riuscite ad inventare sempre dei motivi nuovi e delle proposte accattivanti che le riempiono».
Di ripartenza e dell’importanza di riportare il teatro nella sua comunità, ha parlato il sindaco di Osoppo, Bottoni. «A causa della pandemia – ha ricordato il primo cittadino – la stagione teatrale a Osoppo si è interrotta bruscamente e abbiamo vissuto questo come un momento particolarmente triste. Ora, però, nonostante tutte le limitazioni, la volontà di ripartire, anche con idee nuove, è grande. Siamo quindi molto contenti e orgogliosi che Anà-Thema riapra nuovamente la Corte di Osoppo con un programma di teatro per ragazzi e non solo».

Il Drive-In teatrale, il primo in Fvg (e non solo)
Che il pubblico possa assistere a uno spettacolo teatrale, stando comodamente seduto all’interno della propria auto, in regione non si era mai visto fino ad ora. E, ad esclusione di alcuni progetti annunciati nei mesi scorsi, nemmeno nel resto della penisola, ad eccezione di proiezioni cinematografiche. L’idea di Anà-Thema, quindi, si conferma ancora una volta innovativa e all’avanguardia. Il luogo scelto per questa inedita proposta è il grande prato, quasi un’arena naturale, che si trova a Cassacco a fianco dell’agriturismo “Qui Wolf Udine” (via Giovan Battista Tiepolo). Qui il 16, il 23 e il 30 luglio (per due repliche a sera, una alle 19 e una alle 21.30) andrà in scena in prima assoluta lo spettacolo concertoRicordi e canzonette”, un viaggio tra musica e parole per addentrarsi nelle atmosfere degli anni Trenta, Quaranta e Cinquanta, proprio quando facevano per la loro prima volta capolino i primi Drive-In statunitensi. Sul palco gli attori Luca Ferri e Luca Marchioro e le scoppiettanti “Crunchy Candies”, le “Caramelle croccanti”, sestetto composto da una sezione ritmica di chitarra (Mr. Al), contrabbasso (Mr. Matthew) e batteria (Mr. Cris) e che vede come protagoniste indiscusse le tre voci femminili di Marion, Claire e Julie, cantanti che con i loro intrecci vocali, creano particolari armonie sul tappeto musicale “offerto” loro dai tre strumentisti. “Ricordi e Canzonette” è un tuffo a ritroso nel tempo, tra atmosfere musicali degli anni ‘30 ‘40 e ‘50 con brani italiani e internazionali, arricchite dalla cornice suggestiva ed emozionante di racconti, storie e fatti dell’epoca.
All’inizio l’ingresso sarà consentito a una cinquantina di macchine, anche se l’arena può contenere fino a circa 100 autovetture. Gli spettatori saranno accompagnati a parcheggiare l’auto negli stalli riservati. All’atto della prenotazione sarà inoltre possibile scegliere se consumare anche uno dei menu proposti dall’adiacente agriturismo, il cui personale porterà direttamente le pietanze e le bibite nelle auto del pubblico. E gli applausi a fine concerto? Si trasformeranno in “colpi” di clacson.

Ma le proposte per l’estate 2020 di Anà-Thema, segnata come ormai tutti sanno dalle misure di distanziamento sociale causato dall’epidemia da Covid-19, non si fermano qui.


Peter Pan – il nuovo spettacolo itinerante lungo i principali centri del Fvg
Sta per debuttare Peter Pan, il nuovo spettacolo itinerante divenuto ormai appuntamento tradizionale nell’offerta di Anà-Thema teatro e sempre molto seguito dal pubblico di tutte le età.
La prima sarà nelle profondità della Grotta Gigante di Sgonico (Ts) l’11 e il 12 luglio, per poi proseguire il 18 a Venzone, il 19 nel castello di Udine e il 26 a Cimolais (Pn). Date a cui se ne aggiungeranno presto altre in via di definizione. Le norme di sicurezza cambieranno la formula ormai rodata. Non sarà più il pubblico, infatti, a raggiungere di volta in volta le “stazioni” dove incontrare i personaggi della storia, ma saranno quest’ultimi a raggiungere gli spettatori suddivisi in gruppi in diverse location e comodamente seduti ad aspettare l’arrivo degli attori.
Non mancheranno le “cene con delitto” in versione covid-free
Non potevano mancare nel cartellone nemmeno le famose “cene con delitto” in cui il pubblico, oltre ad assaporare un gustoso menu proposto di volta in volta in un locale della regione (Nimis, Cassacco, Codroipo, Tarcento ed altri ancora), si deve arrovellare per scoprire, insieme al commissario Matranga, chi è l’assassino di un’intricata vicenda messa in scena dagli attori della compagnia.

Alla scoperta dei misteri di Udine
Il 6 agosto, inoltre, partirà la nuova edizione di “Udine del mistero”, l’ormai seguitissimo viaggio a piedi, con partenza da piazza XX Settembre a Udine, alla scoperta dei misteri e dei segreti nascosti tra le vie, le piazze e i palazzi storici del centro cittadino. Una visita di Udine guidata e teatralizzata, insolita e misteriosa, con l’amatissimo commissario Agostino Matranga, protagonista delle cene con delitto, delle trasmissioni radio e tv.

La Corte di Osoppo diventa il cuore del teatro ragazzi
Se il programma estivo si dipana in tanti centri della regione, la “casa” della compagnia, ovvero la Corte del Teatro di Osoppo, si trasforma ora, grazie anche al sostegno della Fondazione Friuli, nel luogo deputato per proporre il teatro dedicato ai più piccoli. Un grande palcoscenico, montato all’esterno proprio al centro della Corte, il 7, 14 e 21 luglio farà da cornice ad altrettanti spettacoli con i personaggi più amati e conosciuti dal grande pubblico come il Gatto con gli stivali (7 luglio), il Pifferaio magico (14 luglio) e Gino, Pino e la lampada di Aladino (21 luglio).

Le visite teatralizzate al Giovanni da Udine
In collaborazione con il Teatro Nuovo Giovanni da Udine, gli attori della compagnia proporranno poi, il 15 e il 28 luglio e il 25 agosto (inizio alle 17.30), delle visite teatralizzate al più grande teatro del capoluogo friulano.

..e per finire…gli spettacoli nei boschi
Non bastavano cavità carsiche, castelli, anfiteatri naturali. Anà-Thema teatro porterà alcuni suoi spettacoli anche nelle tranquille e ombreggiate atmosfere dei boschi della regione (Pagnacco e Cividale). L’iniziativa, “Palchi nei parchi” è organizzata dalla Regione Friuli Venezia Giulia.

Per tutte le informazioni più precise, gli orari, le prenotazioni e i dettagli tecnici è possibile contattare la segreteria della compagnia telefonando allo 04321740499 o al 3453146797, o inviando una email all’indirizzo info@anathemateatro.com

Comunicato stampa
Share This