CINEMA E STORIA: IL PUNTO DI VISTA DELLA MACCHINA DA PRESA

Il secondo incontro del ciclo “Fare storia ai tempi della rete”, mercoledì 9 settembre, metterà in luce il ruolo della comunicazione cinematografica nella narrazione di capitoli storici cruciali dell’Italia.

Entrano nel vivo gli appuntamenti di “Fare storia ai tempi della rete”, la serie di tre incontri a ingresso libero proposta dalla sezione udinese dell’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia (ANPI) in collaborazione con il Comune di Udine. Mercoledì 9 settembre, alle ore 20.00, nell’area verde dell’ex caserma Osoppo (in via Brigata Re, 29) lo storico Tommaso Chiarandini e l’esperto di cinema Benedetto Parisi tratteranno il tema “Cinema e storia: il punto di vista della macchina da presa”. Attraverso spezzoni di film saranno raccontate alcune fasi cruciali della recente storia d’Italia: la Seconda Guerra Mondiale, il dopoguerra e i primi anni Cinquanta, tra speranze e delusioni dopo la libertà riconquistata. Passando dall’uso del drammatico bianco e nero alla “leggerezza” del colore si intraprenderà un percorso che dall’idealità e dalla mitizzazione approderà alla stagione del dubbio e dell’ambiguità.
In caso di maltempo l’incontro si terrà nella sala eventi dell’ex caserma Osoppo e l’ingresso, come detto, è libero e gratuito. Per partecipare, è obbligatorio prenotare scrivendo all’indirizzo e-mail anpiudine@gmail.com oppure telefonando al numero 0432.504813, che risponde da lunedì a venerdì dalle 9.30 alle 13.00. La serata si svolgerà nel rispetto della normativa per il contenimento del contagio da Covid-19. È richiesto l’uso della mascherina nel corso dell’evento.

comunicato stampa

 

Share This