Giovedì 20 ottobre l’Associazione culturale Colonos APS organizzerà il primo dei due eventi in programma a suggello di Avostanis. A Gradisca d’Isonzo, presso la Galleria regionale di arte contemporanea Luigi Spazzapan, alle ore 18, verrà ospitata la presentazione ufficiale, con dibattito, del video che Paolo Comuzzi ha realizzato per documentare l’evento “A brene vierte”, che si è tenuto l’11 settembre negli spazi dell’Agriturismo ai Colonos, e del relativo DVD. L’incontro verrà introdotto da Lorenzo Michelli, curatore e conservatore della Galleria Spazzapan, a cui seguiranno gli interventi dei curatori Michele Bazzana e Angelo Bertani, del regista e degli artisti. L’evento è organizzato dall’Associazione Colonos, in collaborazione con la Galleria regionale d’Arte contemporanea Luigi Spazzapan, il contributo regionale attraverso l’ARLeF e il sostegno di Fondazione Friuli. Sono 21 gli artisti coinvolti, 6 le squadre e due gli ospiti speciali fuori concorso: Marco De Luca e Roberta Maioli. Caposquadra: Franco Ciot, Tommaso Sandri, Benedetta Fioravanti, Kristian Sturi, Giulia Iacolutti e Davide Bevilacqua. Per il centenario della nascita di Pasolini, i Colonos proseguono in un percorso di riscoperta del pensiero e dell’opera del poeta che scandisce la storia dell’associazione culturale fin dalla sua origine. Titolo emblematico della trentunesima edizione di Avostanis è Un paìs no me”, ossia la consapevolezza di un mutamento, la fine irreparabile di un mondo, quello contadino, e l’affermarsi di una società a dittatura consumistica in cui Pier Paolo Pasolini non si riconosce e rispetto alla quale si sente straniero. Cambiata è la società così come cambiato è il senso di appartenenza alla propria terra che forse non è più propria. L’aga dal “me paìs” del verso del 1941 diventa aga di un “paìs no me” nel 1974.

comunicato stampa

Share This