Laura Catrani con Tiziano Scarpa e Peppe Frana © Lucio Censi

Il cartellone 2021 del Teatro Verdi di Pordenone si chiude su un nuovo appuntamento musicale del percorso A proposito di Dante, che il consulente musicale del Verdi Maurizio Baglini ha individuato quale filo conduttore di una serie di concerti dove l’opera del Poeta si riflette nella musica contemporanea con rimandi alla Divina Commedia. Martedì 21 dicembre alle 18.00 il sipario si alza sull’ultimo progetto del soprano riminese Laura Catrani – unanimemente considerata dalla critica voce di riferimento per il repertorio del Novecento e contemporaneo – “Vox in bestia. Un prontuario di animali divini” con composizioni per voce sola con testi e voce narrante affidati allo scrittore Tiziano Scarpa.

Cerbero, il colubro, l’aquila, la colomba, l’ape, l’agnello. Ma anche la cicogna, l’astor, i vermi e i botoli… La Commedia di Dante, tra le sue pieghe infinite, offre il dono di uno straordinario “bestiario poetico”: fantastico, irto di simboli, ma al tempo stesso reale. In cui fiere, bestie e animali immaginari sono sempre un tramite tra gli uomini e Dio, tra le anime dei morti e la luce divina verso la quale tutte guardano. Proprio Il bestiario dantesco, con le sue innumerevoli risonanze poetiche, è il perno intorno al quale ruota lo spettacolo nato per il settecentesimo anniversario della morte di Dante. Laura Catrani ha ripreso in mano la Divina Commedia e facendosi guidare dal numero tre, fondamentale nella numerologia dantesca, ha coinvolto tre diversi compositori d’oggi: Fabrizio De Rossi Re per l’Inferno, Matteo Franceschini per il Purgatorio e Alessandro Solbiati per il Paradiso. Ne sono usciti fuori nove quadri ciascuno dei quali è introdotto da una miniatura letteraria scritta da Tiziano Scarpa, una delle voci più originali della narrativa italiana contemporanea, che legge le sue invenzioni poetiche sul palco accanto alla Catrani. Tra una cantica e l’altra Peppe Frana, liutista e chitarrista di grande fantasia interpretativa, intavola sulla chitarra elettrica alcune delle musiche del tempo di Dante. Infine gli animali danteschi prendono vita e forma anche attraverso le visionarie video animazioni di Gianluigi Toccafondo in un continuo gioco di risonanze tra il passato e il presente che conferma la “contemporaneità” della poesia di Dante.

Proseguono nella biglietteria del Verdi le prevendite per la Stagione 2022 con agevolazioni per gli abbonati di questa prima parte di Stagione e speciali “buoni regalo” natalizi. www.teatroverdipordenone.it tel 0434 247624

Comunicato Stampa

Share This