Dopo il successo d’esordio, l’11 gennaio, che ha visto le attrici monfalconesi Marta Cuscunà e Luisa Vermiglio narrare i propri inizi artistici e dialogare con il pubblico presente, Giovedì 18 gennaio 2024 il progetto della Compagnia Teatrale Lucio Corbatto denominato TeatrAbilità- PerCorsi di avvicinamento al teatro o proseguirà con una serata interamente dedicata alle prime fasi storiche della nascita del teatro in Occidente, muovendo dalle sue origini per giungere fino al Rinascimento. L’incontro, affidato al prof. Mario Brandolin e intitolato “Le origini del teatro: il teatro come rito” si terrà nell’Auditorium Scolastico Provinciale “Egisto Snidero” dell’I.S.I.S. “Einaudi-Marconi” Via E. Mattei 12, Staranzano, con inizio alle ore 18.00. L’ingresso all’iniziativa sarà libero e gratuito, fino ad esaurimento dei posti disponibili. “Teatro” è la parola che ancora oggi adoperiamo per indicare uno spettacolo dal vivo interpretato da attori; essa deriva dal verbo greco theàomai, che stava a significare “guardare, osservare”. Il teatro nacque infatti ad Atene, intorno alla metà del VI secolo a.C.; la sua “invenzione” pare sia da attribuire al poeta Tespi. Costui, durante le grandi feste che si tenevano in onore del dio Dioniso, avrebbe fatto mettere in scena il primo dramma, nell’anno 534 a.C.. A sua volta il dramma deriverebbe dall’evoluzione di precedenti riti sacri che i sacerdoti rappresentavano davanti ai fedeli, rievocando episodi dell’antica mitologia. Siamo quindi debitori alla civiltà greca, tra molte altre cose, anche dell’invenzione del teatro occidentale, che sostanzialmente è una forma di comunicazione in cui un gruppo di persone, il pubblico, assiste e partecipa emotivamente ad uno spettacolo creato da un altro gruppo di persone, gli attori.
Queste le premesse da cui muoverà la narrazione del prof. Brandolin, che guiderà il pubblico alla scoperta dell’affascinante percorso storico che ha caratterizzato l’evoluzione del teatro occidentale.
comunicato stampa
Share This