Massimo Felici

Riparte la programmazione autunnale di Note del Timavo – Tango da Pensare, alla sua XXXV edizione, presso la storica sede della chiesa gotica di S. Giovanni in Tuba, da lunedì 26 settembre per la sezione classica.

Saranno sette i concerti in programma in questa sezione, dedicati a grandi solisti e alla grande musica da camera e la Musica Antica, cinque dei quali si terranno nella sede storica, la chiesa gotica di S. Giovanni in Tuba, alle Foci del Timavo, e due presso il Castello di Colloredo di Monte Albano, dove questa rassegna ha forti radici da diciotto edizioni. A cura dell’Associazione Punto Musicale per la Direzione Artistica di Carla Agostinello, Note del Timavo XXXV edizione si avvale del sostegno del Ministero della Cultura, della Regione Friuli Venezia Giulia, della Fondazione Benefica Kathleen Foreman Casali, della Comunità Collinare del Friuli, principali sostenitori, come della collaborazione di vari enti.
Grandi solisti sono previsti a S. Giovanni in Tuba, tra i quali spicca la pianista Anna Kravtchenko, il chitarrista Massimo Felici, il pianista Andrea Bacchetti. La musica da camera sarà rappresentata da un quartetto d’archi dalla storica tradizione, il “Quartetto Tartini”, Lubljana.

Ecco il programma nel dettaglio:
Lunedì 26 settembre, ore 21.00, presso la chiesa di S. Giovanni in Tuba, Massimo Felici, definito dall’American Records Guide “uno dei migliori chitarristi europei mai ascoltati”, si è esibito in tutta Europa, Stati Uniti, America Latina e Medio Oriente. Proporrà un programma studiato appositamente per l’acustica di questa chiesa, con musiche di A. Ginastera, V. Asencio, S. Dodgson, M.Giuliani, D. Cimarosa, H. Purcell, M. dall’Aquila, per un percorso che procede a ritroso, dal presente al passato.

Anna Kravtchenko

Lunedì 3 ottobre, S. Giovanni in Tuba, grande evento con il recital della pianista Anna Kravtchenko. Anna si impone nel panorama del pianismo internazionale dopo aver vinto, nel 1992, a soli sedici anni, il primo premio all’unanimità al prestigioso Concorso Internazionale “F. Busoni”. Tanti i premi vinti nel corso della sua carriera, tante le grandi istituzioni europee per le quali ha suonato, come:la Philarmonie di Berlino, la Goldener Saal del Musikverein di Vienna, il Concertgebouw di Amsterdam. Dopo essere stata docente presso l’Accademia Pianistica di Imola per quindici anni, dal 2013 è docente di pianoforte presso il Conservatorio della Svizzera Italiana a Lugano. Programma decisamente imponente, con Le Stagioni op. 37 di P. Tchaikovskij e la Sonata in si minore S 178 di F. Liszt.

Quartetto Tartini

Lunedì 10 ottobre, S. Giovanni in Tuba, appuntamento con il Quartetto Tartini, fondato nel 1983 come Quartetto d’Archi della Filarmonica Slovena, è composto da Miran Kolbl, primo violino, Romeo Drucker, secondo violino, Aleksandar Milos͐ev, viola, Milos͐ Mlejnik, violoncello. Musiche di G. Tartini, W.A. Mozart, P. Merkù, a. Dvor͐ák.
Programma monumentale dedicato a J.S. Bach per

il concerto di lunedì 17 ottobre, stesso posto e stessa ora, con la particolare interpretazione delle Variazioni Goldberg e Preludi e fughe dal secondo libro del Clavicembalo ben temperato del pianista Andrea Bacchetti.

Ultimo appuntamento in programma a S. Giovanni in Tuba, con “Il suono mistico”, ritorno all’interiorità, Musica Antica fra i secoli XII e XIV del Medioevo, con InUnum Ensemble, Elena Modena, voce, arpa medievale, viella grande, campane, percussioni, e Ilario Gregoletto, organo portativo medievale, flauti dritti, lyra, organistrum.

Presso il Castello di Colloredo di Monte Albano, in programma due appuntamenti pomeridiani nelle domeniche del 16 e 23 ottobre.

Tutti i concerti saranno ad offerta libera.

Info su www.puntomusicale.org

Comunicato Stampa

Share This