Settembre musicale a Trieste con la terza edizione della rassegna cameristica “Aperitivo Classico al DoubleTree by Hilton”, concepita nel segno della hausmusik dall’Associazione Chamber Music a cura del direttore artistico Fedra Florit. Tornano così le atmosfere della mitteleuropa musicale in uno dei luoghi più suggestivi di Trieste, il palazzo ex Ras (Allianz), oggi Hilton Hotel. In cartellone ensemble e artisti di grande prestigio, per condividere un fine settimana di grande nota, ogni domenica, dal 5 al 26 settembre alle 18, negli spazi del Caffè Berlam. «Sarà l’occasione per salutare in musica l’estate e accogliere la nuova stagione, in atmosfere suggestive e con il valore aggiunto della convivialità – spiega Fedra Florit, curatrice del progetto – Piccoli gruppi cameristici e artisti di talento per rivivere la magia della musica dal vivo». Il biglietto unico di 9 € include il brindisi – aperitivo di fine concerto con un calice di Prosecco, info e dettagli sul sito acmtrioditrieste.it, biglietti presso TicketPoint Trieste tel. 040 3498276.

Si parte domenica 5 settembre con un Duo di noti musicisti, il clarinettista Massimiliano Miani, prima parte della Slovenian Philharmonic Orchestra di Lubiana, e il chitarrista Vincenzo Brancaccio, che si esibisce su una chitarra costruita dal liutaio Alessandro Marseglia. In programma musiche di Giulio Regondi, Francisco Tárrega, Heinrich Neumann, Ferdinand Rebay. Già Primo clarinetto per l’Orchestra Sinfonica del FVG, Massimiliano Miani, artista Yamaha, ha collaborato con la Royal Philharmonic Orchestra di Londra, l’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino, l’Orchestra del Teatro dell’Opera di Roma ed è stato diretto da Maestri del calibro di Dutoit, Fedoseyev, Gergiev, Marriner, Mehta, Muti, Harding, Oren. Premiato in concorsi nazionali ed internazionali, in veste di solista si è esibito anche con la Slovak Radio Symphony Orchestra di Bratislava, la Prague Chamber Symphony Orchestra, l’Orchestra Sinfonica del FVG, la Nuova Orchestra da Camera Busoni. Ha partecipato come solista al fianco di Sting al Symphonicity Tour 2011. Vincenzo Brancaccio nel 2008 presso l’Accademia di alto perfezionamento di Koblenz ha ricevuto il premio “Dr. Klaus Heinen Stipendium fur Kammermusik” e ha all’attivo oltre dieci premi in concorsi nazionali ed internazionali. Nel corso della sua attività concertistica si è esibito prevalentemente da solista in Italia e all’estero, e per diverse emittenti televisive come Sky e Rai Cinema. Attualmente si esibisce regolarmente con il Trio Res Intimae, insieme ai chitarristi Michele Ambrosi e Francesco Molmenti. Nel 2014 ha conseguito il Diploma di secondo livello ad indirizzo didattico presso il Conservatorio Tartini di Trieste.

Domenica 12 settembre seconda tappa con il mezzosoprano Fiorenza Badila Costantini, accompagnata dalla pianista svizzero – nipponica Mizuho Furukubo. Quattro le partiture al centro del concerto, con focus dedicato alla melodia ispanica: le pagine di Canciones Clásicas Españolas del compositore Fernando J. Obradors e un classico di Manuel De Falla, le Siete Canciones Populares Españolas, integrate da una selezione diEnrique Granados e dalla “Canzonetta Spagnuola” di Gioachino Rossini. Fiorenza Badila Costantini nasce da famiglia musicale a Trieste nel 1996, figlia della pianista Antonella Costantini e del contrabbassista Ovidiu Badila. Cresciuta fra Germania, Svizzera ed Italia, riceve la sua prima formazione musicale alla tenera età di tre anni, studiando pianoforte e quindi violino. Dal 2016 al 2018 si è specializzata inoltre in stile e repertorio mozartiano a Salisburgo. Ad oggi vanta in repertorio tutti i ruoli operistici, le raccolte di Musica da Camera e le Composizioni Sacre mezzosopranili del genio salisburghese. Mizuho Furukubo ha vinto il secondo premio al concorso Lilian Carian XXX Edizione-Musica da camera (2016) con il clarinettista Erik Kuret, il Premio “Salotto Clara Boggian” al Concorso Internazionale Elsa Respinghi Quinta edizione (2019) a Verona con la soprano Rinako Hara e il primo premio al Concorso di musica 2021 Europe-China “Crescendo” International Music Competition Online. Ha chiuso con il massimo dei voti il Master di II livello in interpretazione pianistica presso il Conservatorio di musica Benedetto Marcello di Venezia, è attualmente pianista accompagnatrice presso i Conservatori Marcello e Tartini.  

Domenica 19 settembre si prosegue con una giovane e talentuosa pianista, la palmarina Maria Iaiza, diplomata al Conservatorio Tomadini di Udine e quindi perfezionatasi con biennio specialistico al Conservatorio Tartini di Trieste. Si è esibita come solista per la Civica Orchestra di Fiati “G. Verdi” nella stagione 2018 del Teatro Piccola Fenice di Trieste e per il Festival del Cinema Muto al Teatro Verdi di Pordenone. Al centro del concerto un repertorio romantico e pagine di Franz Liszt (Ballata n.2 in si minore S.171), Claude Debussy (da Images II: Et la lune descend sur le tempes qui fut), Maurice Ravel da Miroirs: Noctuelles e di Alessandro Solbiati, Oliver Messiaen, Alexandr Skrjabin.

Domenica 26 gran finale per l’Aperitivo Classico al DoubleTree by Hilton, settembre 2021: riflettori sul Mark Rathko Ensemble, nato nel 2011 dall’incontro di alcuni tra i migliori strumentisti ad arco del Triveneto, integrato dal chitarrista Vincenzo Brancaccio. Due le partiture in scaletta: di Luigi Boccherini il Quintetto n.4 “Fandango” in re maggiore G.448 e di Mario Castelnuovo Tedesco il Quintetto per chitarra ed archi op.143. Carlo Lazari e Valentino Dentesani violino, Benjamin Bernstein viola e Marianna Sinagra violoncello compongono il Mark Rothko Ensemble, focalizzato sulla musica d’insieme per strumenti ad arco. Formatisi alla scuola del Quartetto Italiano e del Trio di Trieste, Carlo Lazari, Benjamin Bernstein e Marianna Sinagra vantano concerti in tutto il mondo e registrazioni discografiche per le etichette internazionali più importanti, ruoli di prime parti nei maggiori Teatri italiani o in prestigiose compagini estere e cattedre di insegnamento in diversi Conservatori italiani. Novità di valore per l’esibizione di Trieste sarà l’apporto aggiuntivo del chitarrista Vincenzo Sandro Brancaccio, che ha all’attivo oltre dieci premi in concorsi nazionali ed internazionali.

Comunicato stampa

Share This