Maria Sanchez Puyade

Irrompe nel mondo dell’arte ArtMappItalia, la prima piattaforma on line che mette in contatto diretto artisti e appassionati, creativi e curiosi. Un originale progetto sviluppato grazie al contributo della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia e al supporto di Area Science Park di Trieste e BIC Incubatori FVG.

Nato da un’idea di Roberta Ciut, ArtMappItalia gode del sostegno del Gruppo78 International Contemporary Art di Trieste, prestigiosa associazione di artisti e intellettuali fondata alla fine degli anni Settanta con l’obiettivo di promuovere l’arte contemporanea.

ArtMappItalia propone una forma di interazione con l’arte e la creatività diretta e concreta, grazie alla quale non soltanto gli appassionati d’arte ma anche i viaggiatori più attenti e i turisti della domenica possono incontrare gli artisti, osservarne il lavoro, scoprirne i segreti. Il tutto nello spazio inedito e suggestivo degli atelier e dei laboratori.

Un’esperienza in grado di avvicinare il mondo dell’arte alle persone. Uno strumento semplice, che attraverso una mappa interattiva consente di individuare gli artisti che operano nei diversi territori e di prenotare le esperienze proposte.

Un’innovativa formula di turismo esperienziale legata alla creatività: per una concezione del viaggio slow ed emozionale, che affianca alle tante esperienze già offerte dall’attuale mercato del turismo, compreso quello di prossimità, una proposta legata alla fruizione diretta dell’arte.

Tra le esperienze in programma su ArtMappItalia nel mese di giugno, spiccano quelle proposte da Maria Sanchez Puyade. La mattina di sabato 4 e domenica 5 giugno, nel suo atelier a Trieste, ha luogo “Moon is full of balloons”, laboratorio creativo per bambini che amano i palloncini e sanno che questi viaggiano fino alla luna. L’occasione per costruire un oggetto di straordinaria suggestione usando soltanto un palloncino, qualche giornale e della farina.

Al pubblico adulto, invece, Maria Sanchez Puyade propone l’installazione performativa “Shavasana – Life and death exercises”, in programma sabato 25 giugno. Ideata nel corso del primo lockdown, l’esperienza affronta la necessità di pensare alla morte come parte della vita – ispirandosi al pensiero buddista ma anche al concetto

di “buona morte” della tradizione cristiana – e propone una serie di esercizi derivati dallo yoga in uno spazio di grande atmosfera.

In un contesto caratterizzato da un mercato dell’arte in crescita ma non sempre di facile accesso, in cui spesso gli artisti faticano a raggiungere il potenziale pubblico, in cui le fiere d’arte e le inaugurazioni rappresentano l’unico momento d’incontro fra creativi e appassionati, ArtMappItalia si affianca e integra l’articolato sistema delle gallerie offrendo al pubblico la possibilità di incontrare dal vivo gli artisti e agli artisti quella di costruire, all’interno del proprio studio, una vera relazione con il visitatore.

Realtà ancora in evoluzione, ArtMappItalia invita gli artisti, emergenti e non, ad aderire al progetto e offre per l’intero 2022 – anno del suo ingresso nel panorama artistico italiano – l’utilizzo gratuito della piattaforma.

Per ulteriori informazioni sulla piattaforma: www.artmappitalia.it.

Comunicato Stampa

Share This