45a serie di incontri di cultura storico-politica
PORDENONE, 13 NOVEMBRE – 5 DICEMBRE 2019
URGENZE EUROPA: AMBIENTE LAVORO
INNOVAZIONE INCLUSIONE
EDIZIONE 2019 PER IL CORSO IRSE: 4 INCONTRI A CURA DI ROBERTO REALE E 4 PROTAGONISTI CHIAVE PER CAPIRE L’EUROPA 2020 E LE SUE URGENZE, IN ATTESA DELLA “CONFERENZA SUL FUTURO” ANNUNCIATA DALLA PRESIDENTE UE URSULA VON DER LEYEN.
SCIENZA, AMBIENTE E CAMBIAMENTI CLIMATICI CON IL GIORNALISTA E DIVULGATORE PIETRO GRECO, STORICO RADIO3 SCIENZA. LA RIGENERAZIONE SOCIALE CONDUTTORE DI
DELL’EUROPA E IL FOCUS SUL LAVORO CON IL PRESIDENTE NAZIONALE ACLI ROBERTO ROSSINI, PORTAVOCE DELL’ALLEANZA CONTRO LA POVERTÀ IN ITALIA. EDUCAZIONE CIVICA DIGITALE COME MOTORE DI INNOVAZIONE PER I POPOLI EUROPEI NELL’INTERVENTO DELL’INFORMATICO MATTEO TROIA, UN FRIULANO NEL TEAM PER LA TRASFORMAZIONE DIGITALE DELLA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI. E IL TEMA DELL’INCLUSIONE, CON UNA VETRINA DI BUONE PRATICHE EUROPEE NELLA TAPPA CONCLUSIVA CON LAURA NOTA, ORDINARIO DI PSICOLOGIA DELLO SVILUPPO E DELL’INNOVAZIONE ALL’UNIVERSITÀ DI PADOVA.

L’ora delle verità sta arrivando: l’Europa di Ursula von der Leyen ha indicato gli obiettivi del salario minimo europeo, di politiche fiscali comuni, la tassazione delle grandi compagnie tecnologiche per sostenere istruzione e stato sociale, emissioni zero Co2 entro il 2050 con riduzione del 50% entro il 2030, una politica unitaria in materia di immigrazione e asilo. «Soprattutto – osserva il giornalista e docente Roberto Reale – la presidente della Commissione UE ha indicato l’idea di una “Conferenza sul futuro dell’Europa” nel 2020, con il coinvolgimento dei cittadini: a partire da questi scenari abbiamo preso come riferimento l’agenda dei temi europei per i quattro appuntamenti del nuovo Corso IRSE di cultura storico-politica. Sul tavolo le questioni centrali, dall’ambiente al lavoro, dall’innovazione all’inclusione. L’edizione 2019, in programma dal 13 novembre al 5 dicembre, sarà un’ideale prolusione ai contenuti della “Conferenza sul Futuro” del continente, che ci attende dal 2020». Appuntamento quindi al Centro Culturale Casa Zanussi di Pordenone da mercoledì 13 novembre alle 15.30 per quattro incontri sulle “Urgenze Europa” a cura di Roberto Reale per l’IRSE – Istituto Regionale di Studi Europei: quattro tappe con protagonisti chiave per leggere l’Europa 2020 e le sue urgenze, in attesa della “Conferenza sul futuro” annunciata da Ursula von der Leyen. «L’IRSE, ancora una volta, si conferma presidio di riflessione e confronto – spiega la presidente Laura Zuzzi – attraverso un Corso che incrocerà gli interventi di esperti di riferimento per le questioni più attuali, come il presidente nazionale ACLI Roberto Rossini e il divulgatore scientifico Pietro Greco, coordinati a Casa Zanussi da Roberto Reale, docente, saggista e nota firma del giornalismo radio-televisivo, già vicedirettore RaiNews24». La partecipazione agli incontri è gratuita e aperta a tutti, è comunque gradita l’iscrizione, facendo pervenire i propri dati alla Segreteria IRSE irse@centroculturapordenone.it tel. 0434 365326.
Si parte mercoledì 13 novembre, con il divulgatore scientifico Pietro Greco, fra i fondatori di Idis-Città della Scienza a Napoli, condirettore Scienzainrete e storica voce di Radio3 Scienza. “Dagli scienziati un nuovo appello agli europei. Tra storia e urgenza di scelte” titola l’incontro che focalizzerà sulla necessità di scelte precise, da parte dei Paesi europei, intorno alle urgenze ambientali del nostro tempo. Un tema reso così evidente e imprescindibile proprio da una giovanissima cittadina europea, la svedese Greta Thunberg, che attraverso la sua tenace sensibilizzazione ha proiettato il mondo davanti a scelte non più differibili.
Giovedì 21 novembre atteso protagonista sarà il presidente nazionale ACLI Roberto Rossini: a lui il compito di approfondire un tema centrale, ovvero come “Rigenerare un’Unione europea riformista, e attenta al sociale”. Portavoce dell’Alleanza contro la povertà in Italia, in dialogo con Roberto Reale ci guiderà in un’analisi attraverso le politiche di welfare, di solidarietà e assistenza che i Paesi europei dovranno riconoscere e sintetizzare in direttive capaci di esprimere la nuova Europa dei popoli anziché una vecchia e inadeguata euro-oligarchia.
Giovedì 28 novembre si parlerà di “Educazione civica digitale, chiave di vera innovazione” con un “millennial” friulano, Matteo Troìa, informatico “in carriera”, attualmente in forze al Team per la Trasformazione Digitale della Presidenza del Consiglio dei Ministri. La digitalizzazione come chiave di volta per una svolta reale nel terzo Millennio: Matteo Troìa, nativo di Casarsa e laureato in Informatica all’Università di Udine, è attualmente alla conclusione della Laurea Specialistica e da novembre 2016 a marzo 2018 ha lavorato come Data Analyst nella Commissione Parlamentare d’Inchiesta sulla Digitalizzazione e l’Innovazione della Pubblica Amministrazione, presso la Camera dei Deputati, occupandosi di analizzare le gare d’appalto in ambito ICT degli ultimi dieci anni di vita della pubblica amministrazione italiana. Nel 2015 era stato nominato fra i primi 100 Digital Champion voluti dal Governo Italiano e nel frattempo si è impegnato in molti progetti innovativi per l’educazione digitale anche dei più piccoli, come CoderDojo FVG in Friuli Venezia Giulia, un movimento di volontari che insegnano la programmazione informatica ai bambini.
Si chiude, giovedì 5 dicembre, con l’incontro dedicato a “Inclusione e innovazione sociale”, per una analisi dei processi e confronti di buone pratiche in Europa. Sarà la docente Laura Nota, ordinaria di Psicologia dello Sviluppo e Psicologia dell’Educazione all’ Università di Padova, a guidarci, in dialogo con Roberto Reale, attraverso le best practice avviate in tema di inclusione e i progetti che possono realmente favorire la coesione sociale nei Paesi europei.
Come consuetudine degli incontri IRSE, ampio spazio è dato al dibattito con interventi liberi. Saranno coinvolti docenti e studenti degli Istituti ISIS Istituto Superiore Istruzione Secondaria Liceo Economico Sociale PUJATI Sacile PN / IIS Istituto Istruzione Superiore FLORA Pordenone / Liceo Scientifico Michelangelo Grigoletti Pordenone / ITSSE Istituto Tecnico Statale Settore Economico Mattiussi Pordenone / ISIS Le Filandiere San Vito al Tagliamento (PN). Gli studenti Universitari e delle Scuole Superiori che desiderano un certificato di frequenza devono richiederlo al momento dell’iscrizione. Il programma è inserito come Progetto Speciale dell’IRSE anche all’interno del calendario dell’anno accademico 2019-2020 dell’Università della Terza Età di Pordenone.

www.centroculturapordenone.it/irse irse@centroculturapordenone.it facebook centroculturapordenone.it https://twitter.com/ScopriEuropa

comunicato stampa

Share This