GESÙ: RIASCOLTARE E RISCOPRIRE LA SUA PAROLA, NEI GIORNI
CONVULSI ALL’ALBA DEL TERZO MILLENNIO: DA VENERDI’ 9 APRILE ALLE 17 IL NUOVO CICLO
DI RIFLESSIONI SETTIMANALI ONLINE A CURA DI PRESENZA E CULTURA, CON DON LUCIANO PADOVESE DEDICATI AI VANGELI FESTIVI SPUNTI ATTUALI DI MEDITAZIONE PER TUTTI, LAICI E CREDENTI, LEGATI AL QUOTIDIANO DELLE NOSTRE VITE, IN ATTESA CHE TORNI LA MESSA PREFESTIVA DEL SABATO, IN PRESENZA, NELLA CAPPELLA DELLA CASA DELLO STUDENTE.

“I cieli e la terra passeranno, le mie parole non passeranno”. Oltre duemila anni dopo, la promessa di Gesù continua a compiersi, ma in tempo di pandemia riascoltare le sue parole nella condivisione dell’omelia è più difficile. Per questo, nella speranza di poter riprendere presto la Messa prefestiva del Sabato nella Cappella della Casa dello Studente di Pordenone, don Luciano Padovese, teologo morale e operatore culturale, è protagonista del nuovo ciclo di incontri settimanali dedicati ai Vangeli festivi, promossi da Presenza e Cultura sui canali social del Centro Culturale Casa Zanussi di Pordenone Facebook/centroculturapordenone e Youtube Cultura Pordenone e sul sito centroculturapordenone.it/pec.
L’attualità dei Vangeli non smette di affascinare gli uomini di buona volontà, e d’altra parte spiegava Jorge Luis Borges che “i testi sacri sono come una letteratura fantastica”: ogni domenica la Chiesa risponde alla fame di verità e di pace dei suoi figli proprio con le parole dei Vangeli. Commentare la parola del Signore significa non soltanto confortare e dare forza, ma anche trasmettere a tutti, laici e fedeli, spunti di riflessione legati al quotidiano delle vite in questi giorni convulsi agli albori del Terzo Millennio. Ecco dunque le prime quattro brevi “riflessioni” online alle 17, a partire da venerdì 9 aprile: si inizia con il tema Incredulità di Tommaso. A seguire, venerdì 16 aprile, Il perdono dei peccati: come dono lasciato da Gesù a frutto della sua Resurrezione. Venerdì 23 aprile Il buon pastore: la parabola fondamentale con cui Gesù identifica la sua persona e la sua presenza a beneficio di tutti gli uomini e donne del mondo. Venerdì 30 aprile, infine, Gesù la vite, noi i tralci: un’altra parabola evangelica per dire la stretta comunione del Signore con noi, nel cammino della vita. Info e dettagli www.centroculturapordenone.it.

comunicato stampa

Share This