È Giovanni Lessio il nuovo presidente di Cinemazero. A eleggerlo ieri, martedì 20 maggio, il Consiglio Direttivo nominato dall’Assemblea dei Soci riunitasi lo scorso 16 maggio e composto dallo stesso Giovanni Lessio, Vincenzo Milanese, Piero Colussi – in rappresentanza dei soci fondatori – e i dipendenti Riccardo Costantini (responsabile eventi), Elena D’Incà (responsabile della mediateca), Marco Fortunato (responsabile programmazione), Sandra Frizziero (responsabile amministrazione).
Lessio da oggi inizierà a guidare la storica Associazione Culturale che si è adeguata alla normativa sugli enti del terzo settore in un momento particolarmente critico per le realtà che operano nel mondo del cinema e della gestione delle sale.

“L’obiettivo” – spiega Lessio – “è quello di rafforzare il ruolo primario di Cinemazero nel panorama culturale della città e del territorio non solo pordenonese ma anche regionale rinnovando, valorizzandole, le collaborazioni con le tante realtà culturali qualificate presenti. In una visione di rilancio della città e di superamento della crisi acuita dalla pandemia, fondamentali saranno le sinergie con le istituzioni, in primis Comune e Regione, e con i settori imprenditoriali e le loro associazioni rappresentative.”

“Significativa la scelta operata in Assemblea di dare spazio e responsabilità alla nuova generazione che lavora in Associazione. Loro rappresentano il futuro di Cinemazero e sono chiamati a irrobustire la struttura grazie alle competenze e alla professionalità sin qui manifestate con nuove idee, con il loro entusiasmo e con la loro spinta innovativa”.

Un’attenzione speciale sarà riservata al mondo giovanile e a quello della formazione, dove svolgerà un ruolo importante la Mediateca e l’attività didattica con l’auspicato supporto universitario e in particolare del Corso di Scienze e Tecnologie Multimediali.

Il cinema di qualità sarà ancora l’elemento caratterizzante dell’attività di Cinemazero contraddistinto da incontri con registi, attori e operatori cinematografici di indiscussa fama e notorietà così come i momenti festivalieri, in primis gli ormai storici Le Voci dell’Inchiesta – Pordenone Docs Fest e FMK – FilmMakers al Chiostro, che possono diventare anche prezioso strumento di rilancio turistico-culturale di una città che ha ambizioni di capitale italiana della cultura.

“In una fase di straordinaria difficoltà che può generare anche una crisi sociale, Cinemazero vuole rimanere un punto di riferimento per tutti coloro che credono che la cultura possa essere determinante per la coesione e la crescita armonica della società.”

Il nuovo Direttivo, che al suo interno vede la presenza di due donne, ha voluto esprimere la sua attenzione alle istanze e sensibilità del mondo femminile eleggendo alla vice Presidenza Sandra Frizziero.

Una ulteriore novità è l’ingresso del commercialista Gianluigi Degan quale membro dell’Organo di Controllo e Revisione.

Una nuova epoca si apre dunque per Cinemazero che a breve darà vita anche a un qualificato Comitato Scientifico che avrà il compito di affiancare il Direttivo per suggerire nuove modalità d’intervento e di valorizzazione e promozione del vasto e prezioso patrimonio documentale dell’associazione.

Comunicato Stampa

Share This