Nel gioco il bambino sviluppa le sue potenzialità intellettive, affettive e relazionali, impara ad essere creativo, sperimenta le sue capacità cognitive, scopre sé stesso, entra in relazione con i suoi coetanei e sviluppa la sua personalità. Il gioco è, e deve essere, un diritto. Ed è proprio per promuovere questo diritto che ormai più di 20 anni fa l’Onu ha istituito per il 28 maggio la Giornata internazionale del gioco.

Udine non intende mancare all’appuntamento con un ricco programma di iniziative promosse dal Comune e al quale parteciperà anche Legacoop Fvg. Tra le diverse piazze e vie del centro storico cittadino, al mondo cooperativo spetterà animare la loggia di San Giovanni della centralissima piazza Libertà. Qui, dalle 16 alle 20, il gioco verrà declinato anche sul tema della pace, argomento quanto mai di attualità in queste settimane segnate dal conflitto in Ucraina.

«Con il gioco – commentano il presidente di Legacoop Fvg, Livio Nanino e il presidente di Legacoop Sociali Fvg, Paolo Felice – i bambini imparano a relazionarsi oltre che con sé stessi anche con gli altri. Sperimentano la condivisione, le differenze, la solidarietà. Valori fondamentali che aiutano a costruire la cultura della pace e della fratellanza tra i popoli e che abbiamo voluto ribadire con tanti laboratori proposti dalle nostre associate. Un assaggio di quelle attività che le nostre cooperative, che ringraziamo per l’impegno, portano avanti ogni giorno nel loro quotidiano lavoro».

La piazza della cooperazione”: giocare insieme per la pace

Sono otto le proposte di Legacoop Fvg e delle sue associate per il pomeriggio del 28 maggio. La Lega delle Cooperative sarà impegnata con “Coltiviamo il futuro“, un laboratorio creativo di sagome di cartone da decorare con la tecnica del papier collè e dedicato ai bambini dai 4 anni in su.

La cooperativa sociale Codess Fvg proporrà per i piccoli da 0 a 6 anni “Semi di pace” con attività di manipolazione, travaso e collage con elementi e materiali naturali. Diverse le proposte della cooperativa sociale Aracon dedicate a partecipanti con più di 6 anni. Si parte con il gioco a percorso “Il cammino della pace” per proseguire con “Messaggi di pace“, laboratorio manuale con materiale di riciclo per costruire un piccolo aquilone. “Abbracci intrecciati” è, invece, la proposta per realizzare un braccialetto con lana, cotone, cartoncino, perline e telaio. Non può mancare ungrande arcobaleno che, sotto la guida degli operatori di Aracon, bambini e bambine realizzeranno con un divertente laboratorio pittorico. Nel programma anche un simpatico gioco di ruolo, proposto sempre per partecipanti con più di 6 anni da Aracon insieme con il Pig, il Punto incontro giovani, del Comune; mentre per i più piccoli, da 0 a 3 anni, la cooperativa sociale Itaca presenterà “Manine creative“, laboratorio di collage e incollature, manipolazione e sperimentazione sensoriale.

Tutte le iniziative sono gratuite e si svolgeranno anche in caso di maltempo.

Comunicato stampa

Share This