Nella terza giornata del Festival del Giornalismo di Ronchi dei Legionari, giovedì 13 giugno, si parlerà di Bibbiano e Berlusconismo, ma anche di storia dell’immigrazione in Europa, giustizia per missionari uccisi, fotogiornalismo e intelligenza artificiale. Gran finale con lo spettacolo Lercio Live, dedicato al sito satirico di finte notizie, con la presenza dell’autore Andrea Sesta.

Il programma si aprirà, alle 17, nel giardino di piazzetta Dell’Emigrante, con Omicidi senza giustizia. Storie di religiosi due volte vittime; partendo dal libro Nel cuore dei misteri. Inchiesta sull’uccisione di tre missionarie nel Burundi delle impunità (All Around, 2022) interverrà l’autrice Giusy Baioni, giornalista freelance esperta di Africa Centrale, in dialogo con il giornalista Riccardo Pilat.

Il focus si sposterà, poi, sul ciclismo con Pedala pedala, vola come il vento! Da Gino Bartali a Marco Pantani: storia di una grande passione italiana, insieme allo scrittore Marco Ciriello e ai giornalisti Roberto Collini e Claudio Gregori, moderati da Daniele Benvenuti (alle 17.30, in piazzetta Francesco Giuseppe l).

Si terrà alle 18, nel giardino di piazzetta Dell’Emigrante, l’incontro dedicato al ‘caso Bibbiano’: partendo dai volumi Bibbiano: dubbi e assurdità (Alpes Italia, 2023) di Comitato Giobbe e Il lupo di Bibbiano (BeHope Books, 2024) di Luca Bauccio, rifletteremo sulla gogna mediatica che travolse gli indagati, con Claudio Foti, finito al centro dell’inchiesta, Maria Grazia Apollonio e Luca Bauccio; modera la giornalista e portavoce di Articolo 21 Fvg Fabiana Martini.

La figura di Silvio Berlusconi sarà al centro dell’incontro Il Berlusconismo nella storia d’Italia: riflessioni trent’anni dopo il primo governo del ‘Cavaliere’ con il giornalista de Il Fatto Quotidiano Gianni Barbacetto, Brunella Bolloli (caporedattore politica e interni di Libero) e il sociologo Renato Mannheimer, moderati da Andrea Spiri (al Palatenda, alle 18.30).

Riflessioni su Cent’anni di immigrazioni, alle 19.30, nel giardino di piazzetta Dell’Emigrante, a partire dal libro Il secolo mobile. Storia dell’immigrazione illegale in Europa (Mondadori, 2023) di Gabriele Del Grande. L’autore si confronterà con la giornalista e scrittrice Annalisa Camilli e con il presidente di ICS Gianfranco Schiavone; l’incontro è in collaborazione con Fondazione Luchetta, Ota, D’Angelo e Hrovatin di Trieste.

E se le foto non fossero vere? Fotogiornalismo, intelligenze artificiali, etica e disinformazione, è il tema dell’incontro in programma alle 20, in piazzetta Francesco Giuseppe I; sul palco Lisa Iotti, Virginia Padovese e Barbara Zanon, moderate da Alberto Bollis, vicedirettore esecutivo del Gruppo Nem.

Nel giardino di piazzetta Dell’Emigrante, alle 20.30, il focus sul Rapporto sul ben-vivere delle province italiane 2023. Classifiche, indicatori ibridi, benessere soggettivo, partecipazione e invecchiamento attivo con gli economisti Leonardo Becchetti e Maria Carmen Mazzilis e Lorenzo Semplici (Responsabile del Centro studi e valutazioni di NeXt Economia), moderati dal direttore di Avvenire Marco Girardo.

Gran finale, al Palatenda, alle 21.15, con lo spettacolo Lercio Live, dedicato al sito satirico di finte notizie di taglio umoristico, comico e grottesco, ideato da Michele Incollu come parodia della free press Leggo. Sul palco l’insegnante Rosaria Greco e l’autore di lercio.it <lercio.it/> Andrea Sesta.

IL PROGRAMMA DI GIOVEDÌ 13 GIUGNO 2024

Il programma della terza giornata si apre nel pomeriggio con Live @ Festival a cura di Radio Bullets con la direttrice Barbara Schiavulli. Si prosegue poi alle 17 nel giardino di piazzetta Dell’Emigrante, con Omicidi senza giustizia. Storie di religiosi due volte vittime, a partire dal libro Nel cuore dei misteri. Inchiesta sull’uccisione di tre missionarie nel Burundi delle impunità (All Around, 2022) di Giusy Baioni; con l’autrice, giornalista freelance esperta di Africa Centrale, dialogherà il giornalista Riccardo Pilat.

Alle 17.30, in piazzetta Francesco Giuseppe I, Pedala pedala, vola come il vento! Da Gino Bartali a Marco Pantani: storia di una grande passione italiana con lo scrittore Marco Ciriello e i giornalisti Roberto Collini e Claudio Gregori, moderati da Daniele Benvenuti (giornalista sportivo).

Alle 18, nel giardino di piazzetta Dell’Emigrante, ‘Angeli e demoni’: una vicenda italiana, l’incontro dedicato al ‘caso Bibbiano’. Partendo dai volumi Bibbiano: dubbi e assurdità (Alpes Italia, 2023) a cura di Comitato Giobbe e Il lupo di Bibbiano (BeHope Books, 2024) di Luca Bauccio, rifletteremo sulla gogna mediatica, che travolse gli indagati, con l’autore, avvocato e scrittore, Maria Grazia Apollonio (psicologa e psicoterapeuta) e Claudio Foti, psicoterapeuta e vicepresidente di Minori Diritti, al centro dell’inchiesta, moderati dalla giornalista e portavoce di Articolo 21 Fvg Fabiana Martini.

Al Palatenda, alle 18.30, l’incontro Il Berlusconismo nella storia d’Italia: riflessioni trent’anni dopo il primo governo del ‘Cavaliere’ con il gioralista de Il Fatto Quotidiano Gianni Barbacetto, Brunella Bolloli (caporedattore politica e interni di Libero) e il sociologo Renato Mannheimer, moderati da Andrea Spiri, professore dell’Università LUISS Guido Carli di Roma.

Alle 19.30, nel giardino di piazzetta Dell’Emigrante, Cent’anni di immigrazioni, riflessioni a partire dal libro Il secolo mobile. Storia dell’immigrazione illegale in Europa (Mondadori, 2023) di Gabriele Del Grande, scrittore e regista, che si confronterà con la giornalista e scrittrice Annalisa Camilli e con Gianfranco Schiavone, presidente del Consorzio Italiano di Solidarietà – Ufficio Rifugiati; l’incontro è in collaborazione con Fondazione Luchetta, Ota, D’Angelo e Hrovatin di Trieste.

Di E se le foto non fossero vere? Fotogiornalismo, intelligenze artificiali, etica e disinformazione si parlerà, alle 20, in piazzetta Francesco Giuseppe I, con la giornalista d’inchiesta Lisa Iotti, la giornalista di NewsGuard Tech Virginia Padovese e la fotogiornalista Barbara Zanon, moderate da Alberto Bollis, vicedirettore esecutivo Gruppo NEM.

Nel giardino di piazzetta Dell’Emigrante, alle 20.30, il focus sul Rapporto sul ben-vivere delle province italiane 2023. Classifiche, indicatori ibridi, benessere soggettivo, partecipazione e invecchiamento attivo con Leonardo Becchetti (economista, Università Tor Vergata di Roma), Maria Carmen Mazzilis (economista bancaria) e Lorenzo Semplici (PhD, Responsabile del Centro studi e valutazioni di NeXt Economia), moderati dal direttore di Avvenire Marco Girardo.

Al Palatenda, alle 21.15, lo spettacolo Lercio Live, dedicato al sito satirico di finte notizie di taglio umoristico, comico e grottesco, ideato da Michele Incollu come parodia della free press Leggo. Sul palco l’insegnante Rosaria Greco e l’autore di lercio.it Andrea Sesta.

Il Festival del Giornalismo continua a essere un importante momento di formazione: alcuni appuntamenti daranno diritto all’ottenimento di crediti formativi e deontologici da parte dell’Ordine dei Giornalisti. Sarà possibile registrarsi sul sito www.formazionegiornalisti.it  o in loco.

Il Festival del Giornalismo ha ricevuto anche quest’anno il patrocinio del Ministero della Cultura. Non va dimenticato, inoltre, il grande sostegno da parte della Regione Friuli Venezia Giulia, dell’amministrazione comunale di Ronchi dei Legionari, della Cassa Rurale del Friuli Venezia Giulia, della Fondazione Cassa di risparmio di Gorizia e della Fondazione benefica Kathleen Foreman Casali di Trieste, senza i quali questa manifestazione culturale sarebbe impossibile da realizzare. Con la X edizione si è, inoltre, insediato un comitato scientifico che aiuta l’associazione a portare avanti un Festival sempre più corposo e di qualità.

L’edizione 2024 del Festival del Giornalismo gode del patrocinio del Salone Internazionale del Libro di Torino. Un’attestazione di apprezzamento e di sostegno a un’iniziativa che il Salone riconosce come meritevole. Il Festival di Leali delle Notizie è stato anche selezionato tra i festival letterari all’interno del progetto “Luci sui festival”. Il patrocinio è stato concesso anche dalle Università degli Studi di Udine e di Trieste.

Nel 2024 si è rinnovata la collaborazione con le associazioni Thesis del Dedica Festival di Pordenone, Vicino/Lontano di Udine, Heraldo Ets del Festival del Giornalismo di Verona, Articolo 21, Treviso Giallo, Fondazione Luchetta, Ota, D’Angelo e Hrovatin di Trieste, Premio Roberto Morrione per il giornalismo investigativo, Associazione Italiana Giornalismo Costruttivo, Forum italo-sloveno di Lubiana per regalare al pubblico un Festival ancora più ricco di incontri. Importanti anche le collaborazioni con il Fake News Festival di Udine, il teatro Miela-Bonawentura di Trieste, l’associazione culturale Apertamente di Monfalcone, l’associazione Illustra di Monfalcone, il Festival dell’Acqua di Staranzano, 24 Onlus, Circolo del tango argentino di Trieste, Libera Presidio di Gorizia, Lettori in cantiere della biblioteca comunale di Monfalcone e l’Associazione editori del Friuli Venezia Giulia. Leali delle Notizie ha anche rinnovato la collaborazione con Google News, servizio online di aggregazione di notizie che gioca un ruolo sempre maggiore nella divulgazione dell’informazione.

INFORMAZIONI

INFOPOINT
Situato in piazzetta dell’Emigrante, durante gli orari del Festival, dove si potrà ritirare il materiale informativo e/o sostenere la nostra associazione, diventando soci. Sarà anche attiva un’area ristoro.

BOOK CORNER
Gestito da Libreria Mondadori Bookstore di Monfalcone e situato accanto al palatenda in Piazzale Martiri delle Foibe

INGRESSO LIBERO

Tutti gli appuntamenti sono a ingresso libero fino a esaurimento dei posti disponibili

Il programma può subire variazioni indipendenti dalla volontà dell’organizzazione
Il caso di maltempo alcuni appuntamenti potrebbero subire delle modifiche di location
Si consiglia di controllare il programma online aggiornato in tempo reale

Il Festival del Giornalismo chiede #VeritàeGiustiziaperGiulioRegeni
All’interno dell’Infopoint si potranno trovare i braccialetti e le spille gialle a offerta libera, per aiutare la famiglia a sostenere i costi delle spese legali.

Il Festival del Giornalismo chiede #GiustiziaperMarioPaciolla
All’interno dell’Infopoint si potranno trovare i braccialetti e le spille arancioni a offerta libera

INFOPOINT TURISMO FVG

Turismo FVG è presente nell’area del Festival, con materiale informativo [www.turismofvg.it].

CONCORSO VETRINE FESTIVAL

Anche quest’anno ogni angolo di Ronchi dei Legionari diventerà parte integrante del Festival del Giornalismo grazie ai numerosi commercianti, esercenti e artigiani che, con entusiasmo, hanno aderito al concorso vetrine. Ognuno di loro ha deciso di dedicare al Festival dall’11 al 16 giugno una vetrina o parte di essa o un’area interna del locale. Durante la manifestazione pubblico e ospiti saranno invitati a passeggiare per le vie cittadine e a votare la vetrina più bella.

PER ULTERIORI INFORMAZIONI

T +39 0481777625 – 3208143610
info@festivaldelgiornalismoronchi.it
info@lealidellenotizie.it
www.lealidellenotizie.it

Comunicato stampa

Share This