L’ENERGIA DEI LUOGHI
Festival del Vento e della Pietra MERAVIGLIE NEL PARCO / ANIMALI FANTASTICI
Installazioni, performance e passeggiata creativa
Sabato 21 agosto 2021, ore 17.00
GENTE DI TRIESTE – Presentazione del libro con l’autore Pietro Spirito
Domenica 22 agosto 2021, ore 18.00

Un grande evento, con installazioni, performance e passeggiata creativa, animerà il bosco di Ceroglie, che ospita il progetto “Meraviglie nel parco/Animali fantastici” in collaborazione con “Trieste Adventure Park / Restate agganciati “, sabato 21 agosto, dalle 17.00 alle 20.00, organizzato dall’Associazione Casa C.A.V.E. – Contemporary Art Visogliano/Vižovlje Europe, nell’ambito della rassegna “L’Energia dei Luoghi. Festival del Vento e della Pietra”, promossa con il contributo della Regione Friuli Venezia Giulia, del Comune di Duino Aurisina, della Fondazione Pietro Pittini e de Le Fondazione Casali.
Si inizia con “Animali fantastici – Installazioni Land Art” a cura di Maria Campitelli, con la presentazione e visita guidata alle opere degli artisti Cecilia Donaggio Luzzatto Fegiz, Pierpaolo Ciana, Rodolfo Liprandi, Paola Pisani.
Seguono la performance “Selvatici”con progetto e disegni di Alessandro Chittaro, e la passeggiata creativa sotto le falde del Monte Hermada “Land art e la via delle pecore”, a cura della guida naturalistica Alice Sattolo, con visita e degustazioni alle aziende agricole Bombus e Antonič – Fattoria didattica Asino Berto.
Per Info e prenotazione obbligatoria: +39 333 4344188 – casacave.art@gmail.com
Necessario Green-pass solo per accedere alla LAND ART.
Domenica 22 agosto, alle ore 18.00, all’Agriturismo Juna – Aurisina/ Nabrežina, 97/c, incontro con Pietro Spirito per la presentazione del suo ultimo libro “Gente di Trieste”, edito da Laterza. Prenotazione obbligatoria: info@agriturismojuna.it / cell. 339 5081138.
Viaggiatori per protesta, esploratori intraprendenti, scienziati visionari, inventori sfortunati, poeti e artisti dimenticati, imprenditori eccentrici, eroi senza pace. È la gente di Trieste, città di confine dalle mille anime divise e ricomposte dalla Storia, crocevia di guerre, traffici e commerci, città nata per essere moderna e che alla modernità ha pagato un alto prezzo. Pietro Spirito ricostruisce un’ampia galleria di personaggi. Come Carl Weyprecht, l’esploratore polare che scoprì la Terra di Francesco Giuseppe. Oppure Josef Ressel, che inventò l’elica delle navi ma nessuno lo riconobbe. O Vittorio Benussi, che ideò la macchina della verità e morì nella menzogna. Ma anche lo scrittore Italo Svevo o il grande poeta Umberto Saba, che in punto di morte confessò di essere responsabile del suicidio di due sue giovani commesse. Figure dalle esistenze in bilico, come Rodolfo Maucci, l’insegnante che, costretto dai nazisti a dirigere il giornale della sua città occupata, lo boicottò in segreto dall’interno rischiando il campo di concentramento. E la pittrice Alice Zeriali, schiva e riservata ma che ha intrattenuto rapporti fecondi con grandissimi artisti del Novecento. O Nazario Sauro, l’eroe italiano tradito dal suo mare. Una biografia della città dove il forte vento di bora intreccia e scompiglia i destini, e dove tutto può cambiare all’improvviso.

comunicato stampa

Share This