Si avvicina un altro fine settimana di camminate teatrali alla scoperta del territorio con Gorizia Nascosta, la serie di percorsi teatrali e musicali ideata dal CTA – Centro Teatro Animazione e Figure di Gorizia. Dopo il successo de “Le voci del silenzio”, il 14 e 15 maggio scorso, che ha accompagnato il pubblico nei luoghi della storia della Comunità ebraica, sabato 21 maggio alle ore 15.30 e domenica 22 maggio alle 11.00 e alle 15.30, sarà la volta del percorso titolato , incentrato sul difficile tema della frontiera. Da un’idea di Roberto Piaggio e Antonella Caruzzi, il progetto Gorizia Nascosta è un’occasione per approfondire la conoscenza di ciò che ci circonda, lasciandosi rapire da atmosfere di altri tempi attraverso i racconti, la musica e le suggestioni del teatro. Dall’alto da lontano racconta uno dei confini più discussi della storia del Novecento, un confine che ha diviso fino a pochi anni fa le città di Gorizia e Nova Gorica. In un giorno di settembre del 1947, apparve all’improvviso un muro che divise una città, i luoghi dell’infanzia, gli affetti, le case, le famiglie e le persone. Un periodo fatto di eventi importanti e tragici, ma anche di aneddoti e di esperienze personali che fanno parte della memoria storica di queste zone. La partenza è prevista da via della Cappella; da qui, si salirà lungo la via che conduce al Monastero di Castagnevizza che affaccia su un panorama stupendo; una cartina geografica dal vero che abbraccia, dall’alto e da lontano, il territorio di Gorizia e Nova Gorica. La durata del percorso è di circa un’ora e mezzo; le cuffie sanificate vengono fornite dall’organizzazione alla partenza.

comunicato stampa

Share This