CIVIDALE CONFERMA LA PRESTIGIOSA MANIFESTAZIONE DEI CORSI INTERNAZIONALI DI PERFEZIONAMENTO MUSICALE: OLTRE 120 GLI ISCRITTI, RICCO IL PROGRAMMA CONCERTISTICO SERALE
Edizione speciale en plein air per gli Incontri di Musica da Camera, che trasformeranno in palcoscenico gli angoli più suggestivi del centro storico

Cividale ha osato e la sfida è stata vinta: sono oltre 120, numero di gran lunga superiore alle più rosee aspettative, gli iscritti ai prestigiosi Corsi internazionali di perfezionamento musicale, proposta culturale di punta dell’estate cittadina. Messa a rischio dall’emergenza sanitaria, la manifestazione – che alla sezione didattica, affidata a talenti noti su scala europea e mondiale, affianca tradizionalmente una raffinata proposta concertistica serale – è stata fortemente voluta, nonostante tutte le difficoltà del frangente, dall’amministrazione comunale e dall’Associazione musicale Sergio Gaggia, che ne cura l’organizzazione. La XXXIII edizione sarà dunque tutt’altro che sottotono, confermando Cividale capitale della musica anche grazie alla conferma dei sempre attesissimi Incontri di musica da camera, esibizioni serali tenute dai maestri dei Corsi e dai migliori studenti.
Le strette normative imposte dall’emergenza sanitaria generano una stagione quasi integralmente en plein air, che valorizzerà soprattutto il chiostro del monastero di Santa Maria in Valle, con “incursioni” nei giardini pubblici di Parco Italia, al Belvedere sul Natisone e nell’incantevole piazzetta San Biagio: alcune di queste location non sono mai state usate finora come sedi concertistiche, ma grazie a un accurato sistema di amplificazione si presteranno magnificamente allo scopo.
«In questa edizione per nulla scontata – dichiara l’assessore comunale alla cultura Angela Zappulla – le serate-concerto si trasformeranno in una speciale occasione per godere della grande musica da camera in suggestivi spazi pubblici».
Ad aprire il ciclo delle performance, lunedì 3 agosto, sarà – nel chiostro del monastero, alle 21 – “Ars Duo… amacord”, con il violinista Luca Fiorentini e la pianista Laura Pietrocini, su musiche di Debussy, Janáček e Brahms. Più popolare il programma della serata successiva: martedì 4 agosto, in Parco Italia, si potrà ascoltare un repertorio classico intriso di swing e di influenze jazz; spicca nel cartellone anche la serata con l’attuale Paganini del mandolino, Carlo Aonzo, che l’8 si esibirà in piazzetta San Biagio. Il 12 agosto omaggio al Tango, il 14 a Vivaldi, con le 4 Stagioni: entrambi gli eventi si terranno sulla terrazza del Belvedere sul Natisone. Gli appuntamenti proseguiranno poi fino a venerdì 14 agosto.
Sul “palco” nomi di spicco, fra cui le prime parti dell’Orchestra del Teatro alla Scala Andrea Manco (flauto) e Renato Duca (oboe) o le stelle ungheresi Barnabas Kelemen, al violino, e Katalin Kokas, alla viola. Non mancheranno poi docenti che da anni offrono il proprio contributo ai Corsi, da Daniel Rowland a Maja Bogdanovic e Natacha Kudritskaja.

Biglietto d’ingresso popolare, al costo di 8 euro: tre appuntamenti, fra cui quello del 4 agosto, saranno inoltre ad accesso gratuito.

comunicato stampa

 

Share This