Ottimo successo per il 19° Concorso Internazionale per Clarinetto Città di Carlino, che grazie all’impegno della Nuova Banda di Carlino Aps – promotrice della manifestazione – ha nuovamente trasformato il Comune friulano, per quattro giorni, in capitale della grande musica, con la presenza di 52 talenti da tutto il mondo e di una qualificatissima giuria.

Nella categoria Clarinetto Basso (riservata ai giovani fino ai 35 anni e dunque agli strumentisti avviati verso la carriera concertistica) podio interamente italianoprima Irene Marraccini, secondo premio non assegnato, terzo Fabio Busetto Datto, ex aequo con Mark La Regina. Nella Senior hanno invece brillato la giapponese Sawako Ushimado (seconda classificata: non è stato infatti assegnato il primo premio) e un italiano, Gianmarco Corinto.

Passando alle categorie riservate ai più giovani: in quella per i piccoli e piccolissimi, la Baby (fino ai 12 anni), primo posto ex aequo per Teresa Fumagalli e Tommaso Bertozzi; si passa poi al terzo classificato, Federico Antonello. Nella Junior A (per ragazzi fino ai 16 anni) si è distinto l’ungherese Màrton Csongár, seguito dalla slovena Ana Krapež e da Matteo Midali, terzo, mentre nella sezione Junior B (fino ai 20 anni) il migliore è stato il serbo Slaven Balač; nessun secondo premio, terzo per Luca Scappagnini.

Nonostante le complicazioni logistiche provocate dal periodo emergenziale le attività si sono svolte in piena regolarità, senza alcun intoppo, e lo stesso è avvenuto per la serata di gala conclusiva, con le esibizioni e le premiazioni dei vincitori da parte delle autorità: forte, dunque, la soddisfazione della Nuova Banda di Carlino, che non appena calato il sipario sulla 19^ edizione già inizierà a ragionare sulla prossima, quella del ventennale, in programma dal 27 al 30 ottobre 2022.

comunicato stampa

Share This