Dopo l’ultimo intervento nelle scuole di Francesco Muzzopappa con “L’inferno spiegato male”, Bestiario Immaginato chiude l’anno 2021 con un bilancio più che positivo. Tra giugno e oggi sono stati coinvolti oltre 700 tra bambini e ragazzi e più di 350 adulti (insegnanti, amministratori, genitori). 
A gennaio 2022 il viaggio verso la Francia e verso l’Accademia di Belle Arti di Roma
LA CONCLUSIONE
Si è concluso qualche settimana fa, di fronte a 120 ragazzi delle classi delle scuole secondarie di primo grado di Fagagna, Tavagnacco, e Remanzacco l’ultimo appuntamento di Bestiario Immaginato: l’autore Francesco Muzzopappa ha conversato con Damatrà a proposito del suo libro “L’inferno spiegato male”: anche l’ultimo atto del progetto di Bestiario “Pecore Matte”, dunque, si è svolto sotto l’egida delle celebrazioni del Sommo Poeta.
Muzzopappa, che nel suo volume racconta Dante in maniera inedita e originale (tanto da guadagnarsi il bollino del comitato nazionale DANTE 2021) tra giochi interattivi e idee divertenti, ha rapito e incuriosito i giovani lettori: anche quelli che con la Commedia avevano litigato, ci hanno fatto pace!
I NUMERI DEL PROGETTO
Sono più di 700 i bambini e i ragazzi che hanno partecipato alle attività di Bestiario Immaginato e oltre 350 gli adulti (tra genitori insegnanti e amministratori) che hanno collaborato al progetto: un numero importante che prova quanto sia fondamentale per la comunità dei ragazzi trovare corrispondenza in un progetto creativo che li veda coinvolti in modo così attivo e propositivo.
Il lungo percorso di studio e di ricerca dell’ottava edizione di Bestiario Immaginato, che ha avuto la sua attività principale tra giugno e ottobre, con diverse attività collaterali che sono giunte fino a oggi, ha coinvolto le comunità di Colloredo di Montalbano, Pagnacco, Moruzzo, Tavagnacco,  Remanzacco, Fagagna, San Vito di Fagagna e Cividale del Friuli ed è “espatriato” – già durante l’estate – a Pola, dove ha proposto alcuni laboratori alle classi di lingua italiana.

Un progetto dunque che conferma di saper rispondere al bisogno di tante comunità (in particolare dei loro più giovani componenti) di condivisione, di esperienze creative, di sperimentazione. Bestiario Immaginato (ideato da Damatrà onlus, quest’anno per la seconda volta con la direzione artistica di Andrea Ciommiento) è infatti un articolato percorso di mediazione creativa, un’ “esperienza artistica relazionale” con laboratori e spettacoli che dal 2014 coinvolge le comunità locali e ogni anno diverse centinaia di bambini e persone adulte del Friuli Venezia Giulia, attivando collaborazioni in Italia e all’estero.
Dalla prima fase del progetto iniziata lo scorso giugno, “Bestiario Lab: Laboratori di creazione mutimediale per ragazze e ragazzi dai 12 ai 19 anni”, ai laboratori collettivi del secondo step “Salire le stelle: giochi narrativi per le nuove generazioni”, il progetto è confluito negli eventi di metà ottobre, sabato 16 e domenica 17, al Castello di Villalta di Fagagna: un incontro-evento di due giorni, che portava naturalmente il titolo di “Pecore matte”, con al centro le performance delle ragazze e dei ragazzi delle scuole Medie e Superiori che hanno lavorato durante l’estate. I giovani protagonisti hanno restituito al pubblico presente – con diverse azioni tra teatro, immagini e audio-percorsi – l’incredibile storia del signor Dante e il suo immaginario e hanno raccontato cosa vuol dire (per il Poeta e, oggi, per i giovani) perdersi, innamorarsi, salire le stelle.
IL VIAGGIO DI BESTIARIO IMMAGINATO NEL 2022
L’attività di Bestiario non finisce con la chiusura d’anno: Bestiario Immaginato “Pecore Matte” si mette in viaggio e vedrà oltr’Alpe, il 15 gennaio 2022, un nuovo incontro con la cooperativa francese Art Source, che qualche settimana fa ha proposto un laboratorio di “Pecore Matte” a Montreuil, una delle banlieue parigine, dove sono state raccolte molte audio-storie con le voci di bambini, ancora rivolte all’universo di Dante e sui contenuti di Bestiario Immaginato.
È previsto nell’immediato futuro anche un laboratorio interno ai corsi di “Scrittura creativa e drammaturgia multimediale” dell’Accademia di Belle Arti di Roma che coinvolgerà studenti under 25 all’interno dello stesso processo creativo che ha dato vita a “Pecore Matte – Bestiario Immaginato 2021”: un modo per trasmettere gli strumenti professionalizzanti legati alla progettazione artistica in contesti pedagogici e allo sviluppo di creazioni multimediali dal vivo per le nuove generazioni.

Fagagna, 23-07-2021 – Bestiario Immaginato – Incontri Pecore Matte – Cjase di Catine – Damatrà – Invasioni Creative – Foto © 2021 Alice BL Durigatto

Bestiario Immaginato è ideato e proposto da Damatrà onlus, con il sostegno della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia.  Si avvale della direzione creativa di Andrea Ciommiento e della collaborazione di giovani professionisti delle arti multimediali e relazionali oltre che di Invasioni Creative (Torino/Udine), di L’Art Source (Parigi) e dell’Università  Cattolica del Sacro Cuore (Milano). Sette inoltre le amministrazioni comunali della Regione Friuli Venezia Giulia coinvolte nel progetto: Colloredo di Monte Albano, Fagagna, Moruzzo, Pagnacco, Remanzacco, San Vito di Fagagna e Tavagnacco.

Ulteriori informazioni su www.bestiarioimmaginato.com

Comunicato Stampa

Share This