Si parte domenica 10 ottobre con la prima assoluta della nuova produzione di Anà-Thema impegnata ne “Il segreto del bosco vecchio” di Buzzati
 
Tra le tante proposte di prosa e danza, Denny Mendez, Maddalena Rizzi, Stivalaccio
Teatro, Lyric Dance Company, Francesco Branchetti, Salvatore della Villa e Mauro
Racanati, oltre ad altre due nuove produzioni di Anà-Thema
come Re Lear e Anima Ribelle su David Maria Turoldo

Una stagione che non solo porterà come sempre sul palco di Osoppo prime assolute, regionali e nazionali con grandi nomi del mondo dello spettacolo, ma che addirittura raddoppia. Già, perché “Eureka 12”, il cartellone proposto da Anà-Thema al Teatro della Corte di Osoppo, è pronto a partire da domenica 10 ottobre con due repliche per ogni serata, una alle 18 e una alle 21. Un modo per venire incontro al sempre folto pubblico che assiste agli spettacoli e che, a causa della ridotta capienza dovuta alle normative sanitarie, non avrebbe potuto trovare posto.

Un viaggio oltre i confini
“Presentiamo – spiega il direttore artistico della compagnia, l’attore e regista Luca Ferri – una stagione completa che proseguirà fino a marzo e oltre perché vogliamo credere in una vera ripartenza e guardare al futuro con ottimismo. Un programma che quest’anno proporrà meno monologhi e più storie ricche di emozioni, attori, scene e diverse compagnie. L’energia, l’ottimismo e la voglia di guardare oltre l’orizzonte che ci hanno sempre caratterizzato – prosegue – non ci mancano”.
Ecco allora che sta per alzarsi il sipario su un cartellone di eventi per tutta la famiglia, dalla prosa agli spettacoli itineranti, dal capodanno ai concerti, dalle rappresentazioni natalizie alle ormai famose cene con delitto sia alla Corte di Osoppo, ma anche nell’Atelier teatrale di Udine e in tanti altri luoghi insoliti della regione.

Il debutto in prima assoluta con Buzzati
Fresco dell’anteprima appena proposta al Comunale di Belluno, debutta in prima assoluta domenica 10 ottobre la nuova produzione di Anà-Thema Teatro che stavolta si cimenta con un classico della letteratura italiana come “Il segreto del bosco vecchio” di Dino Buzzati, spettacolo che ha ottenuto il patrocinio sia dell’associazione internazionale a lui dedicata, sia del Centro studi Dino Buzzati così come dell’associazione culturale Villa Buzzati San pellegrino- Il granaio.

La prima edizione del romanzo-fiaba è del 1935 e tantissimi ricorderanno la celebre trasposizione cinematografica di Ermanno Olmi del 1993. Sogno, magia, nostalgia, umanità e natura sono intrecciati in un affresco portato in scena, per la regia di Luca Ferri, da Luca Marchioro, Alberto Fornasati e Massimiliano Kodric.

Una stagione ricca di sorprese
Scorrendo il programma, balzano agli occhi i nomi dei protagonisti di questa stagione, come Denny Mendez, ospite di Anà-Thema con “Il carro di Dioniso” il 24 ottobre, ma anche Maddalena Lizzi con la regia di Filippo D’Alesso impegnata sulla scena nei panni di Elisabetta I.
Torna a grande richiesta (28 novembre) l’applaudita compagnia Stivalaccio Teatro che a Osoppo porta il suo “Arlecchino furioso”. Sul fronte delle nuove produzioni di Anà-Thema, domenica 23 gennaio sarà la volta della prima assoluta del Re Lear, una riscrittura drammaturgica che contamina il testo originale pur restando fedele a Shakespeare nella sua forma più profonda.
Raffinato dialogo drammatico sulla vita e l’arte, su finzione e realtà, sulle possibilità dell’uomo di sapere distinguere tra la prima e la seconda è “Il veleno del teatro” (13 febbraio) con Salvatore Della Villa e Mauro Racanati. Grande attesa, il 27 febbraio, per “Frida”, spettacolo di danza della Lyric Dance Company con le coreografie di Alberto Canestro su musiche di Enrico Fabio Cortese. Il ritratto danzato “dipinto” da Canestro trasporta lo spettatore nel mondo a tinte forti di una donna, Frida Kahlo, che esprime la libertà di essere sé stessa, senza maschere, autentica e naturale.
Non poteva mancare, 13 marzo, un grande classico come Luigi Pirandello con “Non si sa come”, ultimo lavoro teatrale compiuto del genio siciliano che ora rivive grazie alla regia di Francesco Brachetti. Gran finale, il 27 marzo, con un’altra produzione di Anà-Thema che con determinazione ha voluto portare in scena la vita di David Maria Turoldo. Realizzato in collaborazione e col patrocinio del Centro studi David Maria Turoldo, “Anima ribelle”, questo il titolo dello spettacolo, esplora il vissuto e le radici friulane di Turoldo, il suo rapporto con la madre e con la gente della sua terra e della sua casa.

Natale, Capodanno, Cene con delitto e la Villa di Dracula.
Non mancano nel calendario gli appuntamenti divenuti ormai irrinunciabili nelle proposte di Anà-Thema, come il Concerto di Natale (19 dicembre), il Capodanno a teatro, stavolta con l’irresistibile comicità dei Trigeminus e la loro “Divine Comedie”, così come le “Cene con delitto” e due serate all’insegna di Halloween con la “Villa di Dracula” (30 e 31 ottobre).

Biglietteria
Per informazioni e prenotazioni è possibile telefonare ai numeri 3453146797 o 04321740499 o inviare una email all’indirizzo info@anathemateatro.com. In base alle normative sanitarie per il contenimento della pandemia, per accedere al Teatro della Corte di Osoppo è necessaria, dai 12 anni in su, la presentazione del Green Pass. Come ricordato gli spettacoli in cartellone, ad eccezione di quelli proposti per le festività (Capodanno, Halloween), si terranno la domenica con due repliche, una alle 18 e una alle 21. La stagione Eureka 12 gode del contributo della Regione Friuli Venezia Giulia, Fondazione Friuli e del Comune di Osoppo.

Comunicato stampa

Share This