Il sito di instArt fa uso di cookies per il suo regolare funzionamento, dovuto all'uso di CMS Joomla.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Cookie Policy

La presente Cookie Policy è relativa al sito www.instart.info (“Sito”) gestito e operato da Massimo Cum - Via monte peralba 4 - 33100 Udine - CF CMUMSM66M19C817N

I cookies sono piccoli file di testo inviati all'utente dal sito web visitato. Vengono memorizzati sull’hard disk del computer, consentendo in questo modo al sito web di riconoscere gli utenti e memorizzare determinate informazioni su di loro, al fine di permettere o migliorare il servizio offerto.

Esistono diverse tipologie di cookies. Alcuni sono necessari per poter navigare sul Sito, altri hanno scopi diversi come garantire la sicurezza interna, amministrare il sistema, effettuare analisi statistiche, comprendere quali sono le sezioni del Sito che interessano maggiormente gli utenti o offrire una visita personalizzata del Sito.

Il Sito utilizza cookies tecnici e non di profilazione. Quanto precede si riferisce sia al computer dell’utente sia ad ogni altro dispositivo che l'utente può utilizzare per connettersi al Sito.

Cookies tecnici

I cookies tecnici sono quelli utilizzati al solo fine di effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell'informazione esplicitamente richiesto dall'abbonato o dall'utente a erogare tale servizio.

Essi non vengono utilizzati per scopi ulteriori e sono normalmente installati direttamente dal titolare o gestore del sito web.

Possono essere suddivisi in cookies di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web (permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate); cookies analytics, assimilati ai cookies tecnici laddove utilizzati direttamente dal gestore del sito per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso; cookies di funzionalità, che permettono all'utente la navigazione in funzione di una serie di criteri selezionati (ad esempio, la lingua, i prodotti selezionati per l'acquisto) al fine di migliorare il servizio reso allo stesso.


La disabilitazione dei cookies potrebbe limitare la possibilità di usare il Sito e impedire di beneficiare in pieno delle funzionalità e dei servizi presenti sul Sito. Per decidere quali accettare e quali rifiutare, è illustrata di seguito una descrizione dei cookies utilizzati sul Sito.

Tipologie di cookies utilizzati

Cookies di prima parte:

I cookies di prima parte (ovvero i cookies che appartengono al sito dell’editore che li ha creati) sono impostati dal sito web visitato dall'utente, il cui indirizzo compare nella finestra URL. L'utilizzo di tali cookies ci permette di far funzionare il sito in modo efficiente e di tracciare i modelli di comportamento dei visitatori.

Cookies di terzi:

I cookies di terzi sono impostati da un dominio differente da quello visitato dall'utente. Se un utente visita un sito e una società diversa invia l'informazione sfruttando quel sito, si è in presenza di cookies di terze parti.

Cookies di sessione:
I c.d. ‘cookies di sessione’ sono memorizzati temporaneamente e vengono cancellati quando l’utente chiude il browser. Se l’utente si registra al Sito, può utilizzare cookies che raccolgono dati personali al fine di identificare l’utente in occasione di visite successive e di facilitare l'accesso - login al Sito (per esempio conservando username e password dell’utente) e la navigazione sullo stesso. Inoltre Open Source Solutions utilizza i cookies per finalità di amministrazione del sistema. Il Sito potrebbe contenere link ad altri siti. Open Source Solutions non ha alcun accesso o controllo su cookies, web bacon e altre tecnologie di tracciamento usate sui siti di terzi cui l’utente può accedere dal Sito, sulla disponibilità, su qualsiasi contenuto e materiale che è pubblicato o ottenuto attraverso tali siti e sulle relative modalità di trattamento dei dati personali; Open Source Solutions a questo proposito, considerata la mole di tali siti terzi, declina espressamente ogni relativa responsabilità. L’utente dovrebbe verificare la privacy policy dei siti di terzi cui accede dal Sito per conoscere le condizioni applicabili al trattamento dei dati personali poiché la Privacy Policy di Open Source Solutions si applica solo al Sito come sopra definito.

Cookies persistenti:

I cookies persistenti sono memorizzati sul dispositivo degli utenti tra le sessioni del browser, consentendo di ricordare le preferenze o le azioni dell'utente in un sito. Possono essere utilizzati per diversi scopi, ad esempio per ricordare le preferenze e le scelte quando si utilizza il Sito.


Cookies essenziali:

Questi cookies sono strettamente necessari per il funzionamento del Sito. Senza l'uso di tali cookies alcune parti del Sito non funzionerebbero. Comprendono, ad esempio, i cookies che consentono di accedere in aree protette del Sito. Questi cookies non raccolgono informazioni per scopi di marketing e non possono essere disattivati.

Cookies funzionali:

Questi cookies servono a riconoscere un utente che torna a visitare il Sito. Permettono di personalizzare i contenuti e ricordate le preferenze (ad esempio, la lingua selezionata o la regione). Questi cookies non raccolgono informazioni che possono identificare l'utente. Tutte le informazioni raccolte sono anonime.

Cookies di condivisone sui Social Network:

Questi cookies facilitano la condivisione dei contenuti del sito attraverso social network quali Facebook e Twitter. Per prendere visione delle rispettive privacy e cookies policies è possibile visitare i siti web dei social networks. Nel caso di Facebook e Twitter, l'utente può visitare https://www.facebook.com/help/cookies e https://twitter.com/privacy.

Nello specifico, si riporta di seguito la lista dei principali cookies utilizzati sul Sito e relative descrizioni e funzionalità, compresa la durata temporale.

1) Tipologia di Cookie Prima parte Funzionale
Provenienza Open Source Solutions
Finalità Recuperare le impostazioni dell'utente (salvare la sessione dell'utente e ricordare alcune impostazioni come le impostazioni di accessibilità)
Durata Cookie persistente
   
2) Tipologia di Cookie Prima parte - Funzionale
Provenienza Open Source Solutions
Finalità Memorizzare il luogo dell'utente e ricordare le impostazioni di lingua (in forma anonima)
   
3) Tipologia di Cookie Prima parte - Funzionale
Provenienza Open Source Solutions
Finalità Personalizzare il contenuto della pagina a seconda del dispositivo utilizzato dall'utente, delle sue scelte e delle impostazioni (in forma anonima)



Come modificare le impostazioni sui cookies

La maggior parte dei browser accetta automaticamente i cookies, ma l’utente normalmente può modificare le impostazioni per disabilitare tale funzione. E' possibile bloccare tutte le tipologie di cookies, oppure accettare di riceverne soltanto alcuni e disabilitarne altri. La sezione "Opzioni" o "Preferenze" nel menu del browser permettono di evitare di ricevere cookies e altre tecnologie di tracciamento utente, e come ottenere notifica dal browser dell’attivazione di queste tecnologie. In alternativa, è anche possibile consultare la sezione “Aiuto” della barra degli strumenti presente nella maggior parte dei browser.


E' anche possibile selezionare il browser che utilizzato dalla lista di seguito e seguire le istruzioni: - Internet Explorer; - Chrome; - Safari; - Firefox; - Opera. Da dispositivo mobile: - Android; - Safari; - Windows Phone; - Blackberry.

Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio offerto da Open Source Solutions.

   

Per la tua pubblicità
scrivi a
redazione@instart.info

 

instart / webmagazine dedicato all'arte IN giro / Istantanee di Musica - Teatro - Cinema - Danza - Arti figurative - Libri

inEventi  inMusica  |  inScena  |  inAscolto  |  inLibri  |  inPunta  |  inMostra  |  inMovie  |  inCoro  |  inJazz  |  inViaggio  |  inCurioso

inSocial

Diventa amico di instArt

inEditoriale

  • Arte all'istante

    19.06.2013 15:01

    Il nostro sogno é diventato progetto e ora è un sito al vostro servizio. Vogliamo restituirvi in tempo reale, ma senza il pericolo di abbassare la qualità del lavoro, le emozioni dello spettacolo o della mostra che avete appena visto. Non vi racconteremo tutto quello che accade, ma avrete tutto quello che noi pensiamo sia importante suggerirvi. Ve lo proporremo in agenda e poi in cronaca, con immagini. Così, voi uscite dallo spettacolo, bevete qualcosa con gli amici, andate a casa, accendete il pc e riaccendete le vostre e nostre emozioni. Parola di InstArt!!!

inJazz di LdA

  • San Vito Jazz 2017: al via l'11ma edizione! Ne parliamo con il direttore artistico Flavio Massarutto

    2017-02-21 11:40:57

    Leggi tutto...

  • Il 18 febbraio Elsa Martin e Stefano Battaglia a Talmassons: l'intervista alla straordinaria cantante e compositrice carnica

    2017-02-13 15:04:40

    Leggi tutto...

inViaggio

inContro

  • La terra è di Dio - Farete riposare la Terra, il 19 dicembre a Coderno di Sedegliano

    15.12.2015 18:47

    Leggi tutto...

  • Venerdì 4 dicembre a Trieste, Sala Bartoli, conferenza dedicata a Calendar Girls di Tim Firth in scena al Politeama Rossetti fino a domenica 6

    03.12.2015 19:48

    Leggi tutto...

inPagina

  • "G.", di John Berger, ed il Friuli Venezia Giulia

    30.04.2015 10:59

    Leggi tutto...

inTervista by Smoothmax

  • Franco Giordani musicante e viaggiatore amico della musica.

    11.10.2016 18:48

    Leggi tutto...

  • InTervista a Federico Missio, ecclettico musicista e maestro del sax

    02.07.2015 09:07

    Leggi tutto...

  • InTervista a Jimi Barbiani, raffinato bluesman friulano

    21.05.2015 22:48

    Leggi tutto...

  • InTervista a Carla Agostinello, direttrice e curatrice di Note del Timavo e Tango da Pensare

    03.04.2015 22:48

    Leggi tutto...

  • InTervista a Andrea Casaccio, el hombre de las estrellas

    03.04.2015 22:48

    Leggi tutto...

inCurioso

  • FEFF19: FARE ed ESSERE ad ognuno il suo personaggio!

    26.04.2017 18:25

    Leggi tutto...

  • LA MIA STORIA, UNA RISORSA di e con Tapani Mononen

    08.02.2017 16:54

    Leggi tutto...

GUARDA IL VIDEO

Il prossimo 18 febbraio la nostra Elsa Martin sarà in duo con il mitico Stefano Battaglia all'Auditorium di Talmassons. E' anni oramai che seguiamo i successi della bella e brava cantante e compositrice carnica. La ricordiamo giovanissima con il FVG Gospel Choir (inizi del nuovo millennio), ma da tempo oramai con intelligenza e caparbietà ha fatto innumerevoli passi da gigante nella sua intensa carriera da solista, tanto da conquistare numerosi premi importanti e soprattutto esperienze sempre più colte e raffinate, che vanno ad arricchire la sua già straordinaria capacità vocale.

Abbiamo voluto intervistarla per questo suo prossimo importante appuntamento, chè vedrà anche una replica in marzo qui in Friuli, per poi spiccare il volo con altre date nazionali ed internazionali.

Iniziamo con il raccontare un po’ di te: quando inizia Elsa a cantare?
Potremmo dire che il grido di venuta al mondo può essere considerato un rito di iniziazione al canto :-)! Gli esordi risalgono a quando ero piccolissima: ancora del tutto inconsapevole, il canto era il mio canale espressivo privilegiato. È sempre stata un’azione spontanea, liberatoria, motivo di gioco e divertimento. Quando i nonni mi portavano alla Messa la domenica, attaccavo i canti a tutta voce, desiderosa di farmi sentire, tanto che il prete disse a mia mamma: “Signora lasci che sua figlia venga a cantare nel coro...” non so se più per sfinimento che per altro! Ho sempre saputo che il canto sarebbe stato il mio cammino. Senza dubbio alcuno. Questo è un grande privilegio, nascere cioè con una forte convinzione e quindi determinazione, che fanno spontaneamente propendere verso le scelte che nutrono la propria “vocazione”. Si, direi che vocazione è il termine giusto, qualcosa cioè, che non ha a che vedere con una scelta, perché ciò che si persegue è la spontanea adesione a quello che il cielo ha pensato per te, è un’urgenza espressiva. Tutto sembra estremamente naturale. Io davvero non saprei cosa fare altrimenti nella mia vita!

Sappiamo che ti sei diplomata in musica jazz al Conservatorio di Klagenfurt … ci vuoi parlare un po’ dei tuoi studi, passati e presenti (e futuri se hai già qualche idea)?
Il Conservatorio di Klagenfurt è stato un periodo difficile della mia vita. Non sono un’accademica di indole. Sono disordinata, distratta, ribelle, … dovessi scegliere un metodo di apprendimento ideale, opterei per quello in cui il sapere si tramanda oralmente da maestro-allievo, quello che avviene per imitazione o attraverso la pratica, ancora presente in diversi luoghi del mondo, negli angoli in cui ancora vivono le tradizioni. L’Accademia tende ad annullare l’individualità intesa nel suo senso etimologico, ovvero ciò che non si può dividere (in-dividuo), poiché attraverso una proposta didattica omologante, raramente si rivolge alle tre sfere che compongono l’individuo (corpo-mente-spirito). Diciamo che il più delle volte ci si imbatte in riproposizione di idiomi, linguaggi e stili, più che in una proposta tesa a favorire la manifestazione delle espressività di ognuno. Sicuramente il Conservatorio mi ha offerto degli strumenti di conoscenza e mi ha allenato alla disciplina. Mi piace molto studiare e quindi, nonostante il percorso non rispecchiasse le mie inclinazioni naturali, l’ho portato a termine brillantemente. Ma la gioia nel canto l’avevo un po' smarrita. Poi il cielo è stato molto generoso e mi ha fatto incontrare Stefano Battaglia e i suoi Laboratori di Ricerca, poco più di tre anni fa. Ho ricominciato a gioire e a liberarmi del peso del “si deve fare così”, abbandonandomi a quello che semplicemente ero. Non c’è felicità più grande. Ora voglio solo perdermi nel canto, scrivere, ricercare, sperimentare, poi si vedrà.

Vogliamo ricordare qualche premio (sono numerosissimi) ?
I più significativi sono sicuramente il Premio Andrea Parodi del 2012, il Premio della Critica al Bianca D’aponte del 2014, la miglior interpretazione al Premio Bindi nel 2013 la finale delle Targhe Tenco del 2012 e il terzo posto al Premio Loano per la musica tradizionale italiana sempre nel 2013.

"vERsO", che si avvale degli arrangiamenti dello straordinario Marco Bianchi, è il tuo primo cd, uscito nel 2012 … ci vuoi raccontare di questa avventura (finalista tra l’altro proprio al Premio Tenco)?
VERsO è stato concepito, progettato e realizzato assieme a Marco, instancabile partner musicale da una dozzina di anni, ormai. Siamo praticamente cresciuti assieme nella musica e questo lavoro ci ha fatto maturare tantissimo, regalandoci molte soddisfazioni. In vERsO tradizione e innovazione convivono e dialogano: la prima diviene punto di partenza, radici profonde, materiale ricco a cui tornare con sguardo ed orecchie attenti perché garanzia di verità. La seconda rappresenta il verso, la direzione da intraprendere, facendo tesoro di ciò che siamo stati: ecco il perché del titolo “vERsO”, termine che racchiude il verbo “ero”, chiaro riferimento al passato, ma che nel complesso significa direzione, orientamento, tensione. Vi sono melodie popolari rilette e reinterpretate in base a un’attenta considerazione sulla loro origine ed evoluzione, accanto a brani originali in Friulano ed Italiano, composti da me, assieme a Stefano Montello (testi) e Marco Bianchi (arrangiamenti). Le tracce sono state prodotte da Alberto Roveroni ed Effettonote di Milano e registrate presso Effettonote (MI), Qrecording studio (MI). VERsO ha ricevuto critiche entusiasmanti e numerosi riconoscimenti, abbiamo suonato in svariati contesti e ci ha concesso di farci conoscere in Italia e all’estero. È davvero incredibile come un’opera prima possa regalare così tante soddisfazioni.

Del 2015 è invece il cd “Amôrs”, edito dall’Associazione Culturale Colonos, dove lo hai presentato per la prima volta: ci racconti di come nasce questa splendida opera firmata da quell’incredibile genio compositivo di Renato Miani?
“Amôrs” è un progetto musicale di canzoni per voce e pianoforte scritte tra il 2011 ed il 2015 dal compositore friulano Renato Miani e basate sull’omonima raccolta di poesie in friulano scritta dal poeta Pierluigi Cappello nel 1999; nello specifico si tratta di composizioni in cui si è cercata una fusione tra diverse fonti d’ispirazione tra “sacro e profano”, dalla musica leggera alla liederistica tedesca, senza escludere sfumature jazzistiche. L’incontro con Renato è avvenuto tre anni fa. Era alla ricerca di una voce moderna, con studi alle spalle tali da consentire la possibilità di affrontare la sua musica, che sappiamo essere alquanto probante, anche se meravigliosa! E così, tramite il suggerimento del M° Valter Sivilotti è giunto a me. Il suo desiderio era appunto quello di far incontrare una vocalità naturale, non impostata, con un pianismo classico-romantico: la scelta è ricaduta su di me e su Matteo Andri. E’ stata un’esperienza molto stimolante, seppur difficile. Ho imparato davvero moltissimo e mi sono divertita a mettermi in gioco in un repertorio che non avevo mai affrontato prima. Da allora la collaborazione con Renato è fiorita anche in altre progettualità e questo è un motivo di privilegio e gioia per me!

Lo scorso anno ti rtitroviamo a Mittelfest accanto ad uno dei più straordinari musicisti europei, il pianista Stefano Battaglia: come è nata la vostra amicizia e raccontaci di questa nuova avventura …
L’ incontro è avvenuto come dicevo poc’anzi, grazie ai suoi Laboratori di Ricerca. Io avevo disperato bisogno di liberarmi dai lacci degli accademismi e di ritrovare godimento e spontaneità nel canto. E’ stato il cielo a farmelo incontrare. Attraverso l’esperienza della ricerca degli ultimi anni, mi sono ritrovata e ho potuto esplorare nuovi ambiti della mia espressività. Stefano fin da subito ha riconosciuto una verità nel mio canto, al di là di ogni idioma, stile, estetica: questo è stata una forza propulsiva incredibile, mi ha trasmesso una grande fiducia. Dopo qualche tempo è stato naturale far sgorgare tale comunione anche in una progettualità condivisa, all’esterno della culla dei Laboratori. Inutile dire cosa significhi questo per me...ancora stento a crederci! E così è nato Sfueâi, un omaggio in musica a poeti del Friuli contemporaneo quali Pier Paolo Pasolini, Novella Cantarutti, Pierluigi Cappello, Amedeo Giacomini, Federico Tavan, che attraverso le loro opere hanno recuperato e reinventato la lingua friulana, nelle diverse varianti dei luoghi di provenienza.
Le musiche di Sfueâi, scritte da entrambi, sono per lo più composizioni inedite ispirate a poesie quali L'Aunar o Cjampanis di Pasolini, La nina e l'anzal o Canaa su la puarta della Cantarutti, Elementare di Cappello, Prejere di Giacomini, accanto a rivisitazioni di brani quali Anìn a grìs di Maria Di Gleria.

Il debutto è avvenuto a Mittelfest a luglio scorso ed ora ci attendono due date importanti in Friuli. La prima si terrà il 18 febbraio alle ore 20.45 presso l’Auditorium di Talmassons (UD). La seconda l’11 marzo a Tolmezzo (UD) presso l’Auditorium Candoni. Entrambi i concerti sono stati organizzati dall’ERT in collaborazione con la Provincia di Udine e con il sostegno dei due comuni che le ospiteranno (ringraziamo tutti per la fiducia!). Nel prossimo futuro sono in programma dei concerti nelle provincie di Bergamo, di Biella e a Vicenza e una registrazione audio che realizzeremo a fine primavera presso lo studio Artesuono di Stefano Amerio. Che meraviglia!

Luca d'Agostino © instArt

 

e-max.it: your social media marketing partner

inCerca

inContatto

Lascia un tuo commento, un tuo suggerimento sul sito.
Commento/Suggerimento

Segnala un evento a
redazione instArt

inSimpatia











Testata Giornalistica registrata presso il Tribunale di Gorizia Reg. n. 1/2016 dd. 1.3.2016
Editore/proprietario: ComUnica di Marina Tuni - Via Aquileia 5g - Monfalcone (GO) - c.f./p.iva 01157900315 - Direttore: Luca d'Agostino
Provider-distributore: Aruba.it SpA (www.aruba.it) - piazza Garibaldi 8 / 52010 Soci (AR) - Anno VII Copyright © 2003
Realizzazione webintre di Massimo Cum - info@webintre.com
I diritti delle immagini e dei testi sono di proprietà dei loro autori.
È fatto divieto assoluto di riproduzione con qualsiasi mezzo salvo licenza dall'autore stesso.
instart webzine - redazione@instart.info