Il sito di instArt fa uso di cookies per il suo regolare funzionamento, dovuto all'uso di CMS Joomla.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Cookie Policy

La presente Cookie Policy è relativa al sito www.instart.info (“Sito”) gestito e operato da Massimo Cum - Via monte peralba 4 - 33100 Udine - CF CMUMSM66M19C817N

I cookies sono piccoli file di testo inviati all'utente dal sito web visitato. Vengono memorizzati sull’hard disk del computer, consentendo in questo modo al sito web di riconoscere gli utenti e memorizzare determinate informazioni su di loro, al fine di permettere o migliorare il servizio offerto.

Esistono diverse tipologie di cookies. Alcuni sono necessari per poter navigare sul Sito, altri hanno scopi diversi come garantire la sicurezza interna, amministrare il sistema, effettuare analisi statistiche, comprendere quali sono le sezioni del Sito che interessano maggiormente gli utenti o offrire una visita personalizzata del Sito.

Il Sito utilizza cookies tecnici e non di profilazione. Quanto precede si riferisce sia al computer dell’utente sia ad ogni altro dispositivo che l'utente può utilizzare per connettersi al Sito.

Cookies tecnici

I cookies tecnici sono quelli utilizzati al solo fine di effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell'informazione esplicitamente richiesto dall'abbonato o dall'utente a erogare tale servizio.

Essi non vengono utilizzati per scopi ulteriori e sono normalmente installati direttamente dal titolare o gestore del sito web.

Possono essere suddivisi in cookies di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web (permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate); cookies analytics, assimilati ai cookies tecnici laddove utilizzati direttamente dal gestore del sito per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso; cookies di funzionalità, che permettono all'utente la navigazione in funzione di una serie di criteri selezionati (ad esempio, la lingua, i prodotti selezionati per l'acquisto) al fine di migliorare il servizio reso allo stesso.


La disabilitazione dei cookies potrebbe limitare la possibilità di usare il Sito e impedire di beneficiare in pieno delle funzionalità e dei servizi presenti sul Sito. Per decidere quali accettare e quali rifiutare, è illustrata di seguito una descrizione dei cookies utilizzati sul Sito.

Tipologie di cookies utilizzati

Cookies di prima parte:

I cookies di prima parte (ovvero i cookies che appartengono al sito dell’editore che li ha creati) sono impostati dal sito web visitato dall'utente, il cui indirizzo compare nella finestra URL. L'utilizzo di tali cookies ci permette di far funzionare il sito in modo efficiente e di tracciare i modelli di comportamento dei visitatori.

Cookies di terzi:

I cookies di terzi sono impostati da un dominio differente da quello visitato dall'utente. Se un utente visita un sito e una società diversa invia l'informazione sfruttando quel sito, si è in presenza di cookies di terze parti.

Cookies di sessione:
I c.d. ‘cookies di sessione’ sono memorizzati temporaneamente e vengono cancellati quando l’utente chiude il browser. Se l’utente si registra al Sito, può utilizzare cookies che raccolgono dati personali al fine di identificare l’utente in occasione di visite successive e di facilitare l'accesso - login al Sito (per esempio conservando username e password dell’utente) e la navigazione sullo stesso. Inoltre Open Source Solutions utilizza i cookies per finalità di amministrazione del sistema. Il Sito potrebbe contenere link ad altri siti. Open Source Solutions non ha alcun accesso o controllo su cookies, web bacon e altre tecnologie di tracciamento usate sui siti di terzi cui l’utente può accedere dal Sito, sulla disponibilità, su qualsiasi contenuto e materiale che è pubblicato o ottenuto attraverso tali siti e sulle relative modalità di trattamento dei dati personali; Open Source Solutions a questo proposito, considerata la mole di tali siti terzi, declina espressamente ogni relativa responsabilità. L’utente dovrebbe verificare la privacy policy dei siti di terzi cui accede dal Sito per conoscere le condizioni applicabili al trattamento dei dati personali poiché la Privacy Policy di Open Source Solutions si applica solo al Sito come sopra definito.

Cookies persistenti:

I cookies persistenti sono memorizzati sul dispositivo degli utenti tra le sessioni del browser, consentendo di ricordare le preferenze o le azioni dell'utente in un sito. Possono essere utilizzati per diversi scopi, ad esempio per ricordare le preferenze e le scelte quando si utilizza il Sito.


Cookies essenziali:

Questi cookies sono strettamente necessari per il funzionamento del Sito. Senza l'uso di tali cookies alcune parti del Sito non funzionerebbero. Comprendono, ad esempio, i cookies che consentono di accedere in aree protette del Sito. Questi cookies non raccolgono informazioni per scopi di marketing e non possono essere disattivati.

Cookies funzionali:

Questi cookies servono a riconoscere un utente che torna a visitare il Sito. Permettono di personalizzare i contenuti e ricordate le preferenze (ad esempio, la lingua selezionata o la regione). Questi cookies non raccolgono informazioni che possono identificare l'utente. Tutte le informazioni raccolte sono anonime.

Cookies di condivisone sui Social Network:

Questi cookies facilitano la condivisione dei contenuti del sito attraverso social network quali Facebook e Twitter. Per prendere visione delle rispettive privacy e cookies policies è possibile visitare i siti web dei social networks. Nel caso di Facebook e Twitter, l'utente può visitare https://www.facebook.com/help/cookies e https://twitter.com/privacy.

Nello specifico, si riporta di seguito la lista dei principali cookies utilizzati sul Sito e relative descrizioni e funzionalità, compresa la durata temporale.

1) Tipologia di Cookie Prima parte Funzionale
Provenienza Open Source Solutions
Finalità Recuperare le impostazioni dell'utente (salvare la sessione dell'utente e ricordare alcune impostazioni come le impostazioni di accessibilità)
Durata Cookie persistente
   
2) Tipologia di Cookie Prima parte - Funzionale
Provenienza Open Source Solutions
Finalità Memorizzare il luogo dell'utente e ricordare le impostazioni di lingua (in forma anonima)
   
3) Tipologia di Cookie Prima parte - Funzionale
Provenienza Open Source Solutions
Finalità Personalizzare il contenuto della pagina a seconda del dispositivo utilizzato dall'utente, delle sue scelte e delle impostazioni (in forma anonima)



Come modificare le impostazioni sui cookies

La maggior parte dei browser accetta automaticamente i cookies, ma l’utente normalmente può modificare le impostazioni per disabilitare tale funzione. E' possibile bloccare tutte le tipologie di cookies, oppure accettare di riceverne soltanto alcuni e disabilitarne altri. La sezione "Opzioni" o "Preferenze" nel menu del browser permettono di evitare di ricevere cookies e altre tecnologie di tracciamento utente, e come ottenere notifica dal browser dell’attivazione di queste tecnologie. In alternativa, è anche possibile consultare la sezione “Aiuto” della barra degli strumenti presente nella maggior parte dei browser.


E' anche possibile selezionare il browser che utilizzato dalla lista di seguito e seguire le istruzioni: - Internet Explorer; - Chrome; - Safari; - Firefox; - Opera. Da dispositivo mobile: - Android; - Safari; - Windows Phone; - Blackberry.

Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio offerto da Open Source Solutions.

   

Per la tua pubblicità
scrivi a
redazione@instart.info

 

instart / webmagazine dedicato all'arte IN giro / Istantanee di Musica - Teatro - Cinema - Danza - Arti figurative - Libri

inEventi  inMusica  |  inScena  |  inAscolto  |  inLibri  |  inPunta  |  inMostra  |  inMovie  |  inCoro  |  inJazz  |  inViaggio  |  inCurioso

inSocial

Diventa amico di instArt

inEditoriale

  • Arte all'istante

    19.06.2013 15:01

    Il nostro sogno é diventato progetto e ora è un sito al vostro servizio. Vogliamo restituirvi in tempo reale, ma senza il pericolo di abbassare la qualità del lavoro, le emozioni dello spettacolo o della mostra che avete appena visto. Non vi racconteremo tutto quello che accade, ma avrete tutto quello che noi pensiamo sia importante suggerirvi. Ve lo proporremo in agenda e poi in cronaca, con immagini. Così, voi uscite dallo spettacolo, bevete qualcosa con gli amici, andate a casa, accendete il pc e riaccendete le vostre e nostre emozioni. Parola di InstArt!!!

inJazz di LdA

  • Presentato a Jazz&Wine of Peace 2017 il cd "Connessioni/Povezave" della Klopotec, splendida etichetta discografica! Ne parliamo con il suo creatore Iztok Zupan

    2017-10-25 15:22:26

    Leggi tutto...

  • Presentata la 20ma edizione di Jazz&Wine of Peace 2017

    2017-09-08 17:26:33

    Leggi tutto...

inViaggio

  • Nassfeld, il comprensorio sciistico che da sempre sorprende per la sua unicità, inizia all'insegna del numero “6” e riparte con una stagione invernale quanto mai ricca e brillante

    23.11.2017 16:32

    Leggi tutto...

  • Chocofest 2017: a Gradisca d’Isonzo dal 24-26 novembre si rinnova la magia del cioccolato. Presentata all’Enoteca La Serenissima la 20 edizione di una delle feste più amate in regione

    18.11.2017 19:06

    Leggi tutto...

inContro

  • La terra è di Dio - Farete riposare la Terra, il 19 dicembre a Coderno di Sedegliano

    15.12.2015 18:47

    Leggi tutto...

  • Venerdì 4 dicembre a Trieste, Sala Bartoli, conferenza dedicata a Calendar Girls di Tim Firth in scena al Politeama Rossetti fino a domenica 6

    03.12.2015 19:48

    Leggi tutto...

inPagina

  • "G.", di John Berger, ed il Friuli Venezia Giulia

    30.04.2015 10:59

    Leggi tutto...

inTervista by Smoothmax

  • Franco Giordani musicante e viaggiatore amico della musica.

    11.10.2016 18:48

    Leggi tutto...

  • InTervista a Federico Missio, ecclettico musicista e maestro del sax

    02.07.2015 09:07

    Leggi tutto...

  • InTervista a Jimi Barbiani, raffinato bluesman friulano

    21.05.2015 22:48

    Leggi tutto...

  • InTervista a Carla Agostinello, direttrice e curatrice di Note del Timavo e Tango da Pensare

    03.04.2015 22:48

    Leggi tutto...

  • InTervista a Andrea Casaccio, el hombre de las estrellas

    03.04.2015 22:48

    Leggi tutto...

inCurioso

  • Approvato il disegno di legge per il sostegno e la valorizzazione del sistema informativo regionale

    02.02.2018 14:16

    Leggi tutto...

  • All'Hotel Poesia un Natale di versi: parte il poetry crossing e arriva il booklet 15 Poesie dedicato al progetto Pordenonelegge

    09.12.2017 14:21

    Leggi tutto...

DEDICA 2018

AD ATIQ RAHIMI

Pordenone, 10-17 marzo 2018

In ricordo di Angelo Cozzarini

La 24.edizione del festival DEDICA è stata presentato oggi nella sala consiliare del municipio di Pordenone. Sono intervenuti il direttore artistico  del festival Claudio Cattaruzza, il curatore delle anteprime del festival Andrea Visentin, l’assessore comunale alla cultura Pietro Tropeano , il vice presidente della giunta regionale Sergio Bolzonello. In apertura sono stati ricordati Angelo Cozzarini, che ideò e lanciò Dedica e fu a lungo presidente dell’associazione Thesis e Nicoletta Pozzi, direttrice della biblioteca di Pordenone, da sempre amica di Dedica e preziosa collaboratrice.

DAL 10 AL 17 MARZO LA 24^ EDIZIONE DELLA RASSEGNA CHE INDAGHERÀ L’UNIVERSO LETTERARIO DELLO SCRITTORE E REGISTA AFGHANO ATIQ RAHIMI

PER DARE LA PAROLA, ATTRAVERSO LA SUA VOCE DI ARTISTA E INTELLETTUALE, A UN PAESE STANCO DI GUERRE, ANIMATO DA SPIRITO DI LIBERTÀ E VOGLIA DI RICOSTRUZIONE

L’ INAUGURAZIONE SABATO 10 MARZO NEL TEATRO VERDI DI PORDENONE

DIECI GLI APPUNTAMENTI, FRA LIBRI, CONVERSAZIONI, TEATRO, CINEMA, MUSICA, FOTOGRAFIA, OSPITI PRESTIGIOSI: SI RINNOVA LA FORMULA CHE RIMANE UNICA NEL PANORAMA DELLE RASSEGNE LETTERARIE

NEL “POST DEDICA” MALALAI JOYA, LA DONNA CHE SFIDÒ I SIGNORI DELLA GUERRA, SIMBOLO MONDIALE DELLA LOTTA PER I DIRITTI UMANI E DELLE DONNE

E DAL 16 FEBBRAIO ASPETTANDO DEDICA, RICCO CARTELLONE DI ANTEPRIME IN ATTESA DEL FESTIVAL

Se esiste una missione della scrittura, è quella di dare la parola a chi non l'ha. La letteratura deve saper mettere le parole dove la loro assenza è uno scandalo, dice Atiq Rahimi, lo scrittore e regista afghano che sarà protagonista della 24. edizione del festival Dedica, dal 10 al 17 marzo 2018, a Pordenone. Seguendo questa suggestione, la rassegna si addentrerà nell’universo letterario dell’autore anche per dare la parola, attraverso la sua voce di artista e intellettuale, a un Paese - l’Afghanistan - animato da un grande spirito di libertà e di voglia di ricostruzione.

Un Paese che ha lungamente sofferto e di cui le cronache sono costrette a parlarci ancora in modo drammatico. Ma come scrive Rahimi gli afghani non sono affatto un popolo di guerrieri. Un tempo erano liberi, gioiosi, ospitali. E oggi vogliono la pace. Pagano il prezzo di tutte le politiche di potenza, di tutte le follie, di tutti i rancori e di tutte le voglie di vendetta. Io penso al popolo dell'Afghanistan, fatto di gente comune e terribilmente stanco di guerre e di tragedie.

 

DIECI APPUNTAMENTI…

Sono diecigli appuntamenti del festival – fra spettacoli, conversazioni, cinema, musica, arte, libri, percorsi per giovani e famiglie - che si alterneranno, a Pordenone, fra il Convento di San Francesco, il Teatro Verdi, il Municipio, la Biblioteca Civica, Cinemazero, con una tappa all’Università Ca’ Foscari di Venezia.

 

…E  IL “POST DEDICA” CON LA DONNA PIU’  FAMOSA D’AFGHANISTAN, MALALAI JOYA, CHE SFIDÒ I SIGNORI DELLA GUERRA

Per la settimana successiva al festival, Dedica ha inoltre in serbo due date altrettanto prestigiose, che porteranno in regione Malalai Joya, diventata un simbolo mondiale della lotta per i diritti delle donne. Salì agli onori delle cronache nel 2003, quando come delegata dell’assemblea del popolo pronunciò un discorso con il quale osò apertamente sfidare i signori della guerra. La sua voce e il suo coraggio fecero il giro del mondo e da allora vive sotto scorta, viaggiando per le province dell’Afghanistan e parlando alle conferenze di mezzo mondo. Per il suo coraggioso impegno ha ricevuto numerose onorificenze
e importanti riconoscimenti internazionali. Grazie anche al sostegno della Bcc Pordenonese Malalai Joya sarà a Pordenone mercoledì 21 marzo e a Udine giovedì 22 marzo (in collaborazione con Vicino/Lontano).

 

SI RINNOVA LA FORMULA ORIGINALE

Si rinnova l’originale formula che concentra in un’intensa settimana i dieci eventi. “Una vera immersione nel mondo dell’autore protagonista - sottolinea il curatore di Dedica, Claudio Cattaruzza - attorno al quale ogni edizione costruisce il proprio specifico itinerario.  Con l’obiettivo di offrire al pubblico un’occasione rara di condividere una coerente riflessione sulla figura dell’ospite, cosicché dal fulcro della sua produzione letteraria si possa spaziare sul pensiero, sui contesti culturali, sulle varie forme artistiche che i più diversi mezzi espressivi sanno far emergere dalla sua opera.

Una formula che non cambia perché, oltre ad essere apprezzata dagli autori e dal pubblico, si conferma vincente e rimane unica nel vivace panorama delle rassegne letterarie italiane. “Un’eccellenza della cultura regionale – afferma il presidente del’associazione Thesis Antonino Frusteri - che porta con sé uno straordinario ritorno di immagine per Pordenone e il Friuli Venezia Giulia, sottolineato dagli stessi autori che ogni anno ci onorano della loro presenza. Anche Bjorn Larsson, protagonista nel 2017, salutandoci dichiarò che “Dedica è il miglior biglietto da visita, oltre che forma di promozione, per la reputazione e credibilità della città e della regione”.

 

ASPETTANDO DEDICA

Il festival sarà preceduto da un ricco calendario di anteprime che dal 16 febbraio al 7 marzo accompagneranno il pubblico all’appuntamento con la rassegna, realizzate in collaborazione con diversi soggetti che si occupano di cultura in Friuli Venezia Giulia.

 

ORGANIZZATORI, SPECIAL PARTNER, SOSTENITORI

Ideato e curato dall’associazione Thesis, il progetto Dedica è promosso da istituzioni ed enti pubblici, in particolare dalla Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, da PromoTurismoFvg, dal Comune di Pordenone e dalla Fondazione Friuli, che sostiene il festival nel solco di un impegno pluriennale per la valorizzazione e lo sviluppo della cultura. Il 21 febbraio la Fondazione aprirà inoltre la propria sede, palazzo Contarini, a Udine, per la presentazione del libro di Cristiana Cella “Sotto un cielo di stoffa. Avvocate a Kabul”, evento nel percorso delle anteprime.

Anche quest’anno Dedica è realizzata con il sostegno dello special partner Gruppo Servizi CGN, che nell’ambito del più ampio progetto per la promozione e divulgazione della cultura in azienda e sul territorio, con Thesis ha organizzato un appuntamento speciale inserito nel percorso di ASPETTANDO DEDICA

(giovedì 22 febbraio, alle 18.15, nella sede Oceano Servizi Cgn: “Il dovere della testimonianza”, incontro con il giornalista di guerra Fausto Biloslavo).

Crédit Agricole FriulAdria, da anni a fianco del festival, ribadisce il suo sostegno e oltre a organizzare a  palazzo Cossetti, dal 27 febbraio, la mostra “Afghanistan…per dove…” inserita fra le anteprime,  conferma il Premio “Una vita per la scrittura”, che sarà consegnato al protagonista di Dedica il 13 marzo, alle 20.45, nel convento San Francesco.

Ha inoltre rinnovato il prezioso supporto UnipolSai Assicurazioni (Agenzia di Pordenone).

 

L’AUTORE

Scrittore e cineasta, è nato a Kabul in Afghanistan nel 1962. Nel 1984, dopo l'invasione sovietica, fugge dall'Afghanistan e trova rifugio in Francia, dove ottiene asilo politico e successivamente la cittadinanza. A Parigi completa gli studi conseguendo un master in Cinema e comunicazione audiovisiva. In seguito realizza numerosi spot pubblicitari e diversi documentari tra cui ricordiamo Zaher Shah, le royaume de l'exil (2000), (A)fghanistan: Un Etat impossible? (2002) per la televisione francese. Nel 2000 pubblica Khâkestar o khâk (traduzione italiana Terra e cenere, Einaudi, 2002) che gli conferirà una notorietà internazionale. La trasposizione cinematografica da lui diretta vince il Prix du Regard vers l'Avenir al Festival di Cannes del 2004 ed ottiene altri numerosi riconoscimenti. Nel 2002 pubblica, ancora nella sua lingua madre,Hezar Khane e Khab Va Ekhtenagh (traduzione italiana: Le mille case del sogno e del terrore, Einaudi,2003), nel 2004 Tassvir va tassavore bazghasht (traduzione italiana: L’immagine del ritorno, Einaudi, 2004). Nel 2008con Syngué sabour. Pierre de patience (traduzione italiana: Pietra di pazienza, Einaudi, 2009) scrive il primo romanzo direttamente in francese. Il libro in breve diventa il “caso” letterario dell’anno e gli vale l’assegnazione del prestigioso Premio Goncourt. Anche da questo libro viene tratto un film di cui cura la regia e, insieme a Jean-Claude Carrière, la sceneggiatura. Nel 2011 pubblica Maudit soit Dostoïevski (traduzione italiana: Maledetto Dostoevskij, Einaudi, 2012), nel 2015 La ballade du calame (traduzione italiana: Grammatica di un esilio, BEE, 2018).

 

BIBLIOGRAFIA ESSENZIALE

Terra e cenere, Einaudi, 2002

Le mille case del sogno e del terrore, Einaudi, 2003

L’immagine del ritorno, Einaudi, 2004

Pietra di pazienza, Einaudi, 2009

Maledetto Dostoevskij, Einaudi, 2012

Grammatica di un esilio, BEE, 2018

 

IL PROGRAMMA

L’INAUGURAZIONE. Sabato 10 marzo, alle 16.30, nel teatro Verdi, il festival sarà aperto da una conversazione con il suo protagonista. A dialogare con Atiq Rahimi il saggista e giornalista culturale Fabio Gambaro ("La Repubblica", “L’Espresso”, "Le Monde"), nonché direttore dell’Istituto italiano di cultura a Parigi: una prima occasione per conoscere il poliedrico universo culturale di Rahimi, dove la passione per la scrittura, la letteratura e le arti visive non sono mai estranei alle sue origini e al mondo che le circonda.

LA MONOGRAFIA DEL FESTIVAL CON UN INEDITO DI RAHIMI E UNO DI TAHAR BEN JELLOUN. Ulteriori approfondimenti e contenuti inediti sono presenti nella monografia che accompagna il festival: un’intervista allo scrittore di Fabio Gambaro, un inedito di Atiq Rahimi per Dedica e uno scritto originale di Tahar Ben Jelloun.

IL RITORNO A KABUL NEGLI SCATTI DI ATIQ. Domenica 11 marzo, alle 11, nella biblioteca di Pordenone, che collabora all’evento, Atiq Rahimi inaugurerà la sua mostra fotografica L’IMMAGINE DEL RITORNO (presentazione del critico d’arte Angelo Bertani). Dopo vent’anni d’esilio Rahimi, nel 2002, è ritornato a Kabul e attraverso il filtro di una vecchia e rudimentale macchina fotografica si è incamminato sulla via che avrebbe potuto portarlo a riconquistare l’identità perduta. Ne è nato un racconto in cui la fotografia accompagna per mano la scrittura e la scrittura accompagna per mano la fotografia.

DEDICA A TEATRO CON FAUSTO RUSSO ALESI. Lunedì 12 marzo, alle 20.45, nel Convento di San Francesco, primo appuntamento con il teatro. TERRA E CENERE, lettura scenica tratta dall’omonimo romanzo di Atiq Rahimi, con Fausto Russo Alesi(che cura anche la regia) e scenofonia di Roberto Tarasco, è una storia che sisvolge nei dintorni della città di Polkhomrí, in Afghanistan, negli anni dell'occupazione sovietica. Lo scenario è un paesaggio fisico e umano ridotto all'osso. I protagonisti sono un vecchio e un bambino seduti sul ciglio della strada…

DEDICA A CA’ FOSCARI. Martedì 13 marzo, alle 11, si rinnova il prestigioso appuntamento che porta l’ospite di Dedica a Venezia, all’Università Ca’ Foscari, alle 11 (Dipartimento di Studi linguistici e culturali comparati). IL POTERE DELLE PAROLE è il titolo della conversazione con Atiq Rahimi, condotta da Marie-Christine Jamet e Gabrielle Gamberini.

IL NUOVO LIBRO DI RAHIMI PER DEDICA. E sempre martedì 13 marzo, alle 20.45, nel Convento di San Francesco, l’attesa presentazione del nuovo libro di Atiq Rahimi, GRAMMATICA DI UN ESILIO, edito da Bottega Errante, un racconto intimo e poetico, una meditazione su ciò che resta della propria vita quando si perde la terra dell’infanzia e si è costretti all’esilio. Sarà curata dallo scrittore Paolo di Paolo. Nell’occasione Rahimi riceverà il Premio Crédit Agricole Friuladria “Una vita per la scrittura”.

LE CHIAVI DELLA CITTÀ. Mercoledì 14 marzo, alle 11, nella sala consiliare del municipio, la cerimonia ufficiale per la CONSEGNA DEL SIGILLO DELLA CITTÀ A ATIQ RAHIMI, prestigioso riconoscimento assegnato a persone che onorano l’alto senso del sociale, della cultura e della politica.

Saranno poi premiati i lavori realizzati nell’ambito del progetto Parole e immagini per Atiq Rahimi, rivolto agli studenti delle scuole superiori di Pordenone e provincia e quest’anno aperto anche ad alcuni istituti comprensivi del capoluogo.

DEDICA CINEMA. Sempre mercoledi 14 marzo, alle 20.45, Dedica si declina in cinema e propone in collaborazione con Cinemazero il film COME PIETRA PAZIENTE, tratto dal best seller di Atiq Rahimi vincitore del Goncourt nel 2008, “una di quelle opere straordinarie che ogni tanto il cinema sa dare, incantandoci e costringendoci a pensare al dolore del mondo, e in questo caso all'oppressione delle donne cui tutto viene negato in società patriarcali, dominate dalla frustrazione sessuale e dalla tirannia religiosa." (Natalia Aspesi, “La Repubblica”, 28 marzo 2013). L’introduzione sarà curata da Atiq Rahimi e da Riccardo Costantini.

RAHIMI IN SCENA, IL RACCONTO DELL’ESILIO. Giovedì 15 marzo, alle 20.45, nel Convento San Francesco, spazio ancora alla parola in scena con DODICI MOVIMENTI PER IN-COMPLETARE, lettura del testo tratto dal libro La ballade du calame di Atiq Rahimi: il racconto intimo e poetico della condizione di esiliato e della ferita insanabile che ne segue prende vita sul palco attraverso la voce dell'autore, cui si alterna quella di Alice Rahimi, attrice e figlia di Atiq. Il coordinamento scenico è di Ferruccio Merisi, con interventi musicali di Giorgio Pacorig. Collabora il Circolo Controtempo.

Venerdì 16 marzo, alle 20.45, ancora nel Convento San Francesco, si parlerà di AFGHANISTAN: UN CONFLITTO SENZA FINE con Manlio Graziano (presenta Cristiano Riva), insegnante di geopolitica, collaboratore del “Corriere della Sera” e di “Limes”, autore di diversi saggi. Collabora l’associazione culturale Aladura.

MUSICA PER IL GRAN FINALE. Sabato 17 marzo, alle 20.45, finale in musica, nel convento San Francesco, con ARMONIE E LINGUAGGI, il concerto dello Gnu Quartet (Raffaele Rebaudengo – viola, Francesca Rapetti – flauto, Roberto Izzo – violino e Stefano Cabrera – violoncello), curioso connubio fra identità musicali diverse. Il risultato è un animale da palco con il corpo da musicista classico, il cervello da jazzista e le zampe da rockettaro. Collabora l’associazione culturale Sexto.

 

E INOLTRE…L’ALBERO INCANTATO – INTRECCI DI STORIE

Dal 5 al 23 marzo, nelle scuole primarie e secondarie di primo grado di Pordenone, laboratori di letture animate a cura dell’Associazione culturale 0432: proposta di educazione alla lettura su contenuti che fanno riferimento alla cultura afgana, presentata attraverso fiabe tradizionali o racconti originali.

 

INIZIATIVE CON E PER LE SCUOLE E LE GIOVANI GENERAZIONI, IL CONCORSO DELL’IRSE

La scena della parola: destinato agli studenti delle secondarie, percorso di approfondimento della personalità di Rahimi che sfocerà in un incontro esclusivo con l’autore mercoledì 14 marzo, alle 15.

Il Premio speciale DEDICA, riservato agli studenti universitari, istituito dal Comune di Pordenone nell’ambito del concorso “Europa e Giovani 2017”,

promosso dall’IRSE -  Istituto Regionale Studi Europei (www.centroculturapordenone.it/irse)

 

DEDICA SUL BOOKBLOG
DEL SALONE DEL LIBRO DI TORINO

Ancora una volta Dedica collabora con il Salone Internazionale del Libro di Torino. Gli incontri vengono documentati nello spazio del Salone riservato al BookBlog, giornale online realizzato dagli studenti per dare conto di personaggi, idee ed eventi relativi ai più importanti festival letterari d’Italia. Per Dedica è al lavoro un gruppo di blogger del Liceo Grigoletti di Pordenone. Info: bookblog.salonelibro.it

 

DEDICACARD - DIVENTA SOCIO SOSTENITORE!

L’Associazione Thesis invita il suo affezionato pubblico a sostenere attivamente il Festival attraverso la DEDICACARD. Con un piccolo contributo il socio sostenitore acquisirà il diritto ad agevolazioni nelle modalità di accesso ai singoli appuntamenti della manifestazione; inoltre fruirà di sconti presso le librerie, i negozi e i musei convenzionati.

 

I PROTAGONISTI DELLE EDIZIONI PRECEDENTI

La manifestazione ha esordito con protagonisti del teatro di ricerca (nel 1995 il Laboratorio Teatro Settimo, nel 1996 Cesare Lievi, nel 1997 la Compagnia I Magazzini), per poi passare a Moni Ovadia, nel 1999 a Claudio Magris, nel 2000 a Dacia Maraini, nel 2001 ad Antonio Tabucchi, nel 2002 ad Amin Maalouf, nel 2003 a Vassilis Vassilikos, nel 2004 ad Assia Djebar, nel 2005 a Paco Ignacio Taibo II, nel 2006 ad Anita Desai, nel 2007 ad Amos Oz, nel 2008 a Nadine Gordimer, nel 2009 a Paul Auster, nel 2010 a Hans Magnus Enzensberger, nel 2011 a Cees Nooteboom, nel 2012 a Wole Soyinka, nel 2013 a Javier Cercas, nel 2014 a Tahar Ben Jelloun, nel 2015 a Luis Sepúlveda, nel 2016 a Yasmina Khadra. nel 2017 a Björn Larsson.

 

Biglietti

Spettacoli del 12 e 15 marzo: € 8,00 (posto numerato)

Concerto del 17 marzo: € 15,00 (posto numerato)

Tutti gli altri appuntamenti sono a ingresso libero.

Prevendita

È possibile acquistare i biglietti in prevendita nella biglietteria del Teatro Verdi

dal 3 marzo. Info: 0434 247624

Book Corner

Durante gli appuntamenti del festival sarà allestito un book corner con le pubblicazioni di DEDICA, i libri di Rahimi e quelli degli ospiti del festival, a cura della libreria Giavedoni-Einaudi di Pordenone.

 

INFO:

Thesis Associazione Culturale

tel. 0434 26236

 info@dedicafestival.it

www.dedicafestival.it.

 

segui DEDICA

su Facebook: Dedica Festival Pordenone

Twitter: @dedicafestival, #dedicarahimi

 

Comunicato Stampa

 

 

 

e-max.it: your social media marketing partner

inCerca

inContatto

Lascia un tuo commento, un tuo suggerimento sul sito.
Commento/Suggerimento

Segnala un evento a
redazione instArt

inSimpatia











Testata Giornalistica registrata presso il Tribunale di Gorizia Reg. n. 1/2016 dd. 1.3.2016
Editore/proprietario: ComUnica di Marina Tuni - Via Aquileia 5g - Monfalcone (GO) - c.f./p.iva 01157900315 - Direttore: Luca d'Agostino
Provider-distributore: Aruba.it SpA (www.aruba.it) - piazza Garibaldi 8 / 52010 Soci (AR) - Anno VII Copyright © 2003
Realizzazione webintre di Massimo Cum - info@webintre.com
I diritti delle immagini e dei testi sono di proprietà dei loro autori.
È fatto divieto assoluto di riproduzione con qualsiasi mezzo salvo licenza dall'autore stesso.
instart webzine - redazione@instart.info