Il sito di instArt fa uso di cookies per il suo regolare funzionamento, dovuto all'uso di CMS Joomla.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Cookie Policy

La presente Cookie Policy è relativa al sito www.instart.info (“Sito”) gestito e operato da Massimo Cum - Via monte peralba 4 - 33100 Udine - CF CMUMSM66M19C817N

I cookies sono piccoli file di testo inviati all'utente dal sito web visitato. Vengono memorizzati sull’hard disk del computer, consentendo in questo modo al sito web di riconoscere gli utenti e memorizzare determinate informazioni su di loro, al fine di permettere o migliorare il servizio offerto.

Esistono diverse tipologie di cookies. Alcuni sono necessari per poter navigare sul Sito, altri hanno scopi diversi come garantire la sicurezza interna, amministrare il sistema, effettuare analisi statistiche, comprendere quali sono le sezioni del Sito che interessano maggiormente gli utenti o offrire una visita personalizzata del Sito.

Il Sito utilizza cookies tecnici e non di profilazione. Quanto precede si riferisce sia al computer dell’utente sia ad ogni altro dispositivo che l'utente può utilizzare per connettersi al Sito.

Cookies tecnici

I cookies tecnici sono quelli utilizzati al solo fine di effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell'informazione esplicitamente richiesto dall'abbonato o dall'utente a erogare tale servizio.

Essi non vengono utilizzati per scopi ulteriori e sono normalmente installati direttamente dal titolare o gestore del sito web.

Possono essere suddivisi in cookies di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web (permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate); cookies analytics, assimilati ai cookies tecnici laddove utilizzati direttamente dal gestore del sito per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso; cookies di funzionalità, che permettono all'utente la navigazione in funzione di una serie di criteri selezionati (ad esempio, la lingua, i prodotti selezionati per l'acquisto) al fine di migliorare il servizio reso allo stesso.


La disabilitazione dei cookies potrebbe limitare la possibilità di usare il Sito e impedire di beneficiare in pieno delle funzionalità e dei servizi presenti sul Sito. Per decidere quali accettare e quali rifiutare, è illustrata di seguito una descrizione dei cookies utilizzati sul Sito.

Tipologie di cookies utilizzati

Cookies di prima parte:

I cookies di prima parte (ovvero i cookies che appartengono al sito dell’editore che li ha creati) sono impostati dal sito web visitato dall'utente, il cui indirizzo compare nella finestra URL. L'utilizzo di tali cookies ci permette di far funzionare il sito in modo efficiente e di tracciare i modelli di comportamento dei visitatori.

Cookies di terzi:

I cookies di terzi sono impostati da un dominio differente da quello visitato dall'utente. Se un utente visita un sito e una società diversa invia l'informazione sfruttando quel sito, si è in presenza di cookies di terze parti.

Cookies di sessione:
I c.d. ‘cookies di sessione’ sono memorizzati temporaneamente e vengono cancellati quando l’utente chiude il browser. Se l’utente si registra al Sito, può utilizzare cookies che raccolgono dati personali al fine di identificare l’utente in occasione di visite successive e di facilitare l'accesso - login al Sito (per esempio conservando username e password dell’utente) e la navigazione sullo stesso. Inoltre Open Source Solutions utilizza i cookies per finalità di amministrazione del sistema. Il Sito potrebbe contenere link ad altri siti. Open Source Solutions non ha alcun accesso o controllo su cookies, web bacon e altre tecnologie di tracciamento usate sui siti di terzi cui l’utente può accedere dal Sito, sulla disponibilità, su qualsiasi contenuto e materiale che è pubblicato o ottenuto attraverso tali siti e sulle relative modalità di trattamento dei dati personali; Open Source Solutions a questo proposito, considerata la mole di tali siti terzi, declina espressamente ogni relativa responsabilità. L’utente dovrebbe verificare la privacy policy dei siti di terzi cui accede dal Sito per conoscere le condizioni applicabili al trattamento dei dati personali poiché la Privacy Policy di Open Source Solutions si applica solo al Sito come sopra definito.

Cookies persistenti:

I cookies persistenti sono memorizzati sul dispositivo degli utenti tra le sessioni del browser, consentendo di ricordare le preferenze o le azioni dell'utente in un sito. Possono essere utilizzati per diversi scopi, ad esempio per ricordare le preferenze e le scelte quando si utilizza il Sito.


Cookies essenziali:

Questi cookies sono strettamente necessari per il funzionamento del Sito. Senza l'uso di tali cookies alcune parti del Sito non funzionerebbero. Comprendono, ad esempio, i cookies che consentono di accedere in aree protette del Sito. Questi cookies non raccolgono informazioni per scopi di marketing e non possono essere disattivati.

Cookies funzionali:

Questi cookies servono a riconoscere un utente che torna a visitare il Sito. Permettono di personalizzare i contenuti e ricordate le preferenze (ad esempio, la lingua selezionata o la regione). Questi cookies non raccolgono informazioni che possono identificare l'utente. Tutte le informazioni raccolte sono anonime.

Cookies di condivisone sui Social Network:

Questi cookies facilitano la condivisione dei contenuti del sito attraverso social network quali Facebook e Twitter. Per prendere visione delle rispettive privacy e cookies policies è possibile visitare i siti web dei social networks. Nel caso di Facebook e Twitter, l'utente può visitare https://www.facebook.com/help/cookies e https://twitter.com/privacy.

Nello specifico, si riporta di seguito la lista dei principali cookies utilizzati sul Sito e relative descrizioni e funzionalità, compresa la durata temporale.

1) Tipologia di Cookie Prima parte Funzionale
Provenienza Open Source Solutions
Finalità Recuperare le impostazioni dell'utente (salvare la sessione dell'utente e ricordare alcune impostazioni come le impostazioni di accessibilità)
Durata Cookie persistente
   
2) Tipologia di Cookie Prima parte - Funzionale
Provenienza Open Source Solutions
Finalità Memorizzare il luogo dell'utente e ricordare le impostazioni di lingua (in forma anonima)
   
3) Tipologia di Cookie Prima parte - Funzionale
Provenienza Open Source Solutions
Finalità Personalizzare il contenuto della pagina a seconda del dispositivo utilizzato dall'utente, delle sue scelte e delle impostazioni (in forma anonima)



Come modificare le impostazioni sui cookies

La maggior parte dei browser accetta automaticamente i cookies, ma l’utente normalmente può modificare le impostazioni per disabilitare tale funzione. E' possibile bloccare tutte le tipologie di cookies, oppure accettare di riceverne soltanto alcuni e disabilitarne altri. La sezione "Opzioni" o "Preferenze" nel menu del browser permettono di evitare di ricevere cookies e altre tecnologie di tracciamento utente, e come ottenere notifica dal browser dell’attivazione di queste tecnologie. In alternativa, è anche possibile consultare la sezione “Aiuto” della barra degli strumenti presente nella maggior parte dei browser.


E' anche possibile selezionare il browser che utilizzato dalla lista di seguito e seguire le istruzioni: - Internet Explorer; - Chrome; - Safari; - Firefox; - Opera. Da dispositivo mobile: - Android; - Safari; - Windows Phone; - Blackberry.

Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio offerto da Open Source Solutions.

   

Per la tua pubblicità
scrivi a
redazione@instart.info

 

instart / webmagazine dedicato all'arte IN giro / Istantanee di Musica - Teatro - Cinema - Danza - Arti figurative - Libri

inEventi  inMusica  |  inScena  |  inAscolto  |  inLibri  |  inPunta  |  inMostra  |  inMovie  |  inCoro  |  inJazz  |  inViaggio  |  inCurioso

inSocial

Diventa amico di instArt

inEditoriale

  • Arte all'istante

    19.06.2013 15:01

    Il nostro sogno é diventato progetto e ora è un sito al vostro servizio. Vogliamo restituirvi in tempo reale, ma senza il pericolo di abbassare la qualità del lavoro, le emozioni dello spettacolo o della mostra che avete appena visto. Non vi racconteremo tutto quello che accade, ma avrete tutto quello che noi pensiamo sia importante suggerirvi. Ve lo proporremo in agenda e poi in cronaca, con immagini. Così, voi uscite dallo spettacolo, bevete qualcosa con gli amici, andate a casa, accendete il pc e riaccendete le vostre e nostre emozioni. Parola di InstArt!!!

inJazz di LdA

  • Presentato a Jazz&Wine of Peace 2017 il cd "Connessioni/Povezave" della Klopotec, splendida etichetta discografica! Ne parliamo con il suo creatore Iztok Zupan

    2017-10-25 15:22:26

    Leggi tutto...

  • Presentata la 20ma edizione di Jazz&Wine of Peace 2017

    2017-09-08 17:26:33

    Leggi tutto...

inViaggio

  • Nassfeld, il comprensorio sciistico che da sempre sorprende per la sua unicità, inizia all'insegna del numero “6” e riparte con una stagione invernale quanto mai ricca e brillante

    23.11.2017 16:32

    Leggi tutto...

  • Chocofest 2017: a Gradisca d’Isonzo dal 24-26 novembre si rinnova la magia del cioccolato. Presentata all’Enoteca La Serenissima la 20 edizione di una delle feste più amate in regione

    18.11.2017 19:06

    Leggi tutto...

inContro

  • La terra è di Dio - Farete riposare la Terra, il 19 dicembre a Coderno di Sedegliano

    15.12.2015 18:47

    Leggi tutto...

  • Venerdì 4 dicembre a Trieste, Sala Bartoli, conferenza dedicata a Calendar Girls di Tim Firth in scena al Politeama Rossetti fino a domenica 6

    03.12.2015 19:48

    Leggi tutto...

inPagina

  • "G.", di John Berger, ed il Friuli Venezia Giulia

    30.04.2015 10:59

    Leggi tutto...

inTervista by Smoothmax

  • Franco Giordani musicante e viaggiatore amico della musica.

    11.10.2016 18:48

    Leggi tutto...

  • InTervista a Federico Missio, ecclettico musicista e maestro del sax

    02.07.2015 09:07

    Leggi tutto...

  • InTervista a Jimi Barbiani, raffinato bluesman friulano

    21.05.2015 22:48

    Leggi tutto...

  • InTervista a Carla Agostinello, direttrice e curatrice di Note del Timavo e Tango da Pensare

    03.04.2015 22:48

    Leggi tutto...

  • InTervista a Andrea Casaccio, el hombre de las estrellas

    03.04.2015 22:48

    Leggi tutto...

inCurioso

  • Approvato il disegno di legge per il sostegno e la valorizzazione del sistema informativo regionale

    02.02.2018 14:16

    Leggi tutto...

  • All'Hotel Poesia un Natale di versi: parte il poetry crossing e arriva il booklet 15 Poesie dedicato al progetto Pordenonelegge

    09.12.2017 14:21

    Leggi tutto...

 TEATRO VERDI PORDENONE

 PARTNERSHIP STRATEGICA PER LA CULTURA REGIONALE

TRA TEATRO VERDI DI PORDENONE E FONDAZIONE FRIULI: INNOVATIVI PROGETTI FORMATIVI E INVESTIMENTI PER NUOVA, ATTESA PRODUZIONE TEATRALE

5 PROGETTI DI FORMAZIONE DEDICATI AL GRANDE PUBBLICO, A BAMBINI, STUDENTI E UNDER 18

10.000 STUDENTI E 550 INSEGNANTI COINVOLTI

 DEBUTTA IN PRIMA ASSOLUTA IL PROSSIMO 28 FEBBRAIO, CON REPLICA IL 1^ MARZO, LO SPETTACOLO “SENZA PARLARE”: LA PRODUZIONE 2018 DEL TEATRO VERDI, REALIZZATA PROPRIO GRAZIE ALLA FONDAZIONE FRIULI, METTE NUOVAMENTE L’ACCENTO SU TEMATICHE SOCIALI. AL CENTRO LA DISABILITÀ COMUNICATIVA

È una partnership strategica per la cultura quella siglata dal Teatro Verdi di Pordenone con Fondazione Friuli per il 2018 che vede la condivisione e il finanziamento di ben sei diversi progetti attraverso cui la Fondazione sostiene il Teatro pordenonese nel lavoro di coinvolgimento e formazione di un pubblico di tutte le età, riconoscendo al Verdi il ruolo di motore e propulsore culturale non solo per il territorio comunale, ma capillarmente su tutta l’area occidentale della nostra regione e oltre.

Famiglie, giovani, aziende, scuole, enti, istituzioni sono il pubblico a cui si rivolgono i molteplici percorsi innovativi condivisi dai partner progettuali Teatro e Fondazione Friuli: progetti ambiziosi sempre più estesi alle giovani eccellenze artistiche del territorio, non trascurando mai una speciale attenzione alle tematiche sociali

Presentazione questa mattina – il 12 febbraio - in Teatro alla presenza del Sindaco di Pordenone Alessandro Ciriani che sottolinea “Il Teatro Verdi di Pordenone è motore culturale sovraterrioriale, un cuore dinamico, innovativo che si distingue per identità e capacità originali preziose per un ampio territorio”, insieme a lui il Presidente della Fondazione Friuli Giuseppe Morandini per il quale “la collaborazione con il Verdi di Pordenone è strada condivisa, interpretazione di linguaggi nuovi per generare valore culturale, formativo ed economico per la costruzione di un nuovo pubblico attento all’attualità e alla qualità delle proposte”. Insieme alle istituzioni anche il Presidente del Teatro Giovanni Lessio, la Direttrice Marika Saccomani e la regista Lisa Moras, curatrice dello spettacolo “Senza parlare” e a capo di un team di maestranze artistiche tutte pordenonesi.

Oltre a rinnovare i progetti musicali di guida all’ascolto con i “Concerti delle 18.00”, i laboratori e la formazione trasversale dai 3 ai 18 anni - che coinvolge giovani e giovanissimi attraverso la lirica e la musica per un totale di presenze di circa 10.000 ragazzi e oltre 500 insegnanti - lo speciale sostegno di Fondazione Friuli ha permesso al Teatro di avviare quest’anno anche una nuova collaborazione, che ha già dimostrato tutta la sua potenzialità e gradimento, quella con il Conservatorio “J. Tomadini” di Udine. Protagonisti degli appuntati ad ingresso libero sono gli allievi e docenti del prestigioso istituto musicale, sempre introdotti direttore Virginio Zoccatelli: una speciale guida all’ascolto in tre appuntamenti ad ingresso libero che ha già avuto modo di registrate il primo successo con l’omaggio dello scorso 6 febbraio a Debussy e Ravel.

Sul fronte teatrale, il Verdi ha potuto proseguire un percorso avviato lo scorso anno con “Cronache del bambino anatra”, dando vita ad una nuova produzione teatrale, ancora frutto della sinergia con la Fondazione Friuli che ha permesso di raccogliere la proposta della giovane compagnia “about:blank”, compagine artistica guidata dalla drammaturga e regista Lisa Moras. “Senza parlare” è il titolo del nuovo spettacolo prodotto dal Verdi, un intenso intreccio di testimonianze sul tema della disabilità comunicativa, che debutta in prima assoluta mercoledì 28 febbraio, con replica il 1^ marzo.

In scena un testo originale - tratto dal libro “Senza parlare. Diciotto testimonianze di nuovi straordinari dialoghi” e dalle interviste ai familiari e operatori del Centro Benedetta D’Intino - che coinvolge un gruppo di giovani artisti, tutti under40, ormai una cifra stilistica inconfondibile del teatro pordenonese che proprio nelle nuove generazioni ha voluto maggiormente investire, tanto sul fronte della formazione del pubblico che degli artisti sul palco.

Lisa Moras regista e drammaturga, è affiancata da Stefano Zullo per scene e costumi, Alberto Biasutti per le luci e la musica mentre sul palcoscenico gli attori Marco S. Bellocchio e Caterina Bernardi.

Il tema, come detto, è quello della disabilità comunicativa, una grave condizione in cui vivono molte persone. Lo spunto di riflessione, laddove la produzione dell’anno scorso ha posto l’accento sulle problematiche legate al tema della dislessia, nasce dalla volontà di raccontare una problematica molto diffusa che colpisce attraverso le forme più disparate di patologia e infermità, senza distinzione d’età o vissuto, che mette il mondo circostante nelle condizioni di dover cercare strumenti, riflettere, attuare nuove modalità di relazione.

Si parla di comunicazione e relazione e lo si fa raccontando una vicenda nel più classico dei contesti, quello familiare ed espone il più classico dei conflitti, quello adolescenziale, ma lo fa scalando una montagna, quella della disabilità, una montagna che dovrà essere conquistata ogni giorno e ogni giorno ancora a venire. Qui si racconta un viaggio, quotidiano e difficile. Un viaggio pieno di insicurezze, faticoso ma necessario per approdare a qualcosa di nuovo, che cambia tutto. Un viaggio alla ricerca della persona che si rivolge a tutti nella comune imprescindibile necessità di comunicare per vivere. “In qualche modo la scena è uno spazio emotivo, un laboratorio ricco di rimandi – spiega Lisa Moras - in scena una sedia, la sedia della protagonista, Sara affetta da paralisi cerebrale, quel luogo-sedia sulla quale Sara praticamente vive la sua intera esistenza. Ma l’attrice-Sara sarà sempre libera di muoversi, parlare e divertire, poiché racconta la sua identità che non corrisponde alla sua disabilità”

CINQUE PROGETTI FORMATIVI PER TUTTE LE ETÀ, DAGLI ADULTI AI BAMBINI DI TRE ANNI

PERCORSI PER APPROFONDIRE TEMI STORICO-MUSICALI, TECNICHE ESECUTIVE, GRANDI ARTISTI E PER COSTRUIRE IL PUBBLICO DI DOMANI

UNA NUOVA COLLABORAZIONE CON IL “CONSERVATORIO STATALE DI MUSICA JACOPO TOMADINI DI UDINE”

I progetti formativi pianificati dal Teatro e sostenuti da Fondazione Friuli hanno l’obiettivo di generare, in stretto contatto con il pubblico, originali interessi culturali, nuove competenze musicali, attraverso laboratori e speciali esperienze di fruizione. La realizzazione degli obiettivi avviene su scala pluriennale e attraverso percorsi diversi per fasce d’età e audience.

Si parte da “I concerti delle 18” - sei incontri in tutto da febbraio a maggio: l’edizione 2018 che ha appena debuttato e per la prima volta coinvolge direttamente un Conservatorio nella propria programmazione.

Qui il protagonista è il palcoscenico del Teatro Verdi concepito come territorio culturale creativo e aperto, dove artisti e pubblico condividono lo spazio e il dialogo, permettendo un ascolto profondo di musicisti diversi per età, esperienze e attività: un crocevia di idee, sperimentazioni e proposte formative.

Per questa nuova edizione sono tre gli incontri-concerto con celebri nomi già noti al grande pubblico: Michele Campanella, Monica Carletti e Marco Sollini, Ilia Kim e Piero Rattalino. Cinque nomi prestigiosi del panorama musicale italiano, hanno creato tre conferenze-concerto uniche in esclusiva per il Verdi di Pordenone. Tre appuntamenti questi, che dialogano con altrettanti concerti programmati per il Cartellone Musica 2018 in sala grande: rispettivamente con il concerto di Jan Lisiecki e dell’Orchestra della RAI (12 maggio), l’esclusivo concerto di Regula Mühlemann e la Kammerorchester Basel (18 aprile) e il concerto del Quartetto Bennewitz e Alessandro Taverna (4 maggio). L’ingresso a “I Concerti delle 18” avviene con biglietto a € 8,00, una speciale riduzione per gli abbonati Cartellone 2017/2018 a € 4,00 e l’ingresso gratuito per i ragazzi Under 25.

L’edizione 2018 si arricchisce di tre incontri curati per la prima volta dal “Conservatorio Jacopo Tomadini di Udine”. Protagonisti allievi e docenti per una speciale guida all’ascolto, tutti introdotti dal direttore dell’istituto musicale udinese, Virginio Zoccatelli, fine didatta e cittadino pordenonese. I tre appuntamenti saranno sempre ad ingresso libero, proprio grazie allo speciale sostegno di Fondazione Friuli

LA LIRICA PROTAGONISTA DELLA FORMAZIONE TRASVERSALE DAI 3 AI 18 ANNI “OPERA KIDS. OPERA DOMANI. OPERA IT”: 10000 STUDENTI A TEATRO E LA FORMAZIONE DI 550 INSEGNANTI

“SCATOLE SONORE” UN FORMAT ORGINALE: MULTIMEDIALE, STORICO MUSICALE.

Teatro e Fondazione uniscono le forze per puntare sulla formazione musicale e, a contraddire un trend nazionale che vuole teatri vuoti e sale deserte, il Verdi di Pordenone si riempie anche coinvolgendo giovani e giovanissimi attraverso la lirica e la musica: sono 10.000 i ragazzi coinvolti e 550 gli insegnanti che partecipano ai progetti.

Opera Kids (8 repliche dal 20 al 23 marzo) è dedicato ai bambini dai 3 ai 6 anni delle scuole dell’infanzia, Opera domani (10 repliche dal 12 al 15 marzo) è indirizzato ai piccoli allievi dai 6 ai 13 anni delle scuole primarie e secondarie di primo grado, mentre Opera IT (27 aprile) è rivolo agli studenti degli Istituti secondari di secondo grado.

Sono tre percorsi che l’ente di formazione e produzione lirica As.Li.Co. promuove nei teatri da più di dieci anni.

Il progetto 2018 scorre per tutti e tre i diversi percorsi sulla produzione di un’opera lirica su misura per le diverse fasce d’età. A bambini e ragazzi vengono proposti i temi e gli strumenti per conoscere l’opera con laboratori in classe specifici, mentre agli insegnanti – attraverso un corso patrocinato dal MIUR – vengono fornite tutte le competenze per insegnare i canti, la trama, il contesto storico dell’opera protagonista.

L’edizione 2018 è dedicata alla Carmen di G. Bizet, che sarà messa in scena in tre diverse versioni con musicisti, orchestra, cantanti, scenografie e costumi realizzati appositamente.

Il Teatro mette in circolo cultura ed economia virtuosa offrendo la possibilità agli studenti di fruire delle tre diverse produzioni liriche con biglietti da € 3,50 a € 5 a studente.

Il progetto musica per le nuove generazioni – punto fondamentale della partnership tra Teatro Verdi e Fondazione Friuli - prende la sua completa conformazione con il format “Scatole sonore”, la cui fruizione per gli studenti e gli insegnanti è completamente gratuita. Due appuntamenti per i ragazzi degli istituti secondari di primo e secondo grado, curati a due mani dal direttore artistico della stagione musicale Maurizio Baglini e dal musicologo Alberto Massarotto per un confronto sui temi della musica classica e del musical americano, attraverso proiezioni, live set e dialogo.

“SENZA PARLARE”

TEATRO COMUNALE GIUSEPPE VERDI PORDENONE

Prima assoluta

mercoledì 28 febbraio, giovedì 1 marzo (inizio ore 20.45)

una produzione Teatro Comunale Giuseppe Verdi - Pordenone

Ispirato al libro “Senza Parlare, diciotto testimonianze di nuovi straordinari dialoghi”

Drammaturgia e regia Lisa Moras

Scenografia e costumi Stefano Zullo

Musiche e disegno luci Alberto Biasutti

Con Marco S. Bellocchio e Caterina Bernardi

Lo spettacolo spinge a porci delle domande: cosa succede quando usiamo tutti gli strumenti a nostra disposizione e non riusciamo a farci comprendere? Come possiamo farci ascoltare da chi non ci ascolta? Quanto tempo siamo in grado di dedicare all’ascolto? Quanto è difficile ascoltare? “Senza parlare” getta una luce nel buio, rivela, illumina, mette a fuoco qualcosa che prima non era nitido: la persona che si cela sotto la disabilità.

La trama: Sara compie 18 anni, oggi è il suo compleanno. Suo fratello maggiore, Marco, diventa suo tutore e decide di organizzarle una festa. Sara è adolescente ed è arrabbiata, non vorrebbe la festa come suo fratello la sta organizzando, come sta organizzando tante cose per la sua vita. Sara vorrebbe poter dire qualcosa ma non riesce perché impossibilitata dalla sua disabilità, non può parlare, non può usare i gesti e dipende completamente dagli altri. Cosa succede quando l’attenzione del fratello diminuisce, quando la voce di Sara non viene ascoltata? La parabola di un giorno per raccontare una vita di difficoltà e simboleggiare il percorso di un’intera esistenza in salita in cui i piccoli desideri, i bisogni, le incomprensioni tipiche di tutti noi devono essere affrontate in un contesto di condizione estrema, in cui ogni piccola vittoria è gigantesca e ogni conquista è reale, sudata, voluta.

Informazioni: Biglietteria Teatro 0434 247624

www.comunalegiuseppeverdi.it

comunicato stampa

e-max.it: your social media marketing partner

inCerca

inContatto

Lascia un tuo commento, un tuo suggerimento sul sito.
Commento/Suggerimento

Segnala un evento a
redazione instArt

inSimpatia











Testata Giornalistica registrata presso il Tribunale di Gorizia Reg. n. 1/2016 dd. 1.3.2016
Editore/proprietario: ComUnica di Marina Tuni - Via Aquileia 5g - Monfalcone (GO) - c.f./p.iva 01157900315 - Direttore: Luca d'Agostino
Provider-distributore: Aruba.it SpA (www.aruba.it) - piazza Garibaldi 8 / 52010 Soci (AR) - Anno VII Copyright © 2003
Realizzazione webintre di Massimo Cum - info@webintre.com
I diritti delle immagini e dei testi sono di proprietà dei loro autori.
È fatto divieto assoluto di riproduzione con qualsiasi mezzo salvo licenza dall'autore stesso.
instart webzine - redazione@instart.info